Dombrovksis, l’Italia paga scelte sbagliate

| Il commissario europeo per la finanza accusa il governo in carica di non aver voluto ascoltare consigli e suggerimenti. Se deficit e debito pubblico non calano, si rischiano le procedure d’infrazione della UE

+ Miei preferiti
Valdis Dombrovskis, il vice presidente della Commissione Europea, è considerato un uomo schivo, gelosamente impegnato a tenere fuori dalla visibilità la propria famiglia. Lettone, classe 1971, è stato scelto da Jean-Claude Junker come commissario europeo per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e il mercato unico dei capitali. Un ruolo che Dombrovskis ha sempre applicato alla lettera con un’inflessibilità che a Bruxelles è considerata leggendaria.

Era stato lui, lo scorso ottobre, a firmare insieme a Pierre Moscovici la lettera con cui l’Italia veniva richiamata al rispetto dei vincoli europei su stabilità finanziaria e rigore nei conti pubblici.

Ora, in un’intervista concessa a “Bloomberg TV”, il vice presidente non usa mezze misure sull’ingarbugliata situazione economica italiana, fanalino di coda di un’Europa che arranca e reduce dall’approvazione del Def. Il primo consiglio agli italiani, come da mandato, è di ridurre debito e deficit per evitare di incorrere nelle regole di infrazione previste dalla UE: “È necessario proseguire nella riduzione del deficit di bilancio e del debito pubblico, che in rapporto al Pil è il secondo più alto della UE e al momento non sta scendendo. Se non accadesse esistono procedure di infrazione previste dalla UE, ma speriamo di evitare questo scenario. Dobbiamo vedere quali saranno i loro piani per gli anni a venire”.

Quindi Dombrovskis si lascia andare a giudizi che hanno un peso specifico piuttosto pesante: “Di tutti gli stati membri della UE, l’Italia ha vissuto il rallentamento più pronunciato e questo può essere attribuito alle decisioni del Governo italiano di mettere un deficit in aumento nella legge di bilancio del 2019, andando contro tutti i consigli. Alla fine Roma ha corretto notevolmente al ribasso le stime sul deficit, ma nel frattempo i danni all’economia ormai erano stati fatti: abbiamo visto gli spread aumentare e la fiducia diminuire colpendo negativamente gli investimenti in Italia”.

In pratica, se l’Italia s trova in queste condizioni è solo colpa del governo, che non ha voluto ascoltare nessuno degli allarmai lanciati nei mesi scorsi.

Indirettamente, gli risponde il premier Conte, anche lui attraverso alcune interviste concesse poche ore fa: “Sarebbe un errore ritrarsi in una logica di austerità che porterebbe conseguenze ancora più pesanti. Stiamo affrontando un quadro economico complicato, ma se guardiamo agli ultimi dati disponibili nel primo trimestre dell’anno, l’Italia sta mostrando una performance promettente. Dobbiamo perseguire con una politica che, in un quadro di sostenibilità finanziaria, preveda incentivi, semplificazioni, misure di sostegno alle imprese e all’occupazione. Fin qui abbiamo seminato, ora dobbiamo raccogliere i frutti”.

Economia
Morte e disperazione dietro la moda dei 'cristalli benefici'
Morte e disperazione dietro la moda dei
In Usa e in Europa dilaga la moda dei cristalli con presunti effetti magici. Ma vengono estratti nei paesi più poveri da adulti e bambini pagati pochissimo."Morti banche" per malattie e frane. Il caso Paltrow
I furbi che non vorrebbero pagare dazio
I furbi che non vorrebbero pagare dazio
Da un lato l’aggressivo Trump, dall’altro Xi Jinping che non si fa scrupoli nel replicare. Mai Cina e USA sono stati così ai ferri corti, con molti politologi convinti che nel mondo stia per iniziare un nuovo lungo periodo di guerra fredda
La Francia ci prova, tutti con il bio-etanolo
La Francia ci prova, tutti con il bio-etanolo
Bonus sino a 300 euro per convertire le auto a benzina all'uso del bio-etanolo, combustibile verde. Un piena di una Megane costa solo 20 euro. Il kit. di conversione da. 600 a 1200
Artigianato, in sei mesi sparite 6564 aziende
Artigianato, in sei mesi sparite 6564 aziende
L'impietosa analisi di Confartigianato sulla situazione di un settore in forte difficoltà. Ma anche qualche segnale positivo. In 10 anni perse 165mila unità produttive
Vincono i peronisti, Argentina in ginocchio
Vincono i peronisti, Argentina in ginocchio
Crollo del peso, borsa in caduta libera. In pericolo che gli accordo con FMI, torna l'incubo dei titoli di Stato. Il Paese verso la bancarotta
Blitz Quotidiano: 'Giornali in crisi, il peggiore è il Fatto di Travaglio'
Blitz Quotidiano:
La scelta di appoggiare il Movimento M5s e Di Maio penalizza in modo grave il giornale diretto da Marco Travaglio. In un anno ha perso il 25 per cento dei lettori in edicola. Ossessionato da Tav e altri fantasmi, non cambierà linea
Multa record e inchieste ma Facebook sale in borsa
Multa record e inchieste ma Facebook sale in borsa
Cinque miliardi di multa, la più alta mai comminata in USA e nuove inchieste in vista, sulla posizione dominate dei giganti del we. Ma il il caso Cambridge Analytics è già in archivia. Il mercato premia Facebook
Tesla, da gennaio -22%
Tesla, da gennaio -22%
Il titolo delude a Wall Street, che penalizza il marchio di Elon Musk, alle prese con un altro addio eccellente, quello del cofondatore J.B. Straubel
E il No Tav Toninelli? Per ora è incollato alla poltrona
E il No Tav Toninelli? Per ora è incollato alla poltrona
Il ministro delle "non" infrastrutture, Danilo Toninelli, fiero avversario della Tav, ha fatto il possibile per ritardare e bloccare i lavori. Ora, per coerenza, dovrebbe dimettersi. Lo farà?
Schiavi Amazon: 'Fai pipì nella bottiglia, non c'è tempo'
Schiavi Amazon:
Grande protesta internazionale in UK contro Amazon e Jeff Bezos: "Non siamo robot", urlano i dipendenti schiavizzati. I sindacati: "Donne incinte discriminate, turni massacranti". L'azienda: "Proteste immotivate"