Schiavi Amazon: 'Fai pipì nella bottiglia, non c'è tempo'

| Grande protesta internazionale in UK contro Amazon e Jeff Bezos: "Non siamo robot", urlano i dipendenti schiavizzati. I sindacati: "Donne incinte discriminate, turni massacranti". L'azienda: "Proteste immotivate"

+ Miei preferiti

I lavoratori di Amazon devono urinare in bottiglie di plastica piuttosto che andare in bagno durante i turni. Troppo distanti le toilette dalla piattaforma e non ci si può fermare per andare in bagno.Lo denuncia una folla di manifestanti contro il gigante di Internet in tutto il Regno Unito per chiedere il miglioramento delle condizioni dei lavoratori. Le dimostrazioni si sono tenute a Milton Keynes, Rugeley, Swansea, Peterborough, Warrington, Coventry e Doncaster. Coordinati dal sindacato generale della GMB hanno anche chiesto che Amazon paghi un contributo fiscale "reale e sostanziale". Portano striscioni e cartelli che dicono al proprietario - e all'uomo più ricco del mondo - Jeff Bezos: "We Are Not Robots".

I funzionari dell'Unione affermano che stanno intervenendo dopo che negli ultimi quattro anni sono state presentate oltre 600 denunce contro Amazon all'Health and Safety Executive .

Un portavoce ha detto: "Compresa quella che racconta come i lavoratori siano costretti ad usare bottiglie di plastica per urinare invece di andare in bagno, e le donne incinte costrette a stare in piedi per ore e prese di mira per il licenziamento”. Ai manifestanti si sono uniti alla protesta Jack Dromey, deputato laburista di Birmingham Erdington, e sei membri dell'Unione spagnola del CCOOO, che hanno colpito per le stesse pessime condizioni di lavoro.

Altri picchetti hanno già avuto luogo in Germania, Polonia e Stati Uniti questa settimana, in coincidenza con quello che l'azienda chiama Amazon Prime Day, quando ai clienti vengono offerti grandi sconti. Steve Garelick, organizzatore regionale della GMB, ha dichiarato che il sindacato è "desideroso di vedere un cambiamento radicale, lavorare con un sindacato porta benefici”. Ha aggiunto: "Fino a quando non vedremo un miglioramento della situazione dei lavoratori, continueremo a protestare".

Ma un portavoce di Amazon replica: "Questi gruppi stanno facendo credere che la disinformazione sia a loro favore, mentre in realtà offriamo già le cose che pretendono di essere la loro causa - stipendi leader del settore, benefit e un luogo di lavoro sicuro per i nostri dipendenti. Possiamo solo concludere che le persone che partecipano agli eventi non sono semplicemente informate.  Incoraggiamo tutti a prenotare un tour di uno dei nostri centri di realizzazione e a confrontare la nostra retribuzione complessiva, i benefici e l'ambiente di lavoro con altri rivenditori e i principali datori di lavoro in tutto il paese".

 
Economia
Morte e disperazione dietro la moda dei 'cristalli benefici'
Morte e disperazione dietro la moda dei
In Usa e in Europa dilaga la moda dei cristalli con presunti effetti magici. Ma vengono estratti nei paesi più poveri da adulti e bambini pagati pochissimo."Morti banche" per malattie e frane. Il caso Paltrow
I furbi che non vorrebbero pagare dazio
I furbi che non vorrebbero pagare dazio
Da un lato l’aggressivo Trump, dall’altro Xi Jinping che non si fa scrupoli nel replicare. Mai Cina e USA sono stati così ai ferri corti, con molti politologi convinti che nel mondo stia per iniziare un nuovo lungo periodo di guerra fredda
La Francia ci prova, tutti con il bio-etanolo
La Francia ci prova, tutti con il bio-etanolo
Bonus sino a 300 euro per convertire le auto a benzina all'uso del bio-etanolo, combustibile verde. Un piena di una Megane costa solo 20 euro. Il kit. di conversione da. 600 a 1200
Artigianato, in sei mesi sparite 6564 aziende
Artigianato, in sei mesi sparite 6564 aziende
L'impietosa analisi di Confartigianato sulla situazione di un settore in forte difficoltà. Ma anche qualche segnale positivo. In 10 anni perse 165mila unità produttive
Vincono i peronisti, Argentina in ginocchio
Vincono i peronisti, Argentina in ginocchio
Crollo del peso, borsa in caduta libera. In pericolo che gli accordo con FMI, torna l'incubo dei titoli di Stato. Il Paese verso la bancarotta
Blitz Quotidiano: 'Giornali in crisi, il peggiore è il Fatto di Travaglio'
Blitz Quotidiano:
La scelta di appoggiare il Movimento M5s e Di Maio penalizza in modo grave il giornale diretto da Marco Travaglio. In un anno ha perso il 25 per cento dei lettori in edicola. Ossessionato da Tav e altri fantasmi, non cambierà linea
Multa record e inchieste ma Facebook sale in borsa
Multa record e inchieste ma Facebook sale in borsa
Cinque miliardi di multa, la più alta mai comminata in USA e nuove inchieste in vista, sulla posizione dominate dei giganti del we. Ma il il caso Cambridge Analytics è già in archivia. Il mercato premia Facebook
Tesla, da gennaio -22%
Tesla, da gennaio -22%
Il titolo delude a Wall Street, che penalizza il marchio di Elon Musk, alle prese con un altro addio eccellente, quello del cofondatore J.B. Straubel
E il No Tav Toninelli? Per ora è incollato alla poltrona
E il No Tav Toninelli? Per ora è incollato alla poltrona
Il ministro delle "non" infrastrutture, Danilo Toninelli, fiero avversario della Tav, ha fatto il possibile per ritardare e bloccare i lavori. Ora, per coerenza, dovrebbe dimettersi. Lo farà?
Via libera per un mercato comune africano
Via libera per un mercato comune africano
Si chiama African Continental Free Trade Area l’accordo appena siglato a Niamey che fa da apripista alla concreta possibilità di libera circolazione di beni e servizi nel continente. Ma la strada da percorrere è ancora decisamente lunga