È un giallo la scomparsa di Diary Sow

| Studentessa senegalese considerata una celebrità in Patria, è svanita nel nulla il 4 gennaio scorso, mentre rientrava a Parigi dopo le feste di Natale

+ Miei preferiti
La Francia è in allarme per la scomparsa di Diary Sow, una brillante studentessa senegalese ospitata al liceo “Louis Le-Grand” di Parigi grazie ad una borsa di studio. Dal 4 gennaio scorso, giorno in cui è tornata in Francia dopo le vacanze di Natale trascorse a Tolosa, di lei non si sa più nulla. Nativa di Mbour, città ad un’ottantina di km dalla capitale Dakar, la ventenne è celebre in Senegal per i voti e la vittoria di numerosi concorsi come quello di Miglior Studentessa dell’anno, conquistato nel 2018 e 2019 e consegnato dal presidente della repubblica Macky Sall in diretta tivù.

L’ultima traccia è la registrazione del passaggio del badge all’ingresso della residenza universitaria del XIII arrondissement dove alloggia. Per il suo caso si è mosso il presidente senegalese in persona, che ha chiesto alle autorità francesi il massimo dello sforzo per ritrovare Diary Sow.

Le prime ricerche, presso gli ospedali di Parigi, non hanno dato alcun esito, e mentre la polizia definisce “molto preoccupante” la scomparsa, sui social si moltiplicano i gruppi spontanei che seguono il caso chiedono l’aiuto di chiunque abbia informazioni di farsi avanti. Dairy, nata in una famiglia modesta e autrice di un romanzo, “Sous le visage d'un angel" (Sotto il viso di un angelo), è anche testimonial della campagna governativa senegalese per promuovere l’educazione delle giovani donne. A Parigi segue un corso pre-universitario di chimica e fisica in vista dell’ammissione all’École Normale o al Polytechnique.

Galleria fotografica
È un giallo la scomparsa di Diary Sow - immagine 1
Esteri
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le famiglie in attesa di scoprire il destino dei propri cari raccontano chi erano alcune delle vittime del Boeing 737. Le autorità stanno raccogliendo campioni di Dna per identificare i resti
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
L’esercito indonesiano ha individuato un segnale che ha permesso ai sommozzatori di individuare il punto in cui l’aereo sarebbe esploso. Ancora da chiarire le cause del disastro
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Adamo canto, ex maggiordomo reale, avrebbe rubato un centinaio di oggetti appartenenti alla Royal Family per poi rivenderli su eBay
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Esplode uno scandalo che fa indignare il Paese: una ventina di personaggi illustri sarebbe stato vaccinato perfino prima di medici e infermieri. Il ministro della salute annuncia un’inchiesta
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
Il 2020 appena concluso ha lacerato il tessuto sociale del Regno Unito, mostrando disuguaglianze ed egoismi. Se la Scozia preme per l’indipendenza, cresce il malumore anche in Irlanda e Galles
Lo strappo del padre di BoJo
Lo strappo del padre di BoJo
Mentre Boris festeggia la faticosa conquista della Brexit, suo papà Stanley fa le valigie: “voglio restare europeo”, dice annunciando la richiesta di cittadinanza francese
Il discorso di addio della Merkel
Il discorso di addio della Merkel
Nel consueto discorso di fine anno rivolto ai tedeschi, la cancelliera annuncia che è “l’ultima volta in cui mi rivolgo a voi in questo ruolo”. Il suo mandato scade il prossimo 23 settembre, e ha già annunciato di non volersi ricandidare
L’anno difficile di Elisabetta
L’anno difficile di Elisabetta
Una donna sola al comando: più volte nel corso del 2020, la regina ha affrontato questioni pubbliche e scossoni privati. Mai in affanno o sopra le righe, continua a guidare il Paese durante la Brexit e la pandemia come solo lei sa fare
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
Da tre giorni fermi con i loro tir, hanno tentato di forzare un blocco della polizia inglese. La Francia ha annunciato la riapertura delle frontiere, ma l’obbligo di test e tamponi allunga i tempi
Ucciso uno scienziato russo che lavorava sul vaccino
Ucciso uno scienziato russo che lavorava sul vaccino
Alexander Kagansky è precipitato dal 14esimo piano dopo aver ricevuto una coltellata: lavorava al vaccino anti Covid-19 ed era un affermato scienziato di fama internazionale