Zapata, la tequila rivoluzionaria

| I discendenti del leggendario rivoluzionario messicano hanno ceduto i diritti del loro cognome per scopi commerciali

+ Miei preferiti
Emiliano Zapata muore ammazzato il 10 aprile del 1919: a premere il grilletto nella fattoria di Chinameca, dove è stato attirato, è il generale Jesus Guajardo, su preciso ordine del suo comandante, Pablo Gonzales Garza. Si chiudeva a 40 anni l’esistenza di “El Caudillo del sur”, il leggendario leader della rivoluzione messicana, figura centrale nella storia e nelle tradizioni del paese sudamericano.



Ultimo di dieci figli di una famiglia poverissima, aveva iniziato la lotta armata dieci anni prima, guidando la rivoluzione contro la povertà imposta dal dittatore Porfirio Diaz: il suo obiettivo, semplicemente ridare le terre ai peones, i contadini, gli ultimi degli ultimi. Come gli eroi veri, quelli che se proprio devono ammazzare non lo fanno per tornaconto personale, ma per quel senso di giustizia che almeno, ogni tanto, la natura concede a qualcuno.



A rendere immortale la sua storia ci aveva pensato Marlon Brando nel 1952, prestando il suo volto al rivoluzionario messicano in “Viva Zapata”, un’interpretazione che gli era valsa la nomination all’Oscar, a soli 28 anni, e la consacrazione della carriera.

Il motto di Zapata, ancora celebrato ovunque, era “Reforma, Literda, Justicia y Ley”, ma Emiliano aveva forse dimenticato di aggiungere un termine inglese che allora non aveva senso, e oggi invece fa girare il mondo: marketing.

I suoi discendenti pare abbiano firmato un sostanzioso contratto commerciale per rendere il cognome di famiglia, Zapata, un vero marchio, da moltiplicare a piacere ovunque: dalla tequila, che sembra destinata ad essere una delle prime declinazioni, ai sombrero, il tradizionale copricapo messicano che piace tanto ai turisti.

Galleria fotografica
Zapata, la tequila rivoluzionaria - immagine 1
Zapata, la tequila rivoluzionaria - immagine 2
Curiosità
Cercasi fidanzata, offresi viaggio sulla Luna
Cercasi fidanzata, offresi viaggio sulla Luna
Il miliardario giapponese Yusaku Maezawa, nel 2023 volerà fino alla Luna con lo “SpaceX” di Elon Musk. Ma pieno di impegni, non ha tempo di trovarsi una fidanzata con cui dividere l’esperienza. Per rimediare, ha diffuso un annuncio
Greta, la ragazzina che arriva dal passato
Greta, la ragazzina che arriva dal passato
Una teoria del complotto basata sul ritrovamento di una vecchia foto scattata alla fine dell’800 in Canada, in cui una contadinella sembra la sosia perfetta della Thunberg
Venduta la villa del massacro di Manson
Venduta la villa del massacro di Manson
La residenza di Los Angeles dei coniugi LaBianca, uccisi da “The Family” la notte successiva a quella di Sharon Tate, è stata acquistata da un volto noto della televisione americana
Erano davvero bugie quelle della NASA?
Erano davvero bugie quelle della NASA?
A 50 anni dai primi (presunti) passi sulla Luna, continuano a serpeggiare le teorie del complotto che negano l’arrivo dell’uomo sul nostro satellite: le prove risalirebbero alla missione Apollo 1 finita in tragedia prima ancora di iniziare
Winbledon, il vegano Novak batte l'onnivoro Roger
Winbledon, il vegano Novak batte l
Sposa se stessa, con tutto il cuore
Sposa se stessa, con tutto il cuore
Un’imprenditrice brasiliana è salita sull’altare per ribadire l’amor proprio. L’agenzia che dirige ha creato i “matrimoni single” in cui non è più necessario essere in due
Meghan non è mai stata incinta
Meghan non è mai stata incinta
La nuova teoria complottistica che circola in rete è che la giovane coppia reale si sarebbe affidata ad una madre surrogata
Mangiare cibo con l’involucro
Mangiare cibo con l’involucro
È la nuova challenge che impazza fra gli adolescenti americani e viaggia via social: si mangia tutto, dalla buccia al cellophane
Trema Ferragni, arriva Iris
Trema Ferragni, arriva Iris
L'incredibile successo tra le adolescenti di Iris Ferrari, influencer con un seguito impressionante di follower. Il suo manager è Francesco Facchinetti. Libri e tournée. E soldi. Un padre: "Mia figlia è impazzita"
La donna con gli organi al contrario
La donna con gli organi al contrario
Una tranquilla signora dell’Oregon ha donato il proprio corpo alla scienza, e durante gli esami è emerso che fosse affetta da una rarissima forma di “situs invertus”