40 giorni sottoterra

| Si è concluso il “Deep Time”, l’esperimento di chiudere 15 volontari francesi in una grotta senza orologi, telefoni e luce del sole. L’obiettivo è di studiare il grado di adattamento fisico e mentale

+ Miei preferiti
Il “Deep Time” si è concluso poche ore fa: 15 volontari sono usciti da una grotta nel Lombrives, nel sud-ovest della Francia dopo 40 giorni di isolamento completo, senza telefoni, orologi e luce del sole. Hanno dormito in tende, e non hanno avuto alcun contatto con il mondo esterno. Il progetto mirava a testare le reazioni fisiche e mentali alla alla perdita del senso del tempo e dello spazio.

I volontari, otto uomini e sette donne di età compresa tra i 27 e i 50 anni, sono apparsi storditi: indossavano occhiali scuri per dare ai loro occhi il tempo di adattarsi alla luce del sole.

Secondo i primissimi dati raccontati dal direttore del progetto, l’esploratore franco-svizzero Christian Clot, la prima impressione dei volontari è stata che all’interno della grotta il tempo è sembrato rallentare. Una volontaria, Marina Lançon, 33 anni, ha detto che l’esperimento “è stato come mettere in pausa la propria vita”.

Durante l’isolamento, per strutturare le giornate il gruppo ha dovuto organizzare compiti e mansioni facendo affidamento solo sui propri orologi biologici e cicli di sonno. Nella grotta avevano pochi comfort moderni a disposizione: dovevano generare elettricità con una bicicletta a pedali e attingere l’acqua da un pozzo a 45 metri sotto terra.

L’attività cerebrale e le funzioni cognitive dei volontari sono state analizzate prima che entrassero nella grotta, per paragonarli ai risultati dopo l’uscita.

Lo scopo dello studio ha avuto particolare rilevanza durante la pandemia, in un momento in cui i lockdown hanno confinato milioni di persone. “Il nostro futuro come esseri umani su questo pianeta si evolverà. Dobbiamo imparare a capire meglio come i nostri cervelli sono capaci di trovare nuove soluzioni, qualunque sia la situazione”.

Galleria fotografica
40 giorni sottoterra - immagine 1
40 giorni sottoterra - immagine 2
Esteri
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
È successo lo scorso gennaio: Ayesha Basharat stava radunando gli effetti personali di un paziente appena morto per Covid e ha usato la sua carta di credito per comprare bibite e snack
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
L’ex braccio destro del premier si prepara a deporre davanti alla commissione che indaga sulla gestione della pandemia da parte del governo. E promette di far saltare in aria Downing Street
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
Il via libera a viaggi e spostamenti si scontra con un sistema di classificazione dei paesi a semaforo: quelli che rappresentano le mete turistiche tradizionali sono tutti in giallo, quindi sconsigliati
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Un ex militare armato è scomparso dopo aver giurato di voler uccidere un noto virologo belga. Sulle sue tracce più di 400 agenti e il timore che voglia scatenare “una piccola guerra”
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente