Berlino, arrivano i sexbox

| In una parte del Tempelhof, l’immensa area dove sorgeva l’ex aeroporto cittadino, la capitale tedesca sta discutendo se attrezzare delle cabine per le prostitute e i loro clienti

+ Miei preferiti
I 366 ettari del “Tempelhof”, l’area dove sorgeva l’antico aeroporto di Berlino, di storia ne hanno vista parecchia. Nel 1820 viene usato come campo di addestramento per le parate, e nel 1909 Orville Wright stupisce tutti con una dimostrazione di volo. Nel 1923 l’area viene designata come aeroporto di Berlino, e tre anni vede nascere la “Lufthansa”. Nel 2008 i berlinesi sono chiamati alle urne per un referendum che chiede se chiudere o mantenere l’aeroporto: la maggioranza non va a votare, e i pochi che lo fanno scelgono la chiusura. Due anni dopo, Tempelhof viene riconvertito in parco pubblico, aprendosi ai berlinesi con spettacoli che vanno in scena sulle vecchie piste dell’aeroporto.

Ora, nella storia del Tempelhof potrebbe scriversi un nuovo capitolo: il sindaco del “Mitte”, il quartiere centrale di Berlino, ha proposto l’installazione delle “Verichtungsboxen”, delle cabine per il sesso dove le prostitute possano incontrare i clienti in tutta tranquillità. Una proposta che sembra convincere perfino Stephan von Dassel, rappresentante dei Verdi, che da tempo tenta di estirpare la prostituzione da Kurfürstenstrasse, una delle strade dello shopping del Mitte. “I residenti e i negozianti chiedono da tempo il divieto della prostituzione di strada, ma il Senato di Berlino finora si è rifiutato di applicare divieti perché teme un deterioramento della situazione generale. Le sexbox in aree controllate potrebbero migliorare la vita dei residenti e delle professioniste del sesso”.

Dassel, che ha passato due anni a studiare la situazione in Kurfürstenstrasse, avverte che la prostituzione non regolamentata portando i clienti “alla ricerca di prestazioni a prezzi così bassi che le prostitute sono costrette al superlavoro per guadagnare il minimi necessario alla sussistenza”. Di queste, fra l’altro, solo una minoranza riceve supporto sanitario.

Le cabine del sesso sono apparse per la prima volta ad Utrecht, nei Paesi Bassi, alla metà degli anni ‘80, e il concetto si è successivamente diffuso in diverse città europee. Colonia l’ha adottato nel 2001, creando un impianto dotato di cancello d'ingresso, telecamere di sicurezza e pulsanti di allarme in ogni cabina. Il modello è stato poi introdotto anche a Essen, Bonn e Zurigo.

Esteri
H&M, i termini del divorzio dalla “Ditta”
H&M, i termini del divorzio dalla “Ditta”
Oltre a restituire i 2,4 milioni di sterline spesi per il loro nido d’amore, i due non potranno più utilizzare il titolo di Sua Altezza Reale e non riceveranno più fondi. Il tono conciliante di Elisabetta
Andrea non avrà più agenti a proteggerlo
Andrea non avrà più agenti a proteggerlo
La polemica sui costi della sicurezza di Harry e Meghan ha coinvolto anche il duca di York: secondo alcune fonti vicine a Scotland Yard, “spendere tanti soldi per qualcuno che non ha più ruoli pubblici è immorale”
I Sussex in Canada? E chi li vuole?
I Sussex in Canada? E chi li vuole?
Nel paese nordamericano infiamma il dibattito: Harry e Meghan non pensino di arrivare qui e sentirsi reali perché non lo sono. E non da ultimo, chi pagherà l’apparato di cui si circondano, valutato in 10 milioni di dollari ogni anno?
Yamaha: non nascondetevi nelle custodie
Yamaha: non nascondetevi nelle custodie
Dopo il clamore della rocambolesca fuga di Carlo Ghosn, il colosso giapponese di strumenti e attrezzature musicali avvisa: non provateci, è molto pericoloso
Il villaggio dove apparivano i soldi
Il villaggio dove apparivano i soldi
Per anni, decine di abitanti di un piccolo centro inglese hanno ritrovato per strada mazzette da 2.000 sterline, riconsegnandole tutte alla polizia. Ma ora, il mistero è stato svelato…
Lady Kitty, il nuovo imbarazzo reale
Lady Kitty, il nuovo imbarazzo reale
La sexy nipote di Lady Diana, 28 anni, pronta a sposare il fidanzato 61enne. Una relazione poco gradita alla famiglia, che si aggiunge agli altri guai
Bielorussia, condannati a morte due fratelli
Bielorussia, condannati a morte due fratelli
Stanislaw e Illya Kostsew, 19 e 21 anni, saranno fucilati, ma secondo la legge non si sa dove e quando. Hanno ucciso selvaggiamente una delle loro insegnanti
La rabbia del principe Filippo
La rabbia del principe Filippo
Ormai ex baricentro della Royal Family, costretto a letto dall’età, il Duca di Eimborgo si è infuriato per la decisione di Harry e Meghan, ma è preoccupato per l’impatto che questa vicenda può avere su sua moglie, la Regina
Il Regno Unito chiede l’estradizione della moglie di un diplomatico americano
Il Regno Unito chiede l’estradizione della moglie di un diplomatico americano
Lo scorso agosto, la donna ha travolto e ucciso un ragazzo di 19 anni con la propria auto, ma è tornata negli Stati Uniti avvalendosi dell’immunità diplomatica
Inside Harry e Meghan
Inside Harry e Meghan
I retroscena, le indiscrezioni e gli episodi da cui pare sia nata la clamorosa decisione dei duchi del Sussex