Coppia gay aggredita a Londra

| Melania e Chris stavano tornando a casa su un autobus a due piani quando sono state vittime di un violento pestaggio da parte di un gang composta da quattro uomini

+ Miei preferiti
È una foto che sta facendo il giro del mondo, quella che ritrae Melania e Chris coperte di sangue. A pubblicarla sul suo profilo Facebook è stata Melania Geymonat, 28 anni, hostess della “Ryaniar” originaria dell’Uruguay, che in un post scritto in inglese e spagnolo ha raccontato la brutta avventura vissuta insieme alla sua fidanzata di origine americana su un autobus di Londra.

Il fatto risale alla sera del 30 maggio scorso, ma è stato rivelato soltanto in queste ore dal “Daily Mail”, a cui la giovane ha raccontato nel dettaglio l’episodio di omofobia di cui sono state vittime. Dopo una serata trascorsa nella zona di Camden, a Londra, le due ragazze avevano deciso di tornare a casa: salgono su un “double deck”, i tipici bus a due piani e per desiderio di Chris cercano posto al piano superiore, per gustare dall’alto la vista sugli animati corsi londinesi. “Quella sera Chris non stava bene: le ho dato un piccolo bacio per tranquillizzarla”, ma il gesto non è sfuggito a quattro uomini di età compresa fra i 20 ed i 30 anni. “Siamo state avvicinate da quattro uomini che hanno cominciato a fare commenti omofobici indecenti. Pretendevano che ci baciassimo davanti a loro, spingendosi anche a suggerirci posizioni sessuali. Ho tentato di rispondere con ironia per spezzare la tensione, ma non mollavano: ci tiravano monetine chiamandoci lesbiche”. Dalle parole, il gruppo è passato ai fatti: “Di colpo ho visto Chris in mezzo a loro: la stavano picchiando selvaggiamente. Sono intervenuta per difenderla ma mi hanno riservato lo stesso trattamento: sentivo il sangue scendermi lungo il corpo, poi ho perso i sensi”. Temendo il peggio, il gruppo è sceso dall’autobus e ha fatto perdere le proprie tracce mentre Chris chiedeva aiuto all’autista: l’autobus si è bloccato in attesa dell’arrivo della polizia. “Non so ancora se il mio naso è rotto, e non mi è stato più possibile a tornare al lavoro, ma quello che mi sconvolge di più è che la violenza stia diventando qualcosa di così normale che è necessario mostrare il sangue e le ferite per sentire una reazione di sdegno”.

Secondo quanto si legge nella dichiarazione fornita dalle due donne alla polizia, “Durante l’aggressione sono state anche derubate dei cellulari e delle borse”. Entrambe sono state portate in ospedale per curare le ferite al volto e diverse contusioni su tutto il corpo.

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha condannato l’aggressione con un post su Twitter, bollando l’episodio come “attacco disgustoso e misogino. I crimini d’odio contro la comunità LGBT+ non saranno tollerati a Londra”.

La polizia ha lanciato un appello a eventuali testimoni: chi ha visto e sa, dimostri la propria solidarietà a due ragazze.

Galleria fotografica
Coppia gay aggredita a Londra - immagine 1
Esteri
Animatore di feste per bambini condannato per stupro
Animatore di feste per bambini condannato per stupro
Fra i bambini dello Yorkshire “Bobby Brown” era una celebrità: richiestissimo, lavorava da anni a feste e compleanni. Ma una donna l’ha denunciato perché quando aveva 13 anni era stata violentata
Sanna Marin, la premier più giovane del mondo
Sanna Marin, la premier più giovane del mondo
Dovrebbe entrare in carica questa settimana una giovane 34enne entrata in politica per rendere la Finlandia un posto ancora migliore di quanto non lo sia già adesso
Coppia si toglie la vita in un AirBnB
Coppia si toglie la vita in un AirBnB
Avevano 28 e 24 anni, pare si fossero conosciuti sul web e deciso di farla finita insieme. Li hanno trovati senza vita in un alloggio di una località scozzese
Trump, confusione al vertice Nato
Trump, confusione al vertice Nato
Buckingham Palace alle prese con lo scottante “affaire Andrew”, la Casa Bianca con l’approvazione del rapporto dell’intelligence che preclude la stesura della messa in stato d’accusa. Tensioni anche con Macron
Hugh Grant e il porta a porta contro la Brexit
Hugh Grant e il porta a porta contro la Brexit
Dopo aver pesantemente insultato Boris Johnson, il celebre attore da giorni è impegnato in un door to door per invitare i suoi concittadini al voto per scongiurare l’uscita dalla UE
Con la Brexit sarà più difficile viaggiare in UK
Con la Brexit sarà più difficile viaggiare in UK
Le nuove norme dettate dall’impaziente Boris Johnson, ormai certo di ottenere la maggioranza alle prossime elezioni che gli permetterà di concludere l’uscita dalla UE
Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni
Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni
Avrebbe voluto resistere altri 6-8 mesi, ma le pieghe dell’inchiesta sull’omicidio della giornalista hanno convinto il premier a fare un passo indietro
Toronto: arrestato il lanciatore di escrementi
Toronto: arrestato il lanciatore di escrementi
Da giorni aveva preso di mira gli studenti universitari: li avvicinava e dopo aver sorriso li investiva con gli escrementi che trasportava in un secchio
Le grandi manovre di Buckingham Palace
Le grandi manovre di Buckingham Palace
Allo scoccare del 95esimo compleanno, la regina Elisabetta sarebbe pronta a nominare Charles “Principe Reggente”: un’abdicazione a metà, visto che lei resterebbe comunque la sovrana
Pilota muore in volo, l’aereo costretto ad un atterraggio di emergenza
Pilota muore in volo, l’aereo costretto ad un atterraggio di emergenza
È successo in Russia, a bordo di un volo dell’Aeroflot partito da Mosca: il rientro a terra pochi minuti dopo il decollo per consentire le cure, ma per il pilota non e’era più nulla da fare