Il club dei milionari che chiede più tasse

| Sono 83 fra le persone più ricche del pianeta, e hanno firmato una petizione in cui chiedono ai governi maggiori tassazioni sulle loro fortune. Nell’elenco nessun italiano

+ Miei preferiti
In un Paese come l’Italia, dove gli evasori rappresentano una piaga sociale difficile da arginare, suona come paradossale il “Millionaires for Humanity”, un gruppo di multimiliardari che oltre ad essersi riuniti – creando addirittura un sito ufficiale – chiedono di essere tassati più di quanto non lo siano tutt’ora.

È vero, i soldi non fanno la felicità, o forse c’è chi raggiunge un tale livello di denaro in banca da rendersi conto – come loro – che “L’umanità è più importante del nostro denaro: tassateci, tassateci, tassateci”.

I Millionaires for Humanity – 83 “paperoni” americani, tedeschi, olandesi e britannici (curiosamente: nessun italiano) - hanno appena firmato una petizione che sta facendo il giro del mondo in cui chiedono ai governi l’adozione di un “aumento fiscale permanente” sulle loro fortune. Una forma di altruismo che - si augurano i “rich-people” - possa servire a dare più risorse contro i mali odierni, a cominciare dal Covid-19 che sta mettendo a rischio l’umanità intera. Del gruppo fanno parte Abigail Disney, pronipote di Walt, Jerry Greenfeld, fondatore di “Ben & Jerry” e Richard Curtis, sceneggiatore di film di enorme successo come “Quattro matrimoni e un funerale”.

“Non siamo noi a guidare le ambulanze e a prenderci cura dei malati nei reparti di terapia intensiva. Non riforniamo gli scaffali e neanche consegniamo cibo porta a porta. Abbiamo un enorme debito nei confronti delle persone che lavorano in prima linea e soprattutto abbiamo molti soldi, che ora sono disperatamente necessari e continueranno ad esserlo negli anni a venire, mentre il nostro mondo tenta di riprendersi da questa crisi. A differenza di decine di milioni di persone in tutto il mondo, non dobbiamo preoccuparci di perdere il nostro lavoro, le nostre case o la nostra capacità di sostenere le nostre famiglie. Quindi, per favore, fateci pagare le tasse, è la scelta giusta e l’unica opzione possibile”.

Galleria fotografica
Il club dei milionari che chiede più tasse - immagine 1
Economia
In vendita i carrelli delle bibite per fare cassa
In vendita i carrelli delle bibite per fare cassa
In piena crisi di liquidità, la compagnia di bandiera australiana “Qantas” ha deciso di vendere i “bar carts” pieni di vino, snack e kit di cortesia. È stato un successo, ma anche la fine di un’epoca
L’economia cinese è in crescita
L’economia cinese è in crescita
È l’unica economia al mondo a mostrare chiari segni di ripresa e a registrare maggiore fiducia dei consumatori, aumento della produzione industriale e picchi di vendita di auto e immobili
L’Australia è in recessione
L’Australia è in recessione
Dopo tre decenni di crescita che l’avevano spinta fra le più sane economie del mondo, la pandemia e prima ancora la stagione dei devastanti incendi hanno ridotto il Pil, i consumi e il turismo
La Gran Bretagna potenza globale, l’incubo di BoJo
La Gran Bretagna potenza globale, l’incubo di BoJo
Il sogno del premier di liberarsi della UE per stringere accordi commerciali con il resto del mondo si sta infrangendo: la Brexit è vicina al "no deal", con gli Stati Uniti nulla di fatto e le tensioni con la Cina aumentano
Streets of London
Streets of London
Il Regno Unito riapre i battenti, ma la sua capitale – una delle metropoli più frizzanti del mondo - potrebbe non essere più la stessa. Tanti i settori in crisi, e tante le speranze, ma con due incognite: il ritorno del virus e la Brexit
I colossi dei cieli alle corde
I colossi dei cieli alle corde
British Airways pronta a mettere all’asta parte della propria collezione di opere d’arte, Lufthansa annuncia l’accordo con i sindacati per una forma di “disoccupazione parziale”
Le città a rischio post-pandemia
Le città a rischio post-pandemia
Uno studio realizzato per l’Anci ha valutato i settori produttivi delle 14 città metropolitane italiane, dando due parametri di perdita: una soft, l’altra hard
La Hertz verso la bancarotta
La Hertz verso la bancarotta
Il colosso mondiale dell’autonoleggio ha presentato istanza di fallimento: è l’ennesima vittima eccellente della pandemia, e anche un pessimo segnale per l’industria automobilistica mondiale
Lufthansa, perdite per un milione di euro all’ora
Lufthansa, perdite per un milione di euro all’ora
La principale compagnia aerea europea sta trattando un piano di salvataggio con il governo tedesco, ma gli analisti non sono convinti
UE: la pandemia potrebbe costare 60milioni di posti di lavoro
UE: la pandemia potrebbe costare 60milioni di posti di lavoro
Una società di consulenza americana ha pubblicato un report che fa il quadro dell’occupazione in UE e negli USA. Nel vecchio continente, se il virus non sarà messo sotto controllo, si rischia una perdita epocale di posti di lavoro