Assange condannato a un anno di carcere

| Prima condanna per il fondatore di WikiLeaks per la violazione della libertà provvisoria del 2012. L’attesa è per la pronuncia della corte di Westminster sulla domanda di estradizione presentata dagli Stati Uniti

+ Miei preferiti
Il futuro di Julian Assange si fa quanto mai incerto: la “Southwark Crown Court” si è pronunciata contro il fondatore di “WikiLeaks”, condannandolo a 50 settimane di reclusione per violazione della libertà provvisoria. Un reato commesso nel 2012, esattamente quando scelse di rifugiarsi nell’ambasciata ecuadoriana di Londra, esilio concluso clamorosamente l’11 aprile scorso, quando fu portato via di peso dalla polizia inglese. Gli avvocati di Assange hanno tentato di giustificare il gesto per il timore del loro assistito all’estradizione negli Usa, fornendo anche una lettera in cui il giornalista australiano si dice pentito. Il giudice Deborah Taylor ha replicato ricordando che a Scotland Yard la sorveglianza dell’ambasciata in questi anni è costata 16 miliardi di sterline.

Poco meno di un anno di carcere, che per Assange assume un altro significato: nelle prossime ore è prevista la prima udienza del tribunale di Westminster riguardo alla domanda di estradizione presentata dagli Stati Uniti, che vorrebbero processarlo per tradimento dopo la pubblicazione del 2010 del celebre e voluminoso dossier contenente documenti segreti e classificati che riguardavano anche il Pentagono, carpiti con l’aiuto dell’ex militare Chelsea Manning. Ma secondo alcune indiscrezioni, l’estradizione è una questione assai spinosa che potrebbe trascinarsi per diversi mesi fra sentenze, appelli e ricorsi.

Perfino la Svezia, che aveva deciso di archiviare il caso di presunti abusi sessuali compiuti da Assange su due ragazze, si dice che sia tentata dall’idea di riaprire il caso, presentando la propria richiesta di estradizione.

Esteri
L’amante di Putin, da donna delle pulizie a miliardaria
L’amante di Putin, da donna delle pulizie a miliardaria
Più che le faccende di cuore del presidente, a finire nel mirino della testata d’opposizione “Proekt” è il misterioso flusso costante di capitali e proprietà
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Insieme a lui il suo ex avvocato di fiducia Thierry Herzog e il giudice Gilbert Azibert. Il giudice avrebbe fornito informazioni riservate sulle inchieste per finanziamento della campagna elettorale, chiedendo in cambio un posto a Monaco
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Zlatko Sikorsky, 36 anni, è stato aggredito da un altro detenuto nel carcere di Brisbane: stava scontando la condanna per l’omicidio di Larissa Beilby, la fidanzata 16enne uccisa a pugni due anni prima
Francia, vietato filmare la polizia
Francia, vietato filmare la polizia
Un disegno di legge punta a impedire ai cittadini di riprendere le forze di polizia in azione: ai trasgressori 45mila euro di multa. Interviene anche l’Onu: deriva pericolosa che minaccia la libertà di espressione e di stampa
Eravamo quattro amici al pub
Eravamo quattro amici al pub
In Irlanda, 4 amici hanno acquistato un volo a prezzi stracciati per poter accedere all’area partenze dell’aeroporto di Dublino, dove pub e ristoranti sono aperti…
Scettico e no-mask? Niente ricovero
Scettico e no-mask? Niente ricovero
La polemica proposta di Willy Oggier, un economista svizzero che propone un registro nazionale in cui ognuno è libero di dichiarare la propria posizione in merito al virus, ma accettando anche l’idea che non sarà curato
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Dopo la spaccatura fra Johnson e il suo stratega Dominic Cummings, emerge sempre di più la figura della fidanzata del premier. Una donna tosta che sa cosa vuole, e soprattutto come ottenerlo
GB, la faida al 10 di Downing Street
GB, la faida al 10 di Downing Street
Dominic Cummings, il guru della Brexit, silurato da BoJo pare anche su gentile richiesta della fidanzata. Un maremoto che potrebbe costare la poltrona al premier
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Per due anni, il giornalista Valentin Gendrot si è finto un agente per scrivere un libro in cui ha raccontato decine di episodi abusi e razzismo, ma anche le difficili condizioni in cui lavorano i poliziotti
Putin pronto a lasciare
Putin pronto a lasciare
Un tabloid inglese rivela che il presidente russo sarebbe affetto da Parkinson: il Cremlino smentisce, ma tutto lascia pensare ad un passaggio di consegne imminente