Verso l’aumento dell’Iva

| L’esecutivo diviso a metà fra chi la considera una soluzione possibile e chi invece assicura che non ci sarà. Ma l’ipotesi è già racchiusa nelle clausole di salvaguardia

+ Miei preferiti
Dal governo assicurano che l’Iva non aumenterà, ma anche se “l’anno bellissimo” promesso dal premier Conte è stato archiviato come battuta, la strada che porta un aumento dell’imposta sul valore aggiunto sembra sempre più stretta. E inevitabile.

Nessuna manovra correttiva, nessuna patrimoniale e nessun aumento dell’Iva secondo Di Maio e Salvini, mentre il titolare del dicastero dell’economica, Giovanni Tria, ammette che per lui sarebbe la soluzione migliore. L’ha detto da New York, a margine del vertice del Fondo Monetario Internazionale, dove aveva tentato di difendere “il caso Italia” davanti al resto del mondo.

Ammissione o meno, l’ipotesi dell’aumento dell’Iva è racchiusa nelle clausole di salvaguardia, quindi tecnicamente possibile e perfino automatica. La Ragioneria dello Stato ha certificato un aumento delle spese nel triennio pari a 133 miliardi di euro, di cui 95 alla voce “lavoro e pensioni”.

L’effetto del passaggio dell’Iva ridotta dal 10 al 13% e di quella ordinaria dal 22 al 26,5%, assicurano gli esperti, avrebbe un impatto deleterio sull’economia italiana, malata grave da tempo immemore e con complicazioni subentrate di recente a complicare lo stato di salute, come Quota 100 e il Reddito di Cittadinanza, le due bandiere degli azionisti di governo, volute ad ogni costo, a scapito dei conti che non tornavano e continuano a non tornare.

Il Codacons ha iniziato a fare i conti, valutando l’ipotesi in un aggravio annuale pari a circa 1.200 euro a famiglia, e solo considerando gli aumenti diretti, senza quindi considerare quelli che applicherebbero industrie, energia, trasporti e imprese.

Andando sul pratico, il caffè passerebbe da 90 a 93 centesimi, una margherita da 6,85 a 7,04, uno smartphone da 799 a 828 euro. Stessa sorte toccherà ad una vera valanga di beni di largo consumo: dal bar alla tintoria, dalle bollette al cinema, dalla pizzeria alle automobili.

Economia
La Francia ci prova, tutti con il bio-etanolo
La Francia ci prova, tutti con il bio-etanolo
Bonus sino a 300 euro per convertire le auto a benzina all'uso del bio-etanolo, combustibile verde. Un piena di una Megane costa solo 20 euro. Il kit. di conversione da. 600 a 1200
Artigianato, in sei mesi sparite 6564 aziende
Artigianato, in sei mesi sparite 6564 aziende
L'impietosa analisi di Confartigianato sulla situazione di un settore in forte difficoltà. Ma anche qualche segnale positivo. In 10 anni perse 165mila unità produttive
Vincono i peronisti, Argentina in ginocchio
Vincono i peronisti, Argentina in ginocchio
Crollo del peso, borsa in caduta libera. In pericolo che gli accordo con FMI, torna l'incubo dei titoli di Stato. Il Paese verso la bancarotta
Blitz Quotidiano: 'Giornali in crisi, il peggiore è il Fatto di Travaglio'
Blitz Quotidiano:
La scelta di appoggiare il Movimento M5s e Di Maio penalizza in modo grave il giornale diretto da Marco Travaglio. In un anno ha perso il 25 per cento dei lettori in edicola. Ossessionato da Tav e altri fantasmi, non cambierà linea
Multa record e inchieste ma Facebook sale in borsa
Multa record e inchieste ma Facebook sale in borsa
Cinque miliardi di multa, la più alta mai comminata in USA e nuove inchieste in vista, sulla posizione dominate dei giganti del we. Ma il il caso Cambridge Analytics è già in archivia. Il mercato premia Facebook
Tesla, da gennaio -22%
Tesla, da gennaio -22%
Il titolo delude a Wall Street, che penalizza il marchio di Elon Musk, alle prese con un altro addio eccellente, quello del cofondatore J.B. Straubel
E il No Tav Toninelli? Per ora è incollato alla poltrona
E il No Tav Toninelli? Per ora è incollato alla poltrona
Il ministro delle "non" infrastrutture, Danilo Toninelli, fiero avversario della Tav, ha fatto il possibile per ritardare e bloccare i lavori. Ora, per coerenza, dovrebbe dimettersi. Lo farà?
Schiavi Amazon: 'Fai pipì nella bottiglia, non c'è tempo'
Schiavi Amazon:
Grande protesta internazionale in UK contro Amazon e Jeff Bezos: "Non siamo robot", urlano i dipendenti schiavizzati. I sindacati: "Donne incinte discriminate, turni massacranti". L'azienda: "Proteste immotivate"
Via libera per un mercato comune africano
Via libera per un mercato comune africano
Si chiama African Continental Free Trade Area l’accordo appena siglato a Niamey che fa da apripista alla concreta possibilità di libera circolazione di beni e servizi nel continente. Ma la strada da percorrere è ancora decisamente lunga
Facebook, multa record: 5 miliardi
Facebook, multa record: 5 miliardi
Lo ha deciso la Federal Trade Commission, con l'appoggio dei repubblicani e il no dei Dem. E' la più alta mai contestata. Al centro il caso Cambridge Analytics. Manca ancora un passaggio