Crimine, società e media: cambiano le indagini ma anche il racconto

| Presentazione il 25 novembre a Soragna (Parma) del saggio "Il se e il ma delle investigazioni" con gli autori Fabio Federici e Alessandro Meluzzi. Ci saranno i giornalisti Ilaria Mura e Giangavino Sulas

+ Miei preferiti
Presentazione, in prima nazionale,  a Soragna (32 km da Parma), presso la storica sala Baglione della Rocca Meli Lupi, sabato 25 novembre alle ore 18.00, del saggio "Il se e il ma delle investigazioni" scritto, tra riflessioni criminologiche, di diritto e d'esperienza sul campo, da Fabio Federici e Alessandro Meluzzi, ed edito dalla casa editrice OLIGO. 
L'evento è organizzato dal Comune di Soragna e oltre agli autori saranno presenti Ilaria Mura, giornalista inviata della trasmissione televisiva "Quarto Grado" e il giornalista di "OGGI", decano nazionale della cronaca nera italiana, Giangavino Sulas.
L'evento culturale, il cui accesso è libero, assume un particolare valore morale poiché i due autori devolvono completamente i loro diritti, derivati dalle vendite, all'Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell'Arma dei Carabinieri, unico ente autorizzato in favore della solidarietà degli orfani dei carabinieri.
Il tema dell'incontro verte su casi di cronaca vissuti direttamente dagli autori per poi capire, umanamente, chi si nasconda dietro lo stereotipo dell'investigatore e per chiarire quali sono i suoi elementi fondanti per condurre un'indagine e l'influenza dei media sulle stesse, così come per analizzare il rapporto che intercorre tra la letteratura teatrale antica con la narrazione contemporanea del fatto di cronaca nera collegata ad una  narrazione che strizza l'occhio alla mitopoiesi e allo stesso tempo assume la brevità e la mancanza di profondità tipiche della cronaca giornalistica.
Inoltre, si parlerà del rapporto tra crimine e società, le modalità della raccolta degli indizi e delle prove sulla scena del crimine, di autopsia psicologica, come ragiona un detective, un serial killer e un giudice. 
La serata, vista la concomitanza con la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne,  prevedrà anche una significativa riflessione, tratta sempre dalle pagine del libro, sul femminicidio e sul connesso fenomeno del "mostri del tinello", che, secondo i due scrittori, sono coloro che prevalentemente compiono questa specifica e terrificante tipologia di omicidio. 
È un appuntamento culturale da non mancare.
Cultura
Ancora guai per il Nobel, muore Sara Danius
Ancora guai per il Nobel, muore Sara Danius
Un anno fa era stata costretta alle dimissioni da segretario permanente, travolta dallo scandalo sessuale che aveva fatto vacillare la prestigiosa Accademia di Svezia che assegna i premi Nobel
L’anno dei due Nobel
L’anno dei due Nobel
Dopo lo scandalo che bloccò l’assegnazione del riconoscimento per la letteratura nel 2018, quest’anno i vincitori saranno due. Sempre molto difficile fare previsioni, ma i bookmaker scommettono su una donna
Sotto i gargoyle di Notre-Dame
Sotto i gargoyle di Notre-Dame
Non si tratta di statue esoteriche o misteriose, il loro scopo è quello di abbellire le grondaie della cattedrale. Sono sopravvissute all’incendio di metà aprile, come molte altre opere d’arte
Il male si può vincere, ma non da soli
Il male si può vincere, ma non da soli
In Oltrebosco (ed. La Strada per Babilonia), lo scrittore Lorenzo Bosisio racconta la parabola di ragazzi che hanno perso la speranza in mondi ostili. Ma si può rinascere. Con l'aiuto di chi ha voluto incrociare uno sguardo sofferente
Come evolvono le mafie
la lezione del pm Pignatone
Come evolvono le mafie<br>la lezione del pm Pignatone
Università di Torino e Libera di Don Ciotti hanno ospitato la lectio magistralis del pm di Roma sul crimine organizzato e su come si va trasformando la Piovra in Italia ma non solo
Violenza sulle donne e uomini egoisti
Violenza sulle donne e uomini egoisti
Nel romanzo di Sonia Paolini "Beethoven's Silence...io sono Irina e sono Elise..." (ed. Lettere Animate) la storia di una giovane clandestina romena vittima di violenze e abusi. Il segreto di rinascere
La vita è, o può essere, bella anche da invalidi
La vita è, o può essere, bella anche da invalidi
L'autobiografia ("Io, vivace invalida senza frontiere") di Paola Giusti, 74 anni, che 16enne fu colpita da una disabilità motoria, racconta la sua vita straordinaria tra amori, lavoro, conflitti. Senza lamentarsi mai
Non solo web, di nuovo biblioteche
Non solo web, di nuovo biblioteche
Iniziativa contro-tendenza di una circoscrizione comunale di Torino che inaugura sabato "Quinta copertina", due sale di lettura con 6 mila libri, la prima sul territorio, a cura dei volontari dell'associazione SanTourin
La Casa delle Arti, nel cuore di Torino
La Casa delle Arti, nel cuore di Torino
Un nuovo polo culturale nel Borgo Medievale del Valentino dedicato ad Alfonso d'Andrade, fondato da due operatori ambizioni e combattivi, Enrica Merlo e Max Ponte. Il progetto e le idee
L'Italia è ancora (molto) omofoba
L
Nel romanzo "Un'altra metà" di Streusa si racconta come l'omofobia ancora si manifesta nella società e come combatterla in modo coraggioso, aperto e senza pregiudizi