Australia, i video hard dei parlamentari

| Trema il governo di Scott Morrison, alle prese con il terzo caso di abusi sessuali nel giro di poche settimane. Questa volta sono emersi video e foto che mostrano i dipendenti mentre hanno rapporti sessuali negli uffici dei vari ministri

+ Miei preferiti
È ben più di una bufera, quella che si sta abbattendo in Australia sul governo di Scott Morrison, costretto a vacillare sulla spinta di uno scandalo sessuale che rischia di costare molto caro. A scatenare la crisi diversi video e immagini diffusi da “The Australian” e “Chanel 10” che mostrano impiegati e dirigenti impegnati a consumare sesso all’interno dei loro uffici o a masturbarsi, come nel caso di un dipendente colto sul fatto sulla scrivania di un parlamentare.

Il premier, che si è affrettato a dichiararsi “disgustato”, ha promesso di “risolvere il problema e mettere ordine”, ma la popolarità – già minata da altre vicende sessuali – è al minimo storico.

La “gola profonda” sarebbe un certo Tom, ex dipendente governativo, che ha svelato altre abitudini, come prostitute e atti sessuali – questa volta con deputati in carica - avvenuti addirittura nella cappella del Parlamento. “Vige una cultura di maschi convinti di poter fare tutto quello che vogliono. Moralmente sono persone irrecuperabili, ma dobbiamo sbarazzarcene - ha commentato il ministro per le donne Marise Payneo, facendo proprio il sentimento dell’opinione pubblica – si tratta di rivelazioni spaventose che non fanno che rafforzare la necessità di un’inchiesta profonda sulla cultura del lavoro”.

Come accennato, è il secondo scandalo sessuale a colpire il governo di Scott Morrison, che il mese scorso è finito sotto i riflettori per la denuncia di Brittany Higgins, ex impiegata del governo che afferma di essere stata violentata da un collega nell’ufficio del ministro dell’industria Linda Reynolds. Il mese precedente, anche l’ex procuratore generale Christian Porter ha dovuto difendersi dalle accuse di stupro ai danni di una 16enne morta suicida lo scorso anno.

Esteri
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente
La talpa del 10 di Downing Street
La talpa del 10 di Downing Street
I tabloid inglesi continuano ad essere inondati di rivelazioni scottanti sugli atteggiamenti e il comportamento del premier Johnson. Sospettato numero uno David Cummings, l'ex braccio destro in cerca di vendetta
40 giorni sottoterra
40 giorni sottoterra
Si è concluso il “Deep Time”, l’esperimento di chiudere 15 volontari francesi in una grotta senza orologi, telefoni e luce del sole. L’obiettivo è di studiare il grado di adattamento fisico e mentale
«Non restituite gli ex terroristi all’Italia»
«Non restituite gli ex terroristi all’Italia»
Un appello degli intellettuali francesi, pubblicato su Le Monde, ribadisce la visione democratica e soprattutto umana la Dottrina Mitterand. Nei giorni scorsi, la ministra Cartabia aveva avuto colloqui con l'omologo francese
A Liverpool un esperimento di musica live
A Liverpool un esperimento di musica live
A godersi il concerto dei “Blossoms” sul palco dello Sefton Park saranno 5.000 persone senza mascherina e distanziamento. Si tratta di un progetto voluto dal ministero della salute per verificare eventuali casi di trasmissione