Poliziotto condannato per eccesso di velocità

| Nella rigidissima Svizzera, un agente è stato sanzionato con 600 franchi di multa perché avvicinandosi a dei rapinatori aveva spento sirena e lampeggiante, ma non limitato la velocità

+ Miei preferiti
La leggendaria precisione svizzera a volte può diventare un boomerang. Un incredibile episodio, che la dice lunga sulla rigidezza con cui vengono applicate le regole, è accaduto nel novembre del 2015 a Plan-les-Ouates, 10mila abitanti nel Canton Ginevra. Quella notte, una pattuglia della “Police Cantonale” risponde ad una chiamata della centrale per una rapina in corso: dei ladri in fuga dopo aver fatto saltare in aria uno sportello bancomat. Gli agenti si gettano all’inseguimento: sono le 03:45 del mattino, in giro poca gente ma in compenso autovelox e telecamere di sicurezza perfettamente attive. L’obiettivo della pattuglia, in contatto costante con la centrale, è impedire che l’auto con i malviventi riesca a raggiungere il confine facendo perdere le proprie tracce. L’inseguimento ha buon fine: i rapinatori catturati, il bottino restituito alla banca e per quella notte tutti a dormire. Ma qualche tempo dopo, l’agente alla guida si vede recapitare a casa un verbale in cui gli contestano di aver superato per due volte i limiti di velocità di altrettanti tratti stradali: la prima volta di 30 km/h, la seconda di 42.

Ma mentre per il primo è stata applicata l’esigenza di servizio, avendo l’auto sirena e lampeggiante accesi, non è stato così per la seconda, quando l’agente di fianco al guidatore ha deciso di spegnere ogni apparato per non mettere in allarme i malviventi. Da qui il verbale, con tanto di 600 franchi svizzeri di multa da pagare.

L’agente ha presentato ricorso, ma nella sentenza emessa in queste ore, l’alta corte di Losanna ha ricordato una legge in vigore fino al 31 luglio 2016 che prevede la non punibilità di un’auto di pubblica utilità a patto che fossero inseriti i dispositivi di riconoscimento. I magistrati hanno comunque riconosciuto le ragioni dell’avvenuto spegnimento di lampeggiante e sirena, ma a quel punto il conducente era tenuto a rispettare le norme stradali all’interno di una zona abitata, specie se non sussisteva un’urgenza immediata. Alla fine, fra cavilli e interpretazioni della legge, l’agente è stato condannato al pagamento della multa.

Curiosità
Meghan non è mai stata incinta
Meghan non è mai stata incinta
La nuova teoria complottistica che circola in rete è che la giovane coppia reale si sarebbe affidata ad una madre surrogata
Mangiare cibo con l’involucro
Mangiare cibo con l’involucro
È la nuova challenge che impazza fra gli adolescenti americani e viaggia via social: si mangia tutto, dalla buccia al cellophane
Trema Ferragni, arriva Iris
Trema Ferragni, arriva Iris
L'incredibile successo tra le adolescenti di Iris Ferrari, influencer con un seguito impressionante di follower. Il suo manager è Francesco Facchinetti. Libri e tournée. E soldi. Un padre: "Mia figlia è impazzita"
La donna con gli organi al contrario
La donna con gli organi al contrario
Una tranquilla signora dell’Oregon ha donato il proprio corpo alla scienza, e durante gli esami è emerso che fosse affetta da una rarissima forma di “situs invertus”
Il milionario cerca assistente
Il milionario cerca assistente
Dev’essere disposto/a a sacrifici come viaggiare e soggiornare in alberghi top in tutto il mondo. Sembra uno scherzo di cattivo gusto, in tempi di crisi, ma è la verità
Man of the Hole, l’ultimo eremita
Man of the Hole, l’ultimo eremita
Sfugge da ogni contatto con la civiltà: è l’ultimo sopravvissuto di una tribù massacrata trent'anni fa. Per proteggerlo, il governo brasiliano ha dichiarato la sua zona off-limit
Groundhog Day, la marmotta fa sperare
Groundhog Day, la marmotta fa sperare
La celebre marmotta Phil non ha visto la sua ombra e dunque la primavera in Usa arriverà presto. Ma non sempre il simpatico roditore azzecca le previsioni
Mafia Sounding, spaghetti & lupare
Mafia Sounding, spaghetti & lupare
Decine di locali in tutto il mondo accostano definizioni come Mafia, Camorra e Cosa Nostra ai piaceri della tavola. Uno stereotipo che diventa anche un grave danno d’immagine
Le strane richieste al Foreign Office UK
Le strane richieste al Foreign Office UK
Un anno intenso per il ministero degli esteri britannico, alle prese con temi internazionali, ma anche impegnato a rispondere a domande curiose
Milionario per tre minuti
Milionario per tre minuti
Uno svizzero ha sentito in televisione il proprio nome abbinato a un milione di franchi. Ma l’emittente ha invalidato tutto, spiegando che il sorteggio è da ripetere