La Francia ci prova, tutti con il bio-etanolo

| Bonus sino a 300 euro per convertire le auto a benzina all'uso del bio-etanolo, combustibile verde. Un piena di una Megane costa solo 20 euro. Il kit. di conversione da. 600 a 1200

+ Miei preferiti

I media francesi sono entusiasti. Tutti parlano del bio-etanolo. Il pieno di una Megane costa solo 20 euro e da qui si capisce la siddisfazione. In teoria la conversione dalla benzina all’etanolo sembrerebbe facile. Da 700 a 1.600 euro. Questo è il prezzo di installazione di un kit di conversione del bioetanolo. In alcune regioni, come l'Hauts-de-France, il Grand Est o la Provenza-Alpi-Costa Azzurra, questo importo può essere quasi dimezzato: alcune autorità locali aiutano con un bonus gli automobilisti a convertire i loro veicoli a benzina in bioetanolo dotandoli di una scatola E85. Dal 1° gennaio, negli Hauts-de-France, tutte le auto a benzina di età compresa tra i 2 e i 18 anni ne possono beneficiare, che è limitato a un massimo di 300 euro. "Vogliamo premiare tutti coloro che scelgono di guidare con carburante verde", spiega Frédéric Nihous, consigliere regionale (LR) per gli Hauts-de-France, delegato per la politica energetica e la transizione energetica.

Il messaggio è stato ricevuto dagli automobilisti del nord della Francia? Dall'inizio dell'anno sono già state erogate oltre 400 sovvenzioni. La ciliegina sulla torta: 80 veicoli della Regione utilizzati dai funzionari locali sono dotati di un box E85! Alcuni comuni hanno inoltre introdotto aiuti per l'acquisto di una scatola E85, come ad esempio le città di Mornant (Rodano) o La Tour-du-Pin (Isère). Questi comuni adeguano il premio di conversione in funzione del reddito delle famiglie che lo richiedono, fissando un massimale di 500 euro.

Economia
La crisi dell’impero di Topolino
La crisi dell’impero di Topolino
La colossale “Walt Disney Company” ha annunciato di dover rivedere al rialzo il numero di licenziamenti previsti: parchi a tema e cinema chiusi costeranno il lavoro a 32.000 dipendenti
Disney, 28mila dipendenti a casa
Disney, 28mila dipendenti a casa
Si tratta soprattutto di contratti part-time di personale delle divisioni parchi e resort, costretti alla chiusura da troppi mesi. L’utile operativo è sceso del 58% rispetto al 2019, con un miliardo di dollari di perdite
In vendita i carrelli delle bibite per fare cassa
In vendita i carrelli delle bibite per fare cassa
In piena crisi di liquidità, la compagnia di bandiera australiana “Qantas” ha deciso di vendere i “bar carts” pieni di vino, snack e kit di cortesia. È stato un successo, ma anche la fine di un’epoca
L’economia cinese è in crescita
L’economia cinese è in crescita
È l’unica economia al mondo a mostrare chiari segni di ripresa e a registrare maggiore fiducia dei consumatori, aumento della produzione industriale e picchi di vendita di auto e immobili
L’Australia è in recessione
L’Australia è in recessione
Dopo tre decenni di crescita che l’avevano spinta fra le più sane economie del mondo, la pandemia e prima ancora la stagione dei devastanti incendi hanno ridotto il Pil, i consumi e il turismo
La Gran Bretagna potenza globale, l’incubo di BoJo
La Gran Bretagna potenza globale, l’incubo di BoJo
Il sogno del premier di liberarsi della UE per stringere accordi commerciali con il resto del mondo si sta infrangendo: la Brexit è vicina al "no deal", con gli Stati Uniti nulla di fatto e le tensioni con la Cina aumentano
Il club dei milionari che chiede più tasse
Il club dei milionari che chiede più tasse
Sono 83 fra le persone più ricche del pianeta, e hanno firmato una petizione in cui chiedono ai governi maggiori tassazioni sulle loro fortune. Nell’elenco nessun italiano
Streets of London
Streets of London
Il Regno Unito riapre i battenti, ma la sua capitale – una delle metropoli più frizzanti del mondo - potrebbe non essere più la stessa. Tanti i settori in crisi, e tante le speranze, ma con due incognite: il ritorno del virus e la Brexit
I colossi dei cieli alle corde
I colossi dei cieli alle corde
British Airways pronta a mettere all’asta parte della propria collezione di opere d’arte, Lufthansa annuncia l’accordo con i sindacati per una forma di “disoccupazione parziale”
Le città a rischio post-pandemia
Le città a rischio post-pandemia
Uno studio realizzato per l’Anci ha valutato i settori produttivi delle 14 città metropolitane italiane, dando due parametri di perdita: una soft, l’altra hard