"Volevo un panino, il chiosco era chiuso e ho lanciato il cassonetto..."

| L'incredibile verbale-confessione del 17enne torinese che ha gettato dalla strada un contenitore di 10 chili sulla tenda dove dormiva un 12enne francese, tuttora grave all'ospedale. Ora si dice "dispiaciuto"

+ Miei preferiti

La notte di venerd' scorso, Bergeggi, Savona. “Sono uscito con i miei amici dalla discoteca attorno alle 3, mi sono fermato al chiosco dei panini pensando fosse aperto, che però era chiuso. A quel punto ho pensato di lanciare il cassonetto in spiaggia, convinto di lanciarlo direttamente in mare, e non sapevo che sotto nella spiaggia c’erano persone nelle tende. Era buio, non si vedeva niente”. Il secondo bidone, lanciato da un amico del 17enne torinese reo-confesso, è finito prima tra le sterpaglie della scarpata poi sugli scogli.

Un testimone aveva visto tutto ma mancava un particolare non da poco, non conosceva il lanciatore, né l’aveva mai visto prima. "Una testimonianza molto precisa nella descrizione - spiegano i carabinieri - ma che non conteneva elementi utili all'identificazione del responsabile. Abbiamo allora iniziato a sentire i tanti giovani presenti a Spotorno e ieri sera siamo riusciti ad acquisire un quadro indiziario più che solido. Con queste prove abbiamo convocato in caserma il minorenne, che risiede fuori regione, insieme ai genitori, e dopo poche domande e un tentativo di negare le responsabilità ha confessato”.

Una settimana fa questo fenomeno, le cui generalità sono oscurate poiché minorenne, ha lanciato dall’Aurelia un cassonetto di 10 chili, piombato come un proiettile sulla tenda dove dormiva un bambino francese di 12 anni. Poi s’è detto ”molto dispiaciuto”,  e nel lasciare la caserma dei carabinieri con una denuncia in tasca per lesioni gravi, è stato preso in consegna dai genitori che erano in vacanza con lui in Riviera. La vittima è ancora grave: ha riportato la frattura della mandibola e un grave trauma cranico. Potrebbe avere riportato danni neurologici permanenti. Il prezzo della stupidità e dell’umana cattiveria.

Cronaca
Il mistero dell’influencer trovata morta
Il mistero dell’influencer trovata morta
Alexis Leigh Sharkley, 26 anni, era scomparsa venerdì a Houston senza lasciare traccia: il corpo nudo è stato visto da un operaio. È mistero fitto sulla morte: il corpo non presenta ferite
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
Dal reparto psichiatrico alla carriera da modella
L’incredibile storia di Lucy May Dawson, una giovane inglese che viene ricoverata e curata per un forte esaurimento nervoso. Sembrava che per lei non ci fosse altro da fare, fin quando è arrivata la diagnosi corretta
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Ricompare dopo un anno una modella svanita nel nulla
Eloisa Pinto Fontes, 26 anni, era scomparsa senza lasciare traccia un anno fa a New York. È stata ritrovata in una favela di Rio mentre vagava in stato confusionale
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
La misteriosa morte dell’ex pornostar Zoe Parker
Sarebbe morta nel sonno a soli 24 anni: dopo una carriera fulminea nel mondo dell’hard aveva scelto di tornare dalla famiglia in Texas e contava di sposarsi a breve
Notte di sangue a Birmingham
Notte di sangue a Birmingham
Una non meglio precisata “serie di accoltellamenti” che avrebbero coinvolto diverse persone, avvenuti nella zona della movida e del quartiere LGBT. La polizia non si sbilancia sulla matrice dell’episodio
Rock and Virus
Rock and Virus
Il concerto degli “Smash Mount” durante il motoraduno di Sturgis, si sta trasformando in un focolaio che fa il pieno di contagi e vittime. L’ira dei social verso la band, accusata di fomentare la folla urlando che il Covid non esiste
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
Londra, condannato il killer che nascondeva i corpi di due donne nel congelatore
I cadaveri di Henriett Szcus e Mihrican Mustafa ritrovati casualmente dalla polizia un anno fa nell’appartamento di Zahid Younis, 36 anni, condannato all’ergastolo
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
Oslo, 25 intossicati al rave party in una caverna
L’allarme è scattato dopo i primi svenimenti per la presenza di monossido di carbonio. Nessuna vittima ma tanta paura per circa 200 giovani che avevano scelto una caverna per una notte di eccessi
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
La killer di una senatrice americana confessa l’omicidio
Rebecca Lynn O’Donnell ha confessato l’omicidio e l’occultamento di cadavere della senatrice dell'Arkansas Linda Collins-Smith, che stava indagando in un giro di pedofilia
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Texas, mamma in overdose si chiude in auto con le figlie: muoiono tutte e tre
Natalie, Izabel ed Elise Chambers, sono state ritrovate prive di vita in un Suv: Natalie sarebbe morta per overdose, le sue bimbe soffocate dal gran caldo