Coppia gay aggredita a Londra

| Melania e Chris stavano tornando a casa su un autobus a due piani quando sono state vittime di un violento pestaggio da parte di un gang composta da quattro uomini

+ Miei preferiti
È una foto che sta facendo il giro del mondo, quella che ritrae Melania e Chris coperte di sangue. A pubblicarla sul suo profilo Facebook è stata Melania Geymonat, 28 anni, hostess della “Ryaniar” originaria dell’Uruguay, che in un post scritto in inglese e spagnolo ha raccontato la brutta avventura vissuta insieme alla sua fidanzata di origine americana su un autobus di Londra.

Il fatto risale alla sera del 30 maggio scorso, ma è stato rivelato soltanto in queste ore dal “Daily Mail”, a cui la giovane ha raccontato nel dettaglio l’episodio di omofobia di cui sono state vittime. Dopo una serata trascorsa nella zona di Camden, a Londra, le due ragazze avevano deciso di tornare a casa: salgono su un “double deck”, i tipici bus a due piani e per desiderio di Chris cercano posto al piano superiore, per gustare dall’alto la vista sugli animati corsi londinesi. “Quella sera Chris non stava bene: le ho dato un piccolo bacio per tranquillizzarla”, ma il gesto non è sfuggito a quattro uomini di età compresa fra i 20 ed i 30 anni. “Siamo state avvicinate da quattro uomini che hanno cominciato a fare commenti omofobici indecenti. Pretendevano che ci baciassimo davanti a loro, spingendosi anche a suggerirci posizioni sessuali. Ho tentato di rispondere con ironia per spezzare la tensione, ma non mollavano: ci tiravano monetine chiamandoci lesbiche”. Dalle parole, il gruppo è passato ai fatti: “Di colpo ho visto Chris in mezzo a loro: la stavano picchiando selvaggiamente. Sono intervenuta per difenderla ma mi hanno riservato lo stesso trattamento: sentivo il sangue scendermi lungo il corpo, poi ho perso i sensi”. Temendo il peggio, il gruppo è sceso dall’autobus e ha fatto perdere le proprie tracce mentre Chris chiedeva aiuto all’autista: l’autobus si è bloccato in attesa dell’arrivo della polizia. “Non so ancora se il mio naso è rotto, e non mi è stato più possibile a tornare al lavoro, ma quello che mi sconvolge di più è che la violenza stia diventando qualcosa di così normale che è necessario mostrare il sangue e le ferite per sentire una reazione di sdegno”.

Secondo quanto si legge nella dichiarazione fornita dalle due donne alla polizia, “Durante l’aggressione sono state anche derubate dei cellulari e delle borse”. Entrambe sono state portate in ospedale per curare le ferite al volto e diverse contusioni su tutto il corpo.

Il sindaco di Londra, Sadiq Khan, ha condannato l’aggressione con un post su Twitter, bollando l’episodio come “attacco disgustoso e misogino. I crimini d’odio contro la comunità LGBT+ non saranno tollerati a Londra”.

La polizia ha lanciato un appello a eventuali testimoni: chi ha visto e sa, dimostri la propria solidarietà a due ragazze.

Galleria fotografica
Coppia gay aggredita a Londra - immagine 1
Esteri
Francia: il caso di Mia, fatta rapire dalla madre
Francia: il caso di Mia, fatta rapire dalla madre
È il colpo di scena di una vicenda più intricata di quel che sembra. I tre rapitori, arrestati dalla polizia, hanno confessato che il mandante del sequestro era la madre, una donna con gravi problemi comportamentali
L’ultimo addio a Filippo
L’ultimo addio a Filippo
Il principe di Edimburgo aveva previsto tuttoo: dall’auto che accompagna il feretro alle musiche che risuoneranno nella Cappella di San Giorgio, a Windsor. Presente di persona solo famiglia reale, ma con diretta televisiva in tutto il mondo
Un italiano l’autore del furto a casa di Tamara Ecclestone
Un italiano l’autore del furto a casa di Tamara Ecclestone
Alessandro Donati, milanese, ha ammesso davanti alla corte di Londra di aver svaligiato le residenze di celebrità come la figlia dell’ex patron della F1, di Frank Lampard e di un miliardario thailandese
Irlanda, sesta notte di proteste
Irlanda, sesta notte di proteste
Elementi infiltrati hanno alzato il livello degli scontri, mettendo a ferro e fuoco Belfast: un autobus dato alle fiamme e scontri violenza con la polizia sono proseguiti per tutta la notte
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Un canale televisivo ha filmato con una telecamera nascosta una cena in un ristorante esclusivo a base di caviale e champagne. Fra i partecipanti ci sarebbero anche alcuni ministri, e i francesi pretendono i nomi
Francia, smantellata la banda dei Lego
Francia, smantellata la banda dei Lego
Studiavano nei dettagli i negozi e magazzini da colpire, poi rivendevano i mattoncini sul mercato nero, dove pare siano richiestissimi
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Alla sua prima uscita pubblica dal castello di Windsor, la regina rende omaggio all’aviazione militare australiana. Un cenno verso un Paese che continua a chiedersi che senso ha avere una monarca così distante
Il #MeToo degli studenti inglesi
Il #MeToo degli studenti inglesi
Un sito per segnalazioni anonime ha registrato oltre 7.000 di stupri, violenze e bullismo, scoperchiando un realtà preoccupante su cui adesso tutti vogliono vederci chiaro
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Nei quattro anni di relazione clandestina (in realtà alla luce del sole) con l’allora sindaco di Londra, l’imprenditrice americana avrebbe ricevuto favori e contratti. Un’indagine vuole fare chiarezza, e Jonshon rischia grosso
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
Manifestazioni in tutto il Paese per un pacchetto di misure che sulla carta avrebbero dovuto trasformare ila Francia in un esempio, e che invece son o state riviste e scorrette per non scontentare i poteri forti