Morte e disperazione dietro la moda dei 'cristalli benefici'

| In Usa e in Europa dilaga la moda dei cristalli con presunti effetti magici. Ma vengono estratti nei paesi più poveri da adulti e bambini pagati pochissimo."Morti banche" per malattie e frane. Il caso Paltrow

+ Miei preferiti
La domanda di cristalli "curativi" è in forte crescita in Usa e in Europa ma molti sono estratti in condizioni mortali nei paesi più poveri del mondo. E ci sono poche prove che questa industria da un miliardo di dollari stia adottando regole eque per i lavoratori. A febbraio, i cristalli hanno colonizzato Tucson. Si distribuiscono tra parcheggi e sterrati, cortili di motel e sentieri autostradali, centri commerciali a strisce e bar di hamburger. Sotto le tende e le tettoie, blocco dopo blocco, riposava ogni tipo di pietra immaginabile: i pastelli di angelo opaco e sapone; epidoto scuro e muschiato; tormalina striata di rosso e verde. C'erano enormi pezzi da tavola che si vendevano per decine di migliaia di dollari, grumi di quarzo rosa per 100 dollari, uova di cristallo per 1,50 dollari. Cristalli sono stati impilati su cristalli, riempiendo vassoi di plastica, scolpiti in ogni forma possibile: coltelli, peni, vasche da bagno, angeli, uccelli del paradiso. Più di 4.000 venditori di cristalli, in questo festival impazzito, minerali e pietre preziose, erano venuti a vendere i loro prodotti. Si aspettavano più di 50.000 clienti, dagli appassionati della nuova era con dreadlocks spessi e magliette, ai galleristi, agli uomini d'affari e ai grandi grossisti. Gli affari fatti qui avrebbero determinato il destino di decine di migliaia di tonnellate di cristalli, spedendoli attraverso gli Stati Uniti e l'Europa in musei e gallerie, centri di cura dei cristalli e di yoga, rivenditori di benessere e negozi Etsy.

FENOMENO GLOBALE

Cinque anni fa, i cristalli non erano un grosso problema. Ora, alimentati dalla lucrativa combinazione di estetica social media-friendly, spiritualità cosmica sono passati da una stranezza di nicchia associata al patchouli e al velluto a un fenomeno di consumo globale. Su Instagram, gli hashtag per #cristalli e #cristalli di guarigione spuntano nelle decine di milioni di persone. Nel 2017, il New York Times ha annunciato "il grande boom dei cristalli" e nel 2018 Hello! li ha descritti come il più grande trend di salute e benessere dell'anno. Venduti come lampade, sex toys, massaggiatori facciali o "uova vaginali" spalancate dall'impero dello stile di vita di Gwyneth Paltrow Goop, ora c'è un cristallo per ogni occasione possibile. Anche Kim Kardashian ha abbracciato i cristalli curativi. La modella Miranda Kerr ha detto che filtra tutti i suoi prodotti per la cura della pelle attraverso il quarzo rosa "per dare la vibrazione dell'amore di sé”.

Negli Stati Uniti, la domanda di cristalli e pietre preziose all'estero è raddoppiata negli ultimi tre anni e le importazioni di quarzo idem dal 2014. Daniel Trinchillo, proprietario di Fine Minerals International, una concessionaria di cristallo di alta gamma, ha detto che la sua attività fa tra i 30 e i 40 milioni di dollari di vendite all'anno. Trinchillo si rivolge a una coorte crescente di celebrità, collezionisti e acquirenti di investimenti che vogliono cristalli rari e preziosi. Il pezzo singolo più costoso che ha venduto è andato per 6 milioni di dollari, ma sa di alcuni che hanno venduto per 10 milioni di dollari. Trinchillo stima che i rivenditori di fascia alta ora rappresentano circa 500 milioni di dollari di vendite annuali. Includere l'estremità più bassa, ha detto, e si sta parlando di un altamente redditizio, industria multimiliardaria.

"SONO FONTI DI ENERGIA POSITIVA"

 

I credenti dicono che i cristalli conducono l'energia ambientale - come torri telefoniche in miniatura che captano i segnali e li incanalano verso l'utente - riequilibrando così le energie maligne, curando il corpo e la mente. L'anno scorso, Paltrow ha affrontato (e risolto) una causa pubblicitaria ingannevole per aver sostenuto che i cristalli d'uovo vaginali di Goop avevano il potere di bilanciare gli ormoni e regolare i cicli mestruali. Ma ancora, l'ascesa dei cristalli continua. Nonostante questa crescita esplosiva, il modo in cui opera l'industria del cristallo ha ampiamente evitato un attento esame.

Il Madagascar è uno dei paesi più poveri del mondo, ma sotto il suo suolo si trova uno scrigno di tesori ben fornito. Quarzo rosa e ametista, tormalina e citrino, labradorite e corniola: Il Madagascar li ha tutti. Le gemme e i metalli preziosi sono state le esportazioni del paese in più rapida crescita nel 2017, con un aumento del 170% dal 2016 a 109 milioni di dollari. Questo paese insulare di 25 milioni di persone si affianca oggi a nazioni molto più grandi, come l'India, il Brasile e la Cina, come produttore chiave di cristalli per il mondo. E in un paese in cui le infrastrutture, il capitale e la regolamentazione del lavoro sono tutti scarseggianti, sono i corpi umani piuttosto che i macchinari a tirare i cristalli dalla terra. Mentre in Madagascar operano alcune grandi compagnie minerarie, oltre l'80% dei cristalli viene estratto "artigianalmente", cioè da piccoli gruppi e famiglie, senza regolamentazione, che vengono pagati a prezzi bassissimi.

I MORTI E GLI SFRUTTATI DEL MADAGASCAR

 Il quarzo rosa sui vostri scaffali proviene IN gran oaprte dalla regione  Anjoma Ramartina del Madagascar. Una collezione di villaggi che si trova in cima ad alcuni dei più grandi giacimenti di quarzo rosa del Madagascar, a un giorno di macchina dalla capitale Antanananarivo. Many Jean Rahandrinimaro, vice sindaco di Anjoma Ramartina, affondato in un divano in vinile nero. "Cristallo, ametista, quarzo rosa", ha detto. "Tutto tranne gli zaffiri e i rubini, li abbiamo qui." Ha posto alcune pietre sul tavolo di legno di fronte a lui: quarzo chiaro lucido e ametista viola. Ha stimato che da una popolazione di circa 10.000 persone, fino a un quarto della popolazione locale ora dipendeva dalle miniere per un certo reddito. Tra due e quattro uomini morirono ogni anno nelle cave di cristallo che circondano questo villaggio, ha detto - solo due l'anno scorso, ma spesso erano tre o quattro. "A volte è molto pericoloso, "C'è la possibilità di una frana La terra cade su di loro e loro muoiono”. Le rocce frantumate creano polvere fine e le particelle di quarzo possono penetrare in profondità nei polmoni aumentando il rischio di cancro ai polmoni e silicosi. Anche il lavoro minorile è molto diffuso: il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti e l'Organizzazione Internazionale del Lavoro stimano che circa 85.000 bambini lavorano nelle miniere del Madagascar. La moda in Usa e in Occidente, Italia compresa, si lascia alle spalle miseria, disperazione e morti bianche.  Sino a quando non verranno stabilite regole chiare sui mercati.

*Vedi il reportage completo sul Guardian on line di Tess Mc Clure

 

Economia
Disney, 28mila dipendenti a casa
Disney, 28mila dipendenti a casa
Si tratta soprattutto di contratti part-time di personale delle divisioni parchi e resort, costretti alla chiusura da troppi mesi. L’utile operativo è sceso del 58% rispetto al 2019, con un miliardo di dollari di perdite
In vendita i carrelli delle bibite per fare cassa
In vendita i carrelli delle bibite per fare cassa
In piena crisi di liquidità, la compagnia di bandiera australiana “Qantas” ha deciso di vendere i “bar carts” pieni di vino, snack e kit di cortesia. È stato un successo, ma anche la fine di un’epoca
L’economia cinese è in crescita
L’economia cinese è in crescita
È l’unica economia al mondo a mostrare chiari segni di ripresa e a registrare maggiore fiducia dei consumatori, aumento della produzione industriale e picchi di vendita di auto e immobili
L’Australia è in recessione
L’Australia è in recessione
Dopo tre decenni di crescita che l’avevano spinta fra le più sane economie del mondo, la pandemia e prima ancora la stagione dei devastanti incendi hanno ridotto il Pil, i consumi e il turismo
La Gran Bretagna potenza globale, l’incubo di BoJo
La Gran Bretagna potenza globale, l’incubo di BoJo
Il sogno del premier di liberarsi della UE per stringere accordi commerciali con il resto del mondo si sta infrangendo: la Brexit è vicina al "no deal", con gli Stati Uniti nulla di fatto e le tensioni con la Cina aumentano
Il club dei milionari che chiede più tasse
Il club dei milionari che chiede più tasse
Sono 83 fra le persone più ricche del pianeta, e hanno firmato una petizione in cui chiedono ai governi maggiori tassazioni sulle loro fortune. Nell’elenco nessun italiano
Streets of London
Streets of London
Il Regno Unito riapre i battenti, ma la sua capitale – una delle metropoli più frizzanti del mondo - potrebbe non essere più la stessa. Tanti i settori in crisi, e tante le speranze, ma con due incognite: il ritorno del virus e la Brexit
I colossi dei cieli alle corde
I colossi dei cieli alle corde
British Airways pronta a mettere all’asta parte della propria collezione di opere d’arte, Lufthansa annuncia l’accordo con i sindacati per una forma di “disoccupazione parziale”
Le città a rischio post-pandemia
Le città a rischio post-pandemia
Uno studio realizzato per l’Anci ha valutato i settori produttivi delle 14 città metropolitane italiane, dando due parametri di perdita: una soft, l’altra hard
La Hertz verso la bancarotta
La Hertz verso la bancarotta
Il colosso mondiale dell’autonoleggio ha presentato istanza di fallimento: è l’ennesima vittima eccellente della pandemia, e anche un pessimo segnale per l’industria automobilistica mondiale