Carceri-horror, scabbia e ovuli pieni di droga

| A Torino quindici detenute in isolamento per la scabbia, a Poggioreale un detenuto arrestato da poche ore scoperto con 45 ovuli di droga nella pancia. Osapp: "Sistema in tilt, ora anche problemi igienico-sanitari"

+ Miei preferiti

“Dal 9 luglio, per motivi sanitari legati ad un probabile contagio da scabbia, circa quindici detenute sarebbero state poste in osservazione e isolate dalle compagne”. Accade alle Vallette di Torino e il segretario generale dell’Osapp, Leo Beneduci, attacca: “Abbiamo esaurito qualsiasi espressione che denoti stupore o disgusto nel descrivere quanto sta accadendo nelle carceri italiane di questi tempi, tenuto conto che anche quest’ultimo evento denota l’assoluta disorganizzazione di un sistema che dovrebbe produrre maggiore sicurezza per la collettività e che invece a Torino, come altrove, ingenera incertezza anche dal punto di vista sanitario”.

Da Torino a Poggioreale.

Al'interno del Padiglione Livorno del carcere di Napoli-Poggioreale, durante un normale giro di controllo, un detenuto in isolamento per problemi psichiatrici e arrestato per resistenza ed oltraggio, sembrava in preda a uno stato di profondo malessere. Aveva nello stomaco 45 ovuli con oltre mezzo chilo di droga.

Ancora Beneduci: "Possiamo solo immaginare quello che poteva accadere qualora la sostanza stupefacente recuperata fosse stata smerciata e consumata all'interno del carcere napoletano. Purtroppo spesso non ci si rende conto del fatto che i soggetti che entrano in carcere continuano a presentare gli stessi elementi di pericolosità manifestati nella vita all’esterno. Un grazie agli operatori che sono riusciti a intervenire con successo nell’ambito della prevenzione”.

Emergenza Carceri
Drone-postino vola sul carcere
con telefoni e droga per i detenuti
Drone-postino vola sul carcere<br>con telefoni e droga per i detenuti
Un maldestro pilota ha tentato di far arrivare stupefacenti e smartphone a un detenuto nel carcere di Taranto. Il velivolo ha urtato dei fili ed è caduto. Beneduci, Osapp: "Deliquenti più tecnologici del Dap"
Carceri allo sfascio, veleni e tensioni
Carceri allo sfascio, veleni e tensioni
Battute al vetriolo tra un funzionario sotto indagine per straordinari contestati e un sindacalista che si era occupato della vicenda. Ma dagli archivi l'eco di vecchie indagini, con arresti e accuse gravi
Rissa tra detenuti, altro agente ferito
Rissa tra detenuti, altro agente ferito
E' accaduto nel carcere di Sollicciano a Firenze. L'agente ferito a un polso. Denuncia Osapp: "Clima di violenza, mancano uomini e norme efficaci"
"Adesso almeno i miei figli sono liberi"
"Adesso almeno i miei figli sono liberi"
Morto anche il secondo bambino gettato dalle scale dalla madre detenuta a Rebibbia. Sospesa la responsabile della sezione nido. Inutile il gesto coraggioso di un agente che aveva cercato di salvare il piccolo. Si cerca il padre
Voleva sgozzare agente con una lametta
Voleva sgozzare agente con una lametta
Ancora violenza nelle carcere contro gli agenti della polizia penitenziaria. Un detenuto sudamericano, già protagonista di altri episodi di violenza, ha aggredito quattro agenti. Denuncia Osapp
"Caro ministro, il carcere di Aosta è allo sfascio..."
"Caro ministro, il carcere di Aosta è allo sfascio..."
Lettera aperta alle istituzioni sullo stato del carcere di Aosta. La firma il vice-segretario regionale Osapp Carmelo Passafiume. Dalla legionella alla scarsa disciplina dei carcerati, tra ritardi e polemiche
Dacci oggi l'aggressione quotidiana: feriti 2 agenti
Dacci oggi l
A Sanremo un detenuto per omicidio spacca la mascella a un agente con un pugno e ne ferisce un altro. Osapp: "Vertici inadeguati e permissivismo, riformare subito la polizia penitenziaria"
Mundialito in carcere, vince il Sudamerica
Mundialito in carcere, vince il Sudamerica
Maxi-rissa tra detenuti sudamericani e maghrebini nel carcere d'Aosta. Telefonia in cella in Liguria. Porte girevoli, tre evasi in poche ore
Detenuto 41bis spacca naso ad agente
Detenuto 41bis spacca naso ad agente
Ancora violenza nelle carceri ai danni degli agenti della polizia penitenziaria. La vittima è un sovrintendente, colpito in pieno volto senza motivo. Osapp: "Colpa del permissivismo"
Ancora un suicidio in carcere
Ancora un suicidio in carcere
Detenuto extracomunitario 43enne s'è impiccato a Ivrea nella notte, nel pomeriggio c'era stata una protesta per le condizioni di vita all'interno della casa circondariale. Tensione nelle celle. Osapp: "Situazione esplosiva"