Venaria: dal caro estinto all'estinto carissimo

| Il paradosso di una città che ha esaurito i loculi cimiteriali a disposizione dei cittadini: ora morire costerà molto di più

+ Miei preferiti
Nell'agosto del 2015, il sindaco del Comune di Sellia, 505 abitanti in provincia di Catanzaro, aveva emesso un curioso divieto alla cittadinanza: "Occupatevi della vostra salute con più attenzione, perché è fatto divieto di morire".

Una provocazione, certo, che a breve potrebbe essere adottata anche da Venaria, città dell'hinterland torinese che di abitanti ne conta molti di più - 32.200 - con conseguente difficoltà a non sgarrare da parte di chi è ligio al dovere e ce la mette proprio tutta, ma quando il destino chiama è costretto a passare a miglior vita, alla faccia dell'ordinanza.

E se a Sellia i motivi si concentravano più che altro sullo spopolamento del paese, con la conseguenza di lasciare sul posto solo gli ultrasessantacinquenni, a Venaria la faccenda assume note e sfumature diverse: meglio non morire perché non sapremmo dove conservare le vostre spoglie.

Un paradosso che Salvatore Ippolito, capogruppo del Gruppo Misto di Minoranza in Comune e Valter Perin, presidente del Comitato Salvaguardia dei Defunti, avevano denunciato più di un anno fa, invitando il sindaco Cinquestelle Roberto Falcone a prendere provvedimenti.

"I loculi a disposizione sono zero, esauriti: una mancanza che costringerà i venariesi a vagabondare nei centri limitrofi alla disperata ricerca di un loculo libero, per di più dovendo sopportare costi pari al doppio del valore, compresi fra 9 e 10.000 euro".

Invece, si è arrivati puntuali al "tutto esaurito", ipotesi minacciata due anni fa dall'Ufficio Cimiteriale, che confrontando semplicemente i posti liberi con il tasso di mortalità cittadini, era perfino riuscito a ipotizzare una data limite. Erano seguite interrogazioni e solleciti, visto che realizzare un nuovo lotto richiede fra i tre ed i quattro anni. Fino ad allora, tutti in gamba: è un ordine.

Cronaca
Pacco bomba esplode a Lione
Pacco bomba esplode a Lione
La polizia sulle tracce del presunto attentatore, un uomo in bicicletta col volto coperto. L'esplosione in una via centralissima: numerosi i feriti, ma pare nessuno in modo grave. Sembra allontanarsi la pista terroristica
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
Edmund ed Eduard, ladri gemelli
In un continuo scambio di identità, confondevano con la loro somiglianza anche le videocamere. Presi a Rovigo dopo una lunga catena di furti. Via al processo, ma i colpi sarebbero centinaia
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Svastiche sui sopravvissuti dei lager
Sfregiate le fotografie dei reduci esposte nel centro di Vienna, ennesimo episodio di antisemitismo da parte di gruppi filo-nazisti
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Sesso con cani, quattro donne denunciate
Cercavano animali di grossa taglia per coinvolgerli in rapporti sessuali singoli o di gruppo, poi se ne liberavano. Il caso scoperto dall'associazione Aidaa. Scambi di foto su chat animal sex. Fingevano di volerli adottare dai canili
"Torturato in cella solo perché cattolico"
"Torturato in cella solo perché cattolico"
La terribile disavventura dell'imprenditore italiano Massimo Sacco, arrestato pnegli Emirati Arabi per traffico di droga, in carcere per oltre un anno: "Accusa falsa, in carcere mi hanno picchiato e seviziato, odiano i cristiani"
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Ana Bettz, la cantante accusata di riciclaggio
Vedova del petroliere Sergio Di Cesare, aveva tentato la carriera artistica senza grande successo. È stata bloccata al confine di Ventimiglia con 300mila euro in contanti, e la Finanza sospetta sia frutto di riciclaggio
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Il mostro di Torrazzo vuole sposarsi
Gianfranco Stevanin, il serial killer veronese accusato di omicidio, violenza e occultamento di cadavere, conta di uscire per sposarsi e rifarsi una vita
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Nessun colpevole per la strage Erasmus
Per le famiglie delle 13 ragazze che nel 2016 morirono a bordo di un autobus in Spagna, l’ennesimo schiaffo della giustizia spagnola: nessun colpevole. Già annunciato un nuovo appello
Filippine, ucciso manager italiano
Filippine, ucciso manager italiano
Si allunga la lista dei connazionali assassinati o spariti all'estero. I casi di Colombia e Costarica. Gli otto desaparecidos
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Il tennista Seppi truffato dal falso broker
Fabio Gaiatto, definito il Madoff del Veneto, a processo per una 2catena di Sant'Antonio" finita in tragedia per centinaia di risparmiatori che gli avevano affidato i loro denari. La moglie patteggia, prime condanne