Venaria: dal caro estinto all'estinto carissimo

| Il paradosso di una città che ha esaurito i loculi cimiteriali a disposizione dei cittadini: ora morire costerà molto di più

+ Miei preferiti
Nell'agosto del 2015, il sindaco del Comune di Sellia, 505 abitanti in provincia di Catanzaro, aveva emesso un curioso divieto alla cittadinanza: "Occupatevi della vostra salute con più attenzione, perché è fatto divieto di morire".

Una provocazione, certo, che a breve potrebbe essere adottata anche da Venaria, città dell'hinterland torinese che di abitanti ne conta molti di più - 32.200 - con conseguente difficoltà a non sgarrare da parte di chi è ligio al dovere e ce la mette proprio tutta, ma quando il destino chiama è costretto a passare a miglior vita, alla faccia dell'ordinanza.

E se a Sellia i motivi si concentravano più che altro sullo spopolamento del paese, con la conseguenza di lasciare sul posto solo gli ultrasessantacinquenni, a Venaria la faccenda assume note e sfumature diverse: meglio non morire perché non sapremmo dove conservare le vostre spoglie.

Un paradosso che Salvatore Ippolito, capogruppo del Gruppo Misto di Minoranza in Comune e Valter Perin, presidente del Comitato Salvaguardia dei Defunti, avevano denunciato più di un anno fa, invitando il sindaco Cinquestelle Roberto Falcone a prendere provvedimenti.

"I loculi a disposizione sono zero, esauriti: una mancanza che costringerà i venariesi a vagabondare nei centri limitrofi alla disperata ricerca di un loculo libero, per di più dovendo sopportare costi pari al doppio del valore, compresi fra 9 e 10.000 euro".

Invece, si è arrivati puntuali al "tutto esaurito", ipotesi minacciata due anni fa dall'Ufficio Cimiteriale, che confrontando semplicemente i posti liberi con il tasso di mortalità cittadini, era perfino riuscito a ipotizzare una data limite. Erano seguite interrogazioni e solleciti, visto che realizzare un nuovo lotto richiede fra i tre ed i quattro anni. Fino ad allora, tutti in gamba: è un ordine.

Cronaca
Francia, 800 kg di cocaina riconsegnati dal mare
Francia, 800 kg di cocaina riconsegnati dal mare
Dal 18 ottobre scorso, su un lungo tratto della costa atlantica francese si susseguono i ritrovamenti di panetti di cocaina purissima. L’inchiesta della procura per adesso si limita a supposizioni
Lo scontro di due aerei militari causato da un selfie
Lo scontro di due aerei militari causato da un selfie
È accaduto nel dicembre dello scorso anno al largo delle coste giapponesi: l’inchiesta ha accertato che un pilota si stava scattando dei selfie, mentre l’altro leggeva un libro
Trovato morto il fondatore dei White Helmets
Trovato morto il fondatore dei White Helmets
Ex agente segreto britannico, Jack Le Mesurier aveva creato una ong che agisce nei teatri di guerra siriani. Pochi giorni fa la Russia l’aveva accusato di terrorismo
Nuovi guai per Roman Polanski
Nuovi guai per Roman Polanski
Nel 1975, la giovane Valentine Monnier fu violentata senza pietà dal regista in uno chalet di Gstaad: 44 anni ha raccontato tutto, spinta proprio dall’ultimo film di Polanski
La coppia diabolica che sognava sesso e sangue
La coppia diabolica che sognava sesso e sangue
Paul e Angela, due amanti inglesi, hanno eliminato il ricco marito di lei per poter vivere insieme. A loro carico una serie di messaggi agghiaccianti in cui sognavano di fare sesso nel sangue del marito
Germania, finta dottoressa arrestata per quattro morti
Germania, finta dottoressa arrestata per quattro morti
Ha lavorato per quattro anni in ospedale, dove aveva presentato una documentazione falsa: è accusata di quattro decessi e otto persone ferite in modo grave
Ucciso l’hair stylist di CR7
Ucciso l’hair stylist di CR7
Il corpo di Ricardo Marques Ferreira trovato nel letto di un hotel di Zurigo in un lago di sangue. La polizia ha fermato un uomo di 39 anni
Storie di morte dal tir degli orrori
Storie di morte dal tir degli orrori
I messaggi di addio alla famiglia di Pham Thi Tra My, una ragazza vietnamita di 26 anni. Le indagini della polizia sulle spietate bande di trafficanti di esseri umani che dominano le tratte internazionali
Rinviato il processo ai rapitori di Silvia Romano
Rinviato il processo ai rapitori di Silvia Romano
“Nuovi e fondamentali elementi” hanno convinto i giudici keniani a far slittare il processo a carico di tre dei presunti sequestratori della giovane milanese
Londra: nel tir l’ennesima
strage dei migranti
Londra: nel tir l’ennesima<br>strage dei migranti
È il sospetto della polizia, che ammette le difficoltà di dare un nome ai 39 cadaveri ritrovati all'interno di un container. Non si tratta di un caso isolato: numerosi i precedenti