Charlie Hebdo, ironia sulla tragedia

| Neanche di fronte al rogo di Notre-Dame, il settimanale rinuncia all’ironia più feroce. In Francia montano le polemiche, e qualcuna si accende anche in Italia grazie a Salvini

+ Miei preferiti
È polemica in Francia e sui social per la vignetta che apre il numero odierno del settimanale satirico, come sempre contro corrente. Mentre tutto il mondo si stringe intorno a Parigi e la rogo che ha semidistrutto la cattedrale di Notre–Dame, i vignettisti ne approfittano per fare ironia, com’era già successo anche per tragedie italiane come Rigopiano, il Ponte Morandi e il terremoto di Amatrice. L’immagine di copertina, firmata da “Riss”, mostra una caricatura di Emmanuel Macron con le torri campanarie di Notre-Dame in fiamme sulla testa, il tutto accompagnato dal titolo “Je commence par la charpente”, ovvero “Inizio dall’ossatura”.

Il riferimento è alle riforme annunciate per ieri in diretta televisiva e poi rinviate a data da destinarsi per via della sciagura, attese dopo le proteste dei Gilet Jaunes che per messi hanno messo a ferro e fuoco Parigi, portando il giovane presidente francese ai minimi della popolarità.

E sui media monta anche la polemica verso il lavoro dei vigili del fuoco, acclamati come eroi da Macron e applauditi al passaggio dalla gente per strada, ma secondo qualcuno colpevoli di non aver fatto di più e più in fretta.



Polemiche che toccano anche l’Italia, con il vicepremier Salvini che in serata, nei momenti più tragici del rogo, lancia su Instagram un’immagine provocatoria in cui mostra di assistere al “Grande Fratello”, evitando la diretta da Parigi.

Galleria fotografica
Charlie Hebdo, ironia sulla tragedia - immagine 1
Esteri
GB: stupri e violenze
alla St. Andrew University
GB: stupri e violenze<br>alla St. Andrew University
Il prestigioso ateneo scozzese al centro di diverse denunce per violenza sessuale avvenute all’interno di una confraternita in stile campus americano
Olanda, i container per le torture
Olanda, i container per le torture
In coordinamento con la polizia europea, le forze dell’ordine olandesi hanno sgominato una banda che aveva attrezzato sei container per torturare
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Finito al centro di un’indagine internazionale per possesso di materiale pedopornografico pedofilia, all’ex ambasciatore ungherese in Perù vicino al presidente Orban è stato garantito un trattamento giudiziario di favore
Per sempre Putin
Per sempre Putin
Si avvia alla conclusione il referendum costituzionale voluto dal Cremlino per eliminare il limite dei mandati presidenziali: Vladimir può restare al comando fino al 2036
«Il castello non è un gabinetto»
«Il castello non è un gabinetto»
Gli immensi giardini della tenuta di Balmoral, in Scozia, residenza estiva della Regina, sono aperti al pubblico. Ma gli addetti ai giardini si lamentano: troppa gente fa i propri bisogni dove capita
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
Un breve video diventato virale mostra un rapporto sessuale fra un uomo e una probabile prostituta consumato su un Suv bianco dell’organizzazione umanitaria
Londra: la festa diventata rivolta
Londra: la festa diventata rivolta
A Brixton, nel sud di Londra, una festa di strada si è trasformata in enorme rissa all’arrivo degli agenti
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Un rider padre di 5 figli muore per le conseguenze della “tecnica di soffocamento” della polizia di Parigi. E mentre le proteste aumentano, si scopre un altro caso analogo dimenticato dalle cronache
Blogger russa muore in un incidente in moto
Blogger russa muore in un incidente in moto
Anastasia Tropitsel, 18 anni, in vacanza a Bali, si è schiantata con la sua moto contro una recinzione. Illeso il fidanzato che viaggiava con lei
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
L’immagine di Nadezhda Zhukova in costume fra i malati di Covid-19 aveva fatto il giro del mondo. Un’inchiesta l’ha scagionata e ore sogna di diventare medico, ma nel frattempo ha iniziato anche a posare per un marchio sportivo