Berlino, i taxi della droga

| Un sms con l’ordine, e la dose di cocaina arriva direttamente sotto caso nel giro di pochi minuti. Un fenomeno così esteso che sta mettendo in crisi la polizia della capitale tedesca

+ Miei preferiti
Nulla di più facile: un sms con l’ordine da inviare ad un numero di cellulare, indicando la quantità richiesta e l’indirizzo di recapito. Un call-center che raccoglie gli ordini e li smista alle varie auto “in servizio”: nel giro di 15 minuti, la cocaina arriva direttamente a casa, pronta all’uso.

È un fenomeno che sta dilagando a Berlino, diventato così vasto da essere finito al centro di ben 35 inchieste della polizia. Li chiamano “i taxi della droga”, o ancora “l’Uber dello sballo”, e viene pubblicizzato attraverso biglietti di visita che spiegano la comodità del servizio nelle zone dello spaccio, ma si registrano anche diversi casi all’interno di locali. E che sia diventato un “successo” lo dimostrano i dati: da uno studio sulle acque reflue di Berlino, la presenza di residui di cocaina è quasi raddoppiata nel giro di quattro anni. Prova lampante che il consumo di droga in città sta registrando picchi mai visti, con il numero di morti per overdose che aumenta di conseguenza: nel 2018 c’erano state 35 vittime, nel luglio di quest’anno si era già raggiunta quota 25.

Olaf Schremm, capo del “Drug Crime”, ha ammesso che i casi sono così tanti da aver mandato in crisi il dipartimento di polizia: “In questo momento siamo letteralmente sepolti da una mole impressionante di denunce e segnalazioni da impegnare l’intero dipartimento, e negli anni scorsi non era così. Si tratta di un fenomeno così diffuso che sappiamo di diversi numeri di call-center clandestini in grado di gestire centinaia di chiamate ogni giorno”. Lo scorso maggio, la polizia ha arrestato due uomini a bordo di un’auto dopo averli seguiti mentre effettuavano una consegna: a bordo avevano un kg di cocaina, per un valore sul mercato di 40mila euro circa.

L’emittente “RBB” è riuscita a intervistare uno dei clienti abituali dei taxi della cocaina: ha detto di chiamarsi Michael, anche se non è il suo vero nome, e inizialmente sniffava cocaina solo nei fine settimana. “È andata bene per un anno, poi ho completamente perso il controllo: consumavo coca ogni giorno, era diventata necessaria per affrontare la vita quotidiana”. Michael ordinava la polvere bianca a domicilio usando a tre diversi numeri: “Era come fare l'ordine di una pizza. E mentalmente toglieva il senso di colpa di dover girare per le strade alla ricerca di un pusher: così diventava una questione privata che non aveva più nulla di sbagliato”. Poi, di colpo, la vita di Michael è precipitata in crisi di astinenza sempre più violente: la sua fidanzata l'ha costritto a rivolgersi ad un centro di terapia ambulatoriale a Charlottenburg, dove è in terapia da diversi mesi, e sta lentamente riportando la sua vita verso la normalità.

Esteri
GB, le bollette dei Vip
GB, le bollette dei Vip
Un sito ha scandagliato le bollette di luce e gas di celebrità inglesi o con residenza nel Regno Unito. Al primo posto svetta la Regina, seguita a ruota da Elton John
Accusate di omicidio le sorelle che uccisero il padre per autodifesa
Accusate di omicidio le sorelle che uccisero il padre per autodifesa
Con una clamorosa inversione di tendenza, poco prima dell’inizio del processo per la morte violenta di Mikhail Khachaturyan, i giudici hanno scelto di non considerare la legittima difesa, tra le proteste dell’opinione pubblica russa
Il governo inglese finanzia un sito porno
Il governo inglese finanzia un sito porno
La società Killing Kittens, specializzata nei sex-party soprattutto lesbo, è entrata fra le 800 aziende che hanno ricevuto una sovvenzione per la crisi dovuta alla pandemia
GB: ex concorrente di X Factor condannato per stupro
GB: ex concorrente di X Factor condannato per stupro
Da più di vent’anni, Philip Blackwell di giorno era un tranquillo appassionato di musica, mentre di notte si trasformava in uno stupratore seriale
Condannato un ex militare delle SS
Condannato un ex militare delle SS
A 93 anni, è stato ritenuto colpevole di oltre 5.000 capi d’imputazione. Viveva ad Amburgo con la famiglia e il suo nome è saltato fuori per caso. Rappresenta uno degli ultimi processi della storia contro i criminali nazisti
Ferito il testimone chiave dell’omicidio di Caruana Galizia
Ferito il testimone chiave dell’omicidio di Caruana Galizia
Secondo i rilievi della polizia, l’ex autista considerato l’intermediario fra il mandante e i killer della reporter maltese, avrebbe tentato il suicidio poche ore prima di ricomparire in tribunale
Amsterdam, la rivoluzione del quartiere a luci rosse
Amsterdam, la rivoluzione del quartiere a luci rosse
Dopo i silenzi del lockdown, i residenti chiedono un giro di vite al caos perenne che pesa sull’antico De Wallen. Ma le prostitute si oppongono alla creazione di un “hotel del sesso”
Spagna, bloccato il derby "Sani contro Infetti"
Spagna, bloccato il derby "Sani contro Infetti"
L’incredibile vicenda è accaduta a Pamplona, in Spagna, su idea di un giovane di 23 anni, denunciato e multato dalle autorità
Suicida una campionessa di pattinaggio
Suicida una campionessa di pattinaggio
Ekaterina Alexandrovskaya, 20 anni, si è lanciata dalla finestra. Su un foglietto ha lasciato scritta una sola parola
Germania, tutti con il «Rambo» della Foresta Nera
Germania, tutti con il «Rambo» della Foresta Nera
Da giorni gli danno la caccia centinaia di agenti di polizia, ma conosce talmente bene la zona da sfuggire alla cattura. Sconosciuti i motivi della fuga