Le ragioni dei pastafariani

| Dopo i terrapiattisti, a rivendicare i loro diritti sono gli adepti del Mostro Volante degli Spaghetti, a cui un regista ha dedicato un documentario in cui spiegano com’è nato un universo un po’ “scotto”

+ Miei preferiti
Il prossimo anno, la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo si pronuncerà sul caso di Mienke de Wilde, una donna olandese che si sente trattata ingiustamente perché le autorità del suo paese le ha detto che non può indossare uno scolapasta di plastica sulla testa per la sua foto sui documenti. Una battaglia che ha molto in comune con quella di un ex deputato austriaco, Niko Alm, che indossa con orgoglio lo scolapasta sui suoi documenti ufficiali, ma insiste che il suo paese riconosca il “Pastafarianesimo” come una religione.

Mike Arthur, un regista indipendente americano, ha seguito le vicende giudiziarie dei due trasformandole in un intelligente, divertente e soprattutto stimolante documentario dedicato ai “Pastafari”, considerata la dottrina in più rapida ascesa negli Stati Uniti. Migliaia di persone affascinate dalla chiesa che venera il “Flying Spaghetti Monster”, in cui i credenti indossano scolapasta sulla testa in omaggio alla loro divinità e concludono le loro preghiere con “ramen” piuttosto che “amen”.

Sembra uno scherzo, e da un lato lo è, ma per molti Pastafariani, al contrario, credere che la loro fede incarni alcuni principi profondi, è qualcosa di molto serio.

“Viviamo nell’era dell'irragionevolezza – racconta il regista - non apprezziamo più l’idea migliore, ma la più forte. Dalla Brexit a Trump, applaudiamo la fede cieca e siamo scettici su chi cerca di convincerci del contrario. Il problema è il netto sopravvento dell’irrazionalità: forse è arrivato il momento di provare con un approccio diverso”.

E un approccio diverso, innegabilmente, è quello che la Church of Flying Spaghetti Monster offre: la chiesa è stata fondata nel 2005 da Bobby Henderson, che all’epoca lavorava come fisico, in risposta alle richieste dei fondamentalisti cristiani che chiedevano l’insegnamento del creazionismo nelle classi di scienze scolastiche del Kansas. In una dichiarazione d’intenti, Henderson sostiene che un invisibile mostro volante fatto di spaghetti ha creato l’universo, probabilmente dopo aver alzato il gomito, come spiegherebbero i molti difetti del pianeta.

Come altre religioni, la chiesa ha un vangelo e otto comandamenti che indicano modi di vivere felicemente la propria vita senza violare i diritti altrui, attraverso una morale basata sulla convivenza armoniosa e una condotta che evita i giudizi verso il prossimo.

Ma man mano che è cresciuta (ci sono Pastafariani dalla Polonia alla Nuova Zelanda, dall’Italia a Taiwan,) la chiesa è stata ufficialmente riconosciuta in almeno quattro paesi e ha iniziato a porsi domande più grandi: cos’è in realtà una religione? Chi può deciderlo? E perché la fede - o la sua mancanza - dovrebbe avere a che fare con i diritti?

“Ho iniziato pensando che fosse solo uno scherzo – racconta Derk Venema, un eloquente giurista olandese - ma più lo si guarda, più si capisce che tratta alcuni principi fondamentali. I tribunali olandesi hanno negato che abbia un messaggio serio, che invece ci sono: non violenza, tolleranza e amore reciproco, gli stessi principi di molte religioni consolidate”.

La Corte Europea ha già stabilito che, per ottenere il riconoscimento ufficiale, una religione deve essere “convincente, coerente, importante per i suoi seguaci e seria”. Su quest’ultimo punto, Venema è convinto che l’umorismo e l’allegria degli adepti del Flying Spaghetti Monster è semplicemente un modo più moderno per far passare il messaggio: “Il fatto che la chiesa sia divertente non significa che non è seria. Posso capire che tutto sembra molto strano, ma questo è il caso di molte fedi, in cui bisogna dare per buone persone che camminano sull’acqua o si dividono in tre, per esempio. Personalmente, trovo altre religioni altrettanto inverosimili”.

Inoltre, sostiene Venema, anche i teologi “non sono mai stati davvero in grado di concordare su ciò che costituisce una religione. Quindi per quale motivo uno stato dovrebbe decidere?

Cosa ancora più importante, in molte società la fede in una religione gode di alcuni privilegi: dal diritto di indossare un copricapo religioso sulla foto dei documenti nei Paesi Bassi alle scuole religiose nel Regno Unito e all’esenzione fiscale per le metropoli americane: “Se ci sono diritti speciali per i credenti, dovrebbero applicarsi a tutte le religioni”.

Galleria fotografica
Le ragioni dei pastafariani - immagine 1
Le ragioni dei pastafariani - immagine 2
Le ragioni dei pastafariani - immagine 3
Curiosità
Buonanotte alla guerra
Buonanotte alla guerra
L’esercito americano vara un nuovo manuale di addestramento che tocca alimentazione e preparazione fisica, ma per la prima volta include anche la pennichella quotidiana
Storia di un blocco di marmo che nessuno voleva
Storia di un blocco di marmo che nessuno voleva
Uscita dalle cave di Carrara e alta oltre cinque metri, la lastra viene lavorata da due scultori: il primo abbozza una figura ma rinuncia senza terminare l’opera. Il secondo non ritiene di poterla scolpire. Ma poi arriva Michelangelo e…
Cercasi fidanzata, offresi viaggio sulla Luna
Cercasi fidanzata, offresi viaggio sulla Luna
Il miliardario giapponese Yusaku Maezawa, nel 2023 volerà fino alla Luna con lo “SpaceX” di Elon Musk. Ma pieno di impegni, non ha tempo di trovarsi una fidanzata con cui dividere l’esperienza. Per rimediare, ha diffuso un annuncio
Greta, la ragazzina che arriva dal passato
Greta, la ragazzina che arriva dal passato
Una teoria del complotto basata sul ritrovamento di una vecchia foto scattata alla fine dell’800 in Canada, in cui una contadinella sembra la sosia perfetta della Thunberg
Venduta la villa del massacro di Manson
Venduta la villa del massacro di Manson
La residenza di Los Angeles dei coniugi LaBianca, uccisi da “The Family” la notte successiva a quella di Sharon Tate, è stata acquistata da un volto noto della televisione americana
Erano davvero bugie quelle della NASA?
Erano davvero bugie quelle della NASA?
A 50 anni dai primi (presunti) passi sulla Luna, continuano a serpeggiare le teorie del complotto che negano l’arrivo dell’uomo sul nostro satellite: le prove risalirebbero alla missione Apollo 1 finita in tragedia prima ancora di iniziare
Winbledon, il vegano Novak batte l'onnivoro Roger
Winbledon, il vegano Novak batte l
Sposa se stessa, con tutto il cuore
Sposa se stessa, con tutto il cuore
Un’imprenditrice brasiliana è salita sull’altare per ribadire l’amor proprio. L’agenzia che dirige ha creato i “matrimoni single” in cui non è più necessario essere in due
Meghan non è mai stata incinta
Meghan non è mai stata incinta
La nuova teoria complottistica che circola in rete è che la giovane coppia reale si sarebbe affidata ad una madre surrogata
Mangiare cibo con l’involucro
Mangiare cibo con l’involucro
È la nuova challenge che impazza fra gli adolescenti americani e viaggia via social: si mangia tutto, dalla buccia al cellophane