Menti Insolite fa tappa a Torino

| Fra i primi appuntamenti del nuovo ciclo di incontri dell’Unione Industriale, fa il pieno di pubblico la presentazione del volume scritto a sei mani da Fabio Federici, Alessandro Meluzzi e Massimo Numa

+ Miei preferiti
Tappa torinese per “Menti Insolite”, il saggio che approfondisce cinque femminicidi visti dalle diverse angolazioni di chi indaga, chi è chiamato a ricostruire il blackout mentale e chi invece racconta le vicende sulle cronache dei giornali. Sono le sei mani di Fabio Federici, Alessandro Meluzzi e Massimo Numa: un colonnello dei Carabinieri e crime analyst, uno psichiatra e psicologo forense di grande fama e un giornalista che ha raccontato numerosi fatti di cronaca dall'Italia e dall'estero. Tutti e tre con una carriera in cui hanno tentato di risolvere, capire e descrivere decine di casi di cronaca che per mesi hanno catalizzato l’attenzione degli italiani. Un’occasione speciale per il professor Meluzzi, che proprio martedì 9 ha festeggiato il compleanno.

Accompagnati dal colonnello dei Carabinieri ed ex Comandante dei R.O.S. Benedetto Lauretti, e dalla giornalista di “Quarto Grado” Ilaria Mura, i tre autori sono stati ospiti di uno dei primi appuntamenti dell’autunno 2018 dei “Martedì Sera” dell’Unione Industriale, ormai storica e seguitissima occasione di approfondimento e di incontro con i protagonisti dell’attualità e della cultura, per tentare di capire i vari aspetti di una società in perenne mutamento.

“Menti Insolite” (Oligo Edizioni, collana “I Saggi”, 210 pagine, 20 euro), patrocinato dall’Associazione Nazionale Volontarie del “Telefono Rosa Onlus”, a cui sono devoluti i diritti delle vendite del volume, ricostruisce i casi difficili di Erika Preti, Sara di Pietrantonio, Maria Cristina Omes, Nadia Orlando e Roberta Ragusa: cinque donne uccise da coloro che consideravano gli uomini della loro vita, mariti o fidanzati con cui stavano costruendo un futuro oppure dividevano una casa e dei figli. Un volume diviso in tre parti: l’analisi del preoccupante fenomeno del femminicidio, la radiografia dettagliata dei cinque omicidi e le misure per tentare di arginare il fenomeno, a cominciare dalla convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza sulle donne e la violenza domestica.

Per gli oltre 200 presenti un’occasione per rivivere attraverso le parole dei tre autori i dettagli di vicende drammaticamente attuali. Aneddoti, particolari mai raccontati prima ma soprattutto gli sforzi immensi per arrivare a sgretolare il muro di chi quasi sempre si dichiara innocente, malgrado non possa esserci altra soluzione del quarto d’ora di follia cieca che non si spiega. Ma c’è e fa male.

Galleria fotografica
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 1
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 2
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 3
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 4
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 5
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 6
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 7
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 8
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 9
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 10
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 11
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 12
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 13
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 14
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 15
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 16
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 17
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 18
Menti Insolite fa tappa a Torino - immagine 19
Cultura
Sotto i gargoyle di Notre-Dame
Sotto i gargoyle di Notre-Dame
Non si tratta di statue esoteriche o misteriose, il loro scopo è quello di abbellire le grondaie della cattedrale. Sono sopravvissute all’incendio di metà aprile, come molte altre opere d’arte
Il male si può vincere, ma non da soli
Il male si può vincere, ma non da soli
In Oltrebosco (ed. La Strada per Babilonia), lo scrittore Lorenzo Bosisio racconta la parabola di ragazzi che hanno perso la speranza in mondi ostili. Ma si può rinascere. Con l'aiuto di chi ha voluto incrociare uno sguardo sofferente
Come evolvono le mafie
la lezione del pm Pignatone
Come evolvono le mafie<br>la lezione del pm Pignatone
Università di Torino e Libera di Don Ciotti hanno ospitato la lectio magistralis del pm di Roma sul crimine organizzato e su come si va trasformando la Piovra in Italia ma non solo
Violenza sulle donne e uomini egoisti
Violenza sulle donne e uomini egoisti
Nel romanzo di Sonia Paolini "Beethoven's Silence...io sono Irina e sono Elise..." (ed. Lettere Animate) la storia di una giovane clandestina romena vittima di violenze e abusi. Il segreto di rinascere
La vita è, o può essere, bella anche da invalidi
La vita è, o può essere, bella anche da invalidi
L'autobiografia ("Io, vivace invalida senza frontiere") di Paola Giusti, 74 anni, che 16enne fu colpita da una disabilità motoria, racconta la sua vita straordinaria tra amori, lavoro, conflitti. Senza lamentarsi mai
Non solo web, di nuovo biblioteche
Non solo web, di nuovo biblioteche
Iniziativa contro-tendenza di una circoscrizione comunale di Torino che inaugura sabato "Quinta copertina", due sale di lettura con 6 mila libri, la prima sul territorio, a cura dei volontari dell'associazione SanTourin
La Casa delle Arti, nel cuore di Torino
La Casa delle Arti, nel cuore di Torino
Un nuovo polo culturale nel Borgo Medievale del Valentino dedicato ad Alfonso d'Andrade, fondato da due operatori ambizioni e combattivi, Enrica Merlo e Max Ponte. Il progetto e le idee
L'Italia è ancora (molto) omofoba
L
Nel romanzo "Un'altra metà" di Streusa si racconta come l'omofobia ancora si manifesta nella società e come combatterla in modo coraggioso, aperto e senza pregiudizi
Prima lo stalker s'innamora e poi odia
Prima lo stalker s
Nel romanzo "La rete" di Elisa Giobbi (ed. Stampa Alternativa) una storia drammatica che si ispira al diffuso fenomeno dello stalking. Tra condanne, immeritato perdono e continui cambi di scena
Follia è non avere paura
Follia è non avere paura
"Words" di Alessandro Gatta è un viaggio nell'autocoscienza, ma davvero senza filtri o limiti. La voce e la parola, gli artisti scelti come compagni di vita. Felici o infelici, il costo è sempre alto. Ma entusiasmante