La vita dolente di una ragazzina

| Gisèle, la giovane protagonista di “A piedi nudi”, romanzo di Claudio Secci, rivive in un sequel dove si trova ad affrontare il delicato passaggio da adolescente a donna

+ Miei preferiti
Di Germana Zuffanti
È uscito da poche settimane nelle librerie “Occhi lucidi”, il sequel della serie “A Piedi Nudi”, nuova fatica di Claudio Secci, classe 1979, scrittore torinese con cinque romanzi all’attivo. “Occhi lucidi” affronta ancora le disavventure dell’orfanella Gisèle, la protagonista, una ragazzina che per combattere le angherie del destino ha imparato a lasciare al proprio cuore soltanto le funzioni vitali. Ambientato in Francia nella nuova “Maison Familiale” in cui è ospite, il romanzo racconta una fase cruciale nella vita di Gisèle, che da ragazzina si sta trasformando in una donna assumendo consapevolezze che la porteranno a conoscere finalmente sentimenti nuovi, scavalcando la rudezza e l'impulsività che la contraddistinguono.

“A piedi nudi” (Edizioni Leucotea), è una serie molto fortunata, rimasta nei primi 100 posti della classifica “Amazon” per molto tempo, con il primo libro giunto alla settima ristampa ed il secondo già alla seconda, a soli venti giorni dalla sua uscita. Claudio Secci, autore eclettico con la propensione per il thriller, in questo percorso editoriale si sta dimostrando un’autentica rivelazione letteraria, per di più con un libro che voleva essere “transitorio”, pubblicato in attesa dell’uscita di progetti considerati più consistenti.

Le vicende che ruotano attorno alla figura atipica di Gisèle, ragazza molto bella quanto disadattata e schiva, conseguenza di numerosi traumi ricevuti, hanno appassionato migliaia di lettori e attirato l’attenzione di numerose riviste di settore e critici letterari.

“Questa seconda parte di “A piedi nudi” mi ha portato a scavare, ancora una volta, più in profondità. Nei miei limiti, nella mia creatività. Ho tanto da imparare, da ogni persona che incontro ogni giorno, e la vita mi regala splendide sorprese dietro agli occhi di persone a volte eccezionali che mi donano la loro positività – ha dichiarato l’autore - trasformarsi dalla Gisèle del primo episodio a quella del secondo, è dovere morale di ognuno di noi. La reazione emotiva seguita ai traumi che ci mettono alla prova nel nostro percorso, è ciò che siamo obbligati a praticare per non trasmettere le nostre negatività agli altri, con una presa di responsabilità enorme per chi deve dividere questi prati con noi. Fino all’ultimo respiro, se siamo al mondo, dobbiamo rispettare anche la luce degli altri”.

Il libro sarà presentato a breve nei luoghi in cui è stato girato il booktrailer, Villa Toso (Tonco - Asti), nonché al “Salone Internazionale del Libro” di Torino, il 12 maggio prossimo, dove verranno proiettate le migliori video-recensioni di professionisti del settore e saranno presenti alcuni ospiti, autori del Collettivo Scrittori Uniti, una nuova realtà culturale che in pochi mesi è diventata riferimento assoluto per gli autori emergenti di tutta Italia.

La formula è quella del presentare al pubblico e vendere i libri di tutti gli autori presenti: a differenza di altre realtà espositive, ogni autore per l’occasione si trasforma in venditore non solo del proprio lavoro, ma propone i libri di tutti i presenti in base al genere richiesto. In breve tempo, questa formula comunitaria che prevede la condivisione della spesa effettiva per le spese degli spazi espositivi fra gli autori aderenti, ha ricevuto un boom di richieste e oggi conta duecento autori nel suo vivaio. Una folta squadra di blog e media partner (Opinioni Librose, Un libro per amico, Storie Infinite e tanti altri) collaborano con il collettivo per promuovere gratuitamente gli autori. Tutte le altre iniziative promosse o a favore degli autori sono sempre e solo gratuite e a costo zero. In un mondo dove fare cultura diventa sempre più difficile, collaborare ed essere solidali gli uni con gli altri diventa fondamentale.

Video
Cultura
Il male si può vincere, ma non da soli
Il male si può vincere, ma non da soli
In Oltrebosco (ed. La Strada per Babilonia), lo scrittore Lorenzo Bosisio racconta la parabola di ragazzi che hanno perso la speranza in mondi ostili. Ma si può rinascere. Con l'aiuto di chi ha voluto incrociare uno sguardo sofferente
Come evolvono le mafie
la lezione del pm Pignatone
Come evolvono le mafie<br>la lezione del pm Pignatone
Università di Torino e Libera di Don Ciotti hanno ospitato la lectio magistralis del pm di Roma sul crimine organizzato e su come si va trasformando la Piovra in Italia ma non solo
Violenza sulle donne e uomini egoisti
Violenza sulle donne e uomini egoisti
Nel romanzo di Sonia Paolini "Beethoven's Silence...io sono Irina e sono Elise..." (ed. Lettere Animate) la storia di una giovane clandestina romena vittima di violenze e abusi. Il segreto di rinascere
La vita è, o può essere, bella anche da invalidi
La vita è, o può essere, bella anche da invalidi
L'autobiografia ("Io, vivace invalida senza frontiere") di Paola Giusti, 74 anni, che 16enne fu colpita da una disabilità motoria, racconta la sua vita straordinaria tra amori, lavoro, conflitti. Senza lamentarsi mai
Non solo web, di nuovo biblioteche
Non solo web, di nuovo biblioteche
Iniziativa contro-tendenza di una circoscrizione comunale di Torino che inaugura sabato "Quinta copertina", due sale di lettura con 6 mila libri, la prima sul territorio, a cura dei volontari dell'associazione SanTourin
La Casa delle Arti, nel cuore di Torino
La Casa delle Arti, nel cuore di Torino
Un nuovo polo culturale nel Borgo Medievale del Valentino dedicato ad Alfonso d'Andrade, fondato da due operatori ambizioni e combattivi, Enrica Merlo e Max Ponte. Il progetto e le idee
L'Italia è ancora (molto) omofoba
L
Nel romanzo "Un'altra metà" di Streusa si racconta come l'omofobia ancora si manifesta nella società e come combatterla in modo coraggioso, aperto e senza pregiudizi
Prima lo stalker s'innamora e poi odia
Prima lo stalker s
Nel romanzo "La rete" di Elisa Giobbi (ed. Stampa Alternativa) una storia drammatica che si ispira al diffuso fenomeno dello stalking. Tra condanne, immeritato perdono e continui cambi di scena
Follia è non avere paura
Follia è non avere paura
"Words" di Alessandro Gatta è un viaggio nell'autocoscienza, ma davvero senza filtri o limiti. La voce e la parola, gli artisti scelti come compagni di vita. Felici o infelici, il costo è sempre alto. Ma entusiasmante
Una donna libera (anche) in Marocco
Una donna libera (anche) in Marocco
La scrittrice marocchina Ilham Belfakir, nel romanzo "I miei perché" (Il Mulino Onlus Editore) racconta la vita di Zina che lotta faticosamente e con rabbia, come tante altre donne arabe, per libertà e tolleranza