A Hong Kong si alza la tensione, arrestati i leader della protesta

| Joshua Wang, Agnes Chow e Andy Chan sono stati fermati dalla polizia, mentre il “Civil Human Rights Front” annulla protesta prevista per sabato 31 agosto. E la leader Carrie Lam annuncia tolleranza zero

+ Miei preferiti
L’irritazione di Pechino per le proteste di Hong Kong è sempre più palpabile. Dopo 12 settimane di manifestazioni e violenze di piazza, culminate con oltre 800 arresti, la leader Carrie Lam ha ribadito la propria volontà di aprirsi al dialogo con i manifestanti, ma per contro ha escluso le proprie dimissioni e promesso tolleranza zero.

Ma ad innalzare le tensioni ci hanno pensato due arresti eccellenti, quelli di Joshua Wang e Agnes Chow, giovanissimi leader della “Rivoluzione degli ombrelli” e fondatori del partito “Demosisto”. La notizia, rivelata dal “South China Morning Post”, parla di un’irruzione della polizia nelle loro abitazioni, dove sono stati prelevati con l’accusa di aver organizzato il 21 giugno scorso “un’assemblea illegale”, quella che ha dato il via alla lunga catena di proteste per chiedere la completa cancellazione della legge sull’estradizione. Una richiesta che è stata accolta qualche settimana dopo, ha ricordato Carrie Lam, ma che non è bastata ai manifestanti, che pretendono le sue dimissioni. Agli arresti è finito anche Andy Chan, 28 anni, leader dell’Hong Kong National party: è stato bloccato all’aeroporto, poco prima di imbarcarsi su un volo diretto in Giappone, e le accuse per lui parlano di rivolta e aggressione a pubblico ufficiale.

“Il nostro segretario generale Joshua Wong è stato arrestato questa mattina intorno alle 7:30 – ha confermato in un tweet il partito Demosisto – è stato spinto con forza su un minivan privato in piena luce del giorno. I nostri avvocati stanno seguendo il caso”. In realtà, ricordano i media, Joshua Wong era già stato arrestato, uscendo di prigione il 17 giugno scorso dopo due mesi trascorsi in cella, e anche se accolto come un simbolo della protesta, le nuove leve dei manifestanti hanno fatto capire di non aver bisogno di un leader, preferendo le azioni spontanee ai discorsi in piazza per arringare le folle. Ma una foto che li mostra mentre escono dal consolato americano di Hong Kong, li ha trasformati in una prova dell’ingerenza americana nella questione e comunque due voci pericolose da ridurre al silenzio.

Intanto, l’imponente manifestazione prevista per il 31 agosto, è stata cancellata dal “Civil Human Rights Front” dopo la decisione delle autorità di non concedere l’autorizzazione: “Non abbiamo altra scelta che annullare la marcia: chiediamo scusa, continueremo a chiedere alle autorità l’autorizzazione per nuove manifestazioni. SI tratta di una violazione dei diritti umani più elementari verso la popolazione di Hong Kong: di questo sistema non è possibile fidarsi”, ha comunicato la coordinatrice Bonny Leung. Ma questo, ripetono in tanti, potrebbe non impedire ai manifestanti di scendere comunque in piazza, anche perché la data del 31 agosto è un simbolo della protesta: è il quinto anniversario della legge che ha assegnato a Pechino la possibilità di scegliere la guida politica dell’ex colonia inglese.

Galleria fotografica
A Hong Kong si alza la tensione, arrestati i leader della protesta - immagine 1
A Hong Kong si alza la tensione, arrestati i leader della protesta - immagine 2
A Hong Kong si alza la tensione, arrestati i leader della protesta - immagine 3
A Hong Kong si alza la tensione, arrestati i leader della protesta - immagine 4
Esteri
Trump, confusione al vertice Nato
Trump, confusione al vertice Nato
Buckingham Palace alle prese con lo scottante “affaire Andrew”, la Casa Bianca con l’approvazione del rapporto dell’intelligence che preclude la stesura della messa in stato d’accusa. Tensioni anche con Macron
Hugh Grant e il porta a porta contro la Brexit
Hugh Grant e il porta a porta contro la Brexit
Dopo aver pesantemente insultato Boris Johnson, il celebre attore da giorni è impegnato in un door to door per invitare i suoi concittadini al voto per scongiurare l’uscita dalla UE
Con la Brexit sarà più difficile viaggiare in UK
Con la Brexit sarà più difficile viaggiare in UK
Le nuove norme dettate dall’impaziente Boris Johnson, ormai certo di ottenere la maggioranza alle prossime elezioni che gli permetterà di concludere l’uscita dalla UE
Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni
Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni
Avrebbe voluto resistere altri 6-8 mesi, ma le pieghe dell’inchiesta sull’omicidio della giornalista hanno convinto il premier a fare un passo indietro
Toronto: arrestato il lanciatore di escrementi
Toronto: arrestato il lanciatore di escrementi
Da giorni aveva preso di mira gli studenti universitari: li avvicinava e dopo aver sorriso li investiva con gli escrementi che trasportava in un secchio
Le grandi manovre di Buckingham Palace
Le grandi manovre di Buckingham Palace
Allo scoccare del 95esimo compleanno, la regina Elisabetta sarebbe pronta a nominare Charles “Principe Reggente”: un’abdicazione a metà, visto che lei resterebbe comunque la sovrana
Pilota muore in volo, l’aereo costretto ad un atterraggio di emergenza
Pilota muore in volo, l’aereo costretto ad un atterraggio di emergenza
È successo in Russia, a bordo di un volo dell’Aeroflot partito da Mosca: il rientro a terra pochi minuti dopo il decollo per consentire le cure, ma per il pilota non e’era più nulla da fare
Clamoroso furto al Castello di Dresda
Clamoroso furto al Castello di Dresda
I ladri hanno manomesso il sistema di allarma agendo indisturbati: rubati pietre e preziosi per un valore che secondo i media potrebbe superare il miliardo di euro
L’assedio di Malta
L’assedio di Malta
Il premier Muscat sotto pressione per le accuse piovute sul suo governo e per alcune decisioni che sono apparse come un esempio di preoccupante pressapochismo. Se non peggio
Nuova Zelanda, condannato l’uomo che ha ucciso Grace
Nuova Zelanda, condannato l’uomo che ha ucciso Grace
La giuria ha ritenuto colpevole di omicidio e vilipendio di cadavere un uomo neozelandese che un anno fa uccise una 22enne inglese nascondendo il cadavere in una valigia