Venaria, dove è meglio non morire

| La paradossale situazione dei due cimiteri cittadini, ormai quasi senza loculi, con diverse strutture pericolanti e aree transennate da anni

+ Miei preferiti

Per passare a miglior vita, c'è tempo fino al prossimo ottobre: da lì in poi, secondo i calcoli, il cimitero di Venaria non avrà più loculi. Amen.

I numeri, per essere precisi, li ha messi in riga uno dopo l'altro Salvatore Ippolito, capogruppo del Gruppo Misto di Minoranza in Comune, che riassume la vicenda in poche parole: "Valter Perin, presidente del ‘Comitato Salvaguardia Defunti Cimiteri', già da tempo denunciava il disastro della Giunta 5Stelle, visto che da più di due anni, l'Ufficio Cimiteriale ha fatto presente l'urgenza di costruire nuovi loculi, esigenza appoggiata con numerose sollecitazioni e interrogazioni finite nel nulla in cui si chiedeva di agire, nient'altro che questo, prima di arrivare alla necessità di esporre il cartello ‘tutto esaurito' davanti al cimitero. E visto che secondo la statistica, ogni anno a Venaria passano a miglior vita fra le 290 e le 320 persone e i loculi ancora liberi sono una ventina scarsa, è facile capire che il tempo sia finito e soprattutto che se anche oggi iniziassero i lavori di ampiamento e sistemazione di quelli esistenti - che versano in uno stato di degrado imbarazzante - passerebbero almeno tre o quattro anni: mi chiedo che giustificazioni userà il Sindaco Falcone di fronte alla cittadinanza".

Un timido campanello di allarme, era suonato già nel dicembre dello scorso anno, quando era comparso un avviso firmato dal Sindaco che si limitava a indicare "Incentivi per la rinuncia volontaria alle concessioni di loculi con durata ultra trentennale". In pratica, si chiedeva ai familiari dei defunti tumulati da più di trent'anni di rinunciare alla scadenza naturale della concessione in cambio di oneri e spese presi in carico direttamente dal Comune, che si sarebbe occupato della estumulazione, la ricomposizione dei resti e la consegna di una cassetta zincata con apposita celletta. "Discorso a parte per 1.400 salme considerate non esumabili, curiosamente protette da una delibera che richiede alle famiglie di farlo a spese proprie, con costi fra i 4 ed i 5.000 euro".

"Ma questo è niente: per un anno e mezzo, 6.500 mq delle aree destinate alla sepoltura in terra è stata chiusa per la presunta presenza di amianto, quando secondo i carotaggi il problema si limitava a 500 mq - aggiungono Ippolito e Perin - e le opere di bonifica e messa in sicurezza sono costate 216.000 euro, per di più con interventi eseguiti da operai e tecnici senza protezioni e mascherine, malgrado l'evidente e presunta pericolosità. A questi vanno aggiunti 16.500 spesi nel 2015 per stendere 150 m di ghiaia per la ricorrenza dei defunti al cimitero di Altessano. In un modo o nell'altro, nel novembre dello scorso anno i cimiteri sono stati riaperti, anche se a periodi alterni per terminare i lavori".



Non aiuta neanche l'ispezione dei Vigili del Fuoco di febbraio 2016, in cui è stata accertata la presenza di strutture pericolanti, finita in un verbale e subito dopo in un'ordinanza per una nuova chiusura. "Cosa che peraltro ancora non si è vista, ma in compenso è arrivato un incarico da 6.000 euro ad un altro ingegnere strutturista. Il risultato di tutta questa vicenda, al limite del paradossale, è che oggi il cimitero di Venaria è disseminato di aree transennate che rendono difficile ai cittadini portare dei fiori ai propri defunti, e con l'aggravante che dal prossimo novembre, chi ha la malaugurata idea di morire sarà costretto a ricorrere alla cremazione o a chiedere la sepoltura in altri comuni, con un notevole aggravio dei costi".

Cronaca
L'orribile morte di Stefania, bruciata viva
L
Gli ultimi risultati delle perizie non lasciano dubbi. Stefania Crotti era solo stordita dalle martellate inferte da Chiara Alessandri quando l'assassina le diede fuoco dopo averla irrorata di benzina. Ergastolo alla porte
Hooligans arrestati a Torino
Hooligans arrestati a Torino
In occasione della partita fra Juventus e Ajax, una sessantina di persone sono state denunciate dalla Polizia, e 54 tifosi olandesi allontanati dall’Italia
Pitbull attacca due bambini
Pitbull attacca due bambini
A Limbiate, nel milanese, un pitbull di un anno e mezzo si è avventato contro due cuginetti che giocavano in cortile. A salvarli alcuni condomini che hanno assistito alla scena
Sparatoria nel foggiano
muore un carabiniere
Sparatoria nel foggiano<br>muore un carabiniere
Un uomo avrebbe aperto il fuoco contro la pattuglia durante un normale controllo nella piazza principale di Cagnano Varano. Il vice comandante della stazione è morto in ospedale, la reazione dei vertici dello Stato
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
Sfruttamento della prostituzione, arrestata Kyra Kole
La soubrette, nota per aver partecipato al programma “Ciao Darwin”, sarebbe stata la capofila di un finto centro massaggi in Brianza
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Azouz Marzouk: Rosa e Olindo sono innocenti
Il padre e marito di due delle vittime della strage di Erba firma un sollecito per la riapertura del processo e assicura di conoscere il nome del vero assassino della sua famiglia
Tenta il suicidio in un centro commerciale
Tenta il suicidio in un centro commerciale
È accaduto alle Gru di Grugliasco, alle porte di Torino: gli agenti di un istituto di vigilanza sono riusciti a bloccarla prima che si lanciasse nel vuoto
Giovane inglese muore in un gioco erotico
Giovane inglese muore in un gioco erotico
È quanto dichiara il fidanzato di Anna Florence Reed, una 22enne trovata morta in una vasca da bagno di un hotel sul Lago Maggiore. La polizia però non esclude alcuna ipotesi
Le buste che inquietano Torino
Le buste che inquietano Torino
Dopo quella esplosiva alla sindaca Appendino, un esponente della Lega ne riceva una uguale, ma nelle stesse ore arriva una minaccia alla Lavazza, la Vergnano e la Ferrero: pagate o avveleniamo i vostri prodotti
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
"Ho gettato la testa di Christina nel fiume"
Nel '93, Jason Massey aveva ucciso e smembrato i corpi di due adolescenti. Nel 2001, già nella camera della morte, aveva rivelato ai familiari dove aveva nascosto i resti