Animatore di feste per bambini condannato per stupro

| Fra i bambini dello Yorkshire “Bobby Brown” era una celebrità: richiestissimo, lavorava da anni a feste e compleanni. Ma una donna l’ha denunciato perché quando aveva 13 anni era stata violentata

+ Miei preferiti
Chi voleva una festa di compleanno da incorniciare non aveva scelta, doveva contattare Bobby Brown. Tutti, nella zona dello Yorkshire, in Inghilterra, lo sapevano. E Bobby Brown il clown si faceva in quattro per accontentare tutti, riempiendo per anni i pomeriggi di migliaia di bambini con giochi, scherzi e palloncini a cui dava le forme più strane, la sua specialità.

Ma Bobby Brown, nome d’arte del 49enne Robert Jamieson, di professione richiestissimo intrattenitore per l’infanzia, è finito in galera, accompagnato da una condanna a 14 anni per aver stuprato più volte di una ragazzina di 13 anni.

Bobby Brown ha negato ogni accusa, ammettendo solo di aver capito che la ragazzina avesse probabilmente una cotta per lui. Ma i giudici della Corte della Corona di Sheffield non gli hanno creduto, spendendolo in galera con un carico di 10 reati sessuali destinati a cambiargli la vita per sempre, quando avrà finito di scontare la sua pena.

Il caso era esploso dopo che la giovane, che oggi è mamma di una bimba, aveva sporto denuncia. Secondo il procuratore Gurdial Singh: “Ad aver convinto la donna a sporgere denuncia contro l’animatore il pensiero che a sua figlia potesse succedere qualcosa di simile”. Nel corso del processo, la donna ha ricostruito l’accaduto: Bobby Brown era simpaticissimo e sapeva come diventare un grande amico. Qualche tempo dopo, erano iniziati gli abusi.

Galleria fotografica
Animatore di feste per bambini condannato per stupro - immagine 1
Esteri
Olanda, i container per le torture
Olanda, i container per le torture
In coordinamento con la polizia europea, le forze dell’ordine olandesi hanno sgominato una banda che aveva attrezzato sei container per torturare
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Finito al centro di un’indagine internazionale per possesso di materiale pedopornografico pedofilia, all’ex ambasciatore ungherese in Perù vicino al presidente Orban è stato garantito un trattamento giudiziario di favore
Per sempre Putin
Per sempre Putin
Si avvia alla conclusione il referendum costituzionale voluto dal Cremlino per eliminare il limite dei mandati presidenziali: Vladimir può restare al comando fino al 2036
«Il castello non è un gabinetto»
«Il castello non è un gabinetto»
Gli immensi giardini della tenuta di Balmoral, in Scozia, residenza estiva della Regina, sono aperti al pubblico. Ma gli addetti ai giardini si lamentano: troppa gente fa i propri bisogni dove capita
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
Un breve video diventato virale mostra un rapporto sessuale fra un uomo e una probabile prostituta consumato su un Suv bianco dell’organizzazione umanitaria
Londra: la festa diventata rivolta
Londra: la festa diventata rivolta
A Brixton, nel sud di Londra, una festa di strada si è trasformata in enorme rissa all’arrivo degli agenti
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Un rider padre di 5 figli muore per le conseguenze della “tecnica di soffocamento” della polizia di Parigi. E mentre le proteste aumentano, si scopre un altro caso analogo dimenticato dalle cronache
Blogger russa muore in un incidente in moto
Blogger russa muore in un incidente in moto
Anastasia Tropitsel, 18 anni, in vacanza a Bali, si è schiantata con la sua moto contro una recinzione. Illeso il fidanzato che viaggiava con lei
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
L’immagine di Nadezhda Zhukova in costume fra i malati di Covid-19 aveva fatto il giro del mondo. Un’inchiesta l’ha scagionata e ore sogna di diventare medico, ma nel frattempo ha iniziato anche a posare per un marchio sportivo
GB: notte di sangue a Reading
GB: notte di sangue a Reading
Un uomo armato di coltello si è gettato sulla folla che sciamava dopo una manifestazione antirazzismo: prima di essere bloccato è riuscito a uccidere tre persone e ferirne altrettanto. Per la polizia non si tratta di terrorismo