Charlie Hebdo, ironia sulla tragedia

| Neanche di fronte al rogo di Notre-Dame, il settimanale rinuncia all’ironia più feroce. In Francia montano le polemiche, e qualcuna si accende anche in Italia grazie a Salvini

+ Miei preferiti
È polemica in Francia e sui social per la vignetta che apre il numero odierno del settimanale satirico, come sempre contro corrente. Mentre tutto il mondo si stringe intorno a Parigi e la rogo che ha semidistrutto la cattedrale di Notre–Dame, i vignettisti ne approfittano per fare ironia, com’era già successo anche per tragedie italiane come Rigopiano, il Ponte Morandi e il terremoto di Amatrice. L’immagine di copertina, firmata da “Riss”, mostra una caricatura di Emmanuel Macron con le torri campanarie di Notre-Dame in fiamme sulla testa, il tutto accompagnato dal titolo “Je commence par la charpente”, ovvero “Inizio dall’ossatura”.

Il riferimento è alle riforme annunciate per ieri in diretta televisiva e poi rinviate a data da destinarsi per via della sciagura, attese dopo le proteste dei Gilet Jaunes che per messi hanno messo a ferro e fuoco Parigi, portando il giovane presidente francese ai minimi della popolarità.

E sui media monta anche la polemica verso il lavoro dei vigili del fuoco, acclamati come eroi da Macron e applauditi al passaggio dalla gente per strada, ma secondo qualcuno colpevoli di non aver fatto di più e più in fretta.



Polemiche che toccano anche l’Italia, con il vicepremier Salvini che in serata, nei momenti più tragici del rogo, lancia su Instagram un’immagine provocatoria in cui mostra di assistere al “Grande Fratello”, evitando la diretta da Parigi.

Galleria fotografica
Charlie Hebdo, ironia sulla tragedia - immagine 1
Esteri
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Insieme a lui il suo ex avvocato di fiducia Thierry Herzog e il giudice Gilbert Azibert. Il giudice avrebbe fornito informazioni riservate sulle inchieste per finanziamento della campagna elettorale, chiedendo in cambio un posto a Monaco
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Zlatko Sikorsky, 36 anni, è stato aggredito da un altro detenuto nel carcere di Brisbane: stava scontando la condanna per l’omicidio di Larissa Beilby, la fidanzata 16enne uccisa a pugni due anni prima
Francia, vietato filmare la polizia
Francia, vietato filmare la polizia
Un disegno di legge punta a impedire ai cittadini di riprendere le forze di polizia in azione: ai trasgressori 45mila euro di multa. Interviene anche l’Onu: deriva pericolosa che minaccia la libertà di espressione e di stampa
Eravamo quattro amici al pub
Eravamo quattro amici al pub
In Irlanda, 4 amici hanno acquistato un volo a prezzi stracciati per poter accedere all’area partenze dell’aeroporto di Dublino, dove pub e ristoranti sono aperti…
Scettico e no-mask? Niente ricovero
Scettico e no-mask? Niente ricovero
La polemica proposta di Willy Oggier, un economista svizzero che propone un registro nazionale in cui ognuno è libero di dichiarare la propria posizione in merito al virus, ma accettando anche l’idea che non sarà curato
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Dopo la spaccatura fra Johnson e il suo stratega Dominic Cummings, emerge sempre di più la figura della fidanzata del premier. Una donna tosta che sa cosa vuole, e soprattutto come ottenerlo
GB, la faida al 10 di Downing Street
GB, la faida al 10 di Downing Street
Dominic Cummings, il guru della Brexit, silurato da BoJo pare anche su gentile richiesta della fidanzata. Un maremoto che potrebbe costare la poltrona al premier
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Per due anni, il giornalista Valentin Gendrot si è finto un agente per scrivere un libro in cui ha raccontato decine di episodi abusi e razzismo, ma anche le difficili condizioni in cui lavorano i poliziotti
Putin pronto a lasciare
Putin pronto a lasciare
Un tabloid inglese rivela che il presidente russo sarebbe affetto da Parkinson: il Cremlino smentisce, ma tutto lascia pensare ad un passaggio di consegne imminente
I tre eroi della notte di sangue di Vienna
I tre eroi della notte di sangue di Vienna
Tre giovani musulmani, due lottatori di MMA e un dipendente di McDonalds, hanno salvato un’anziana e un poliziotto dalla furia dell’attentatore che ha seminato il terrore nella capitale austriaca