Elisabetta, l’ultima sovrana del Regno Unito

| Sono in molti, a chiedersi se dopo la regina più amata di sempre non sarebbe più giusto ripensarsi come repubblica. Per gli esperti il dubbio quel giorno sarà inevitabile, a meno di non dare una nuova immagine più “light”

+ Miei preferiti
Non c’entrano, o forse solo in parte, le ultime indiscrezioni sulle presunte pressioni fatte dalla regina in più occasioni per escludere i sovrani dalle leggi sulla trasparenza finanziaria. Quella raccontata in questi giorni sulle colonne del “Guardian” è una Gran Bratagna che inizia a fare i conti con quello che, inevitabilmente, un giorno sarà il Paese costretto a dare l’addio alla sovrana più longeva e più amata della storia, la grande traghettatrice dell’isola nei momenti più difficili e unico timoniere in grado di rimettere ordine nei gangli della sua famiglia, spesso portata ad abusare dei tanti privilegi.

Per questo, un editoriale del quotidiano inglese ha scatenato la questione in tutto il Paese, finendo per riempire trasmissioni e sondaggi di esperti: la monarchia avrà ancora un senso dopo Elisabetta, o forse sarebbe il caso di tramutarsi in repubblica?

Giuridicamente, il sovrano non ha alcun potere effettivo, si muove sotto il consiglio del governo, limitandosi a firmare ciò che viene deciso a Westminster: anni fa, secondo un giurista, paradossalmente il re o la regina dovrebbero firmare anche la loro condanna a morte.

Al momento, la presenza rassicurante di Elisabetta II garantisce alla monarchia un gradimento che nei sondaggi più recenti sfiora il 75%, e grazie ad una popolarità donata da serie di successo come “The Crown” supera addirittura i confini anglosassoni. I numeri però iniziano a cambiare, mostrando il declino, se i sondaggi si concentrano sulle fasce più giovani della popolazione, dove la popolarità della monarchia non supera il 67%. E ancora peggio mette insieme in angoli del regno come la Scozia, dove i numeri parlano di un risicato 57%.

Per gli esperti sarà proprio lo smarrimento del giorno in cui Elisabetta non ci sarà più, lasciando il posto al figlio Carlo, per la stragrande maggioranza dei sudditi considerato inadatto, a far scattare la riflessione sul futuro della monarchia. Senza contare che per quel momento, il Regno Unito potrebbe non più così unito, costretto a privarsi di Scozia e Irlanda del Nord, sempre più convinti di voler restare in Europa.

Ma il cambio di sovrano, quasi certamente, costringerà la monarchia a rivedere i propri privilegi, aprendosi ai sudditi con maggiore trasparenza, così come è richiesto a tutti. Sarà una monarchia più “light”, giovane e flessibile: quella che nessuno si aspetta da Carlo, ma che invece sembra poter garantire suo figlio William.

Esteri
Londra, polemiche per la tassa sugli abbracci
Londra, polemiche per la tassa sugli abbracci
Sarà introdotta prima a Gatwick e poco a Heathrow una tariffa di 5 sterline per 10 minuti di sosta veloce. La tassa prende il posto del “Kiss and Fly” gratuito, e fioccano le polemiche
GB: la principessa Latifa chiede di riaprire il caso della sorella
GB: la principessa Latifa chiede di riaprire il caso della sorella
Quasi vent’anni prima della sua fuga, la principessa Shamsa aveva tentato la stessa cosa: fu rapita a Cambridge e riportata a Dubai. Ha vissuto anni in galera ed è ormai ridotta ad “uno zombie”
GB: la road map per l’uscita dall’incubo pandemia
GB: la road map per l’uscita dall’incubo pandemia
Il premier Boris Johnson ha anticipato il piano messo a punto per la graduale riapertura di attività e socialità nel Regno Unito
Francia, lo scandalo degli incesti
Francia, lo scandalo degli incesti
Un libro shock svela le violenze subite all’interno di una famiglia di intellettuali, ben nota negli ambienti della Riva Gauche. La pubblicazione ha scatenato l’hashtag #MeTooIncest, che ha portato alla luce migliaia di casi
«Inglesi, scordatevi le vacanze all’estero»
«Inglesi, scordatevi le vacanze all’estero»
Il governo del Regno Unito avverte: non correte a prenotare vacanze all’estero, è assai difficile che potrete farle. Nuova stretta sui documenti necessari per l’ingresso nel Paese, specie per i paesi nella “lista rossa”
Elisabetta e le leggi «ad personam»
Elisabetta e le leggi «ad personam»
Un’inchiesta giornalistica, con tanto di documenti scritti, svela che negli anni 70 gli avvocati della regina avrebbero fatto pressioni per escludere i sovrani dalla norma sulla trasparenza finanziaria
Navalny condannato, la Russia tenta di soffocare il dissenso
Navalny condannato, la Russia tenta di soffocare il dissenso
In una lunga dichiarazione dopo la lettura della sentenza, il dissidente russo chiede ai suoi concittadini di non arrendersi: “Il piccolo ladro chiuso nel suo bunker non può rinchiudere milioni di persone”
La cannabis factory nel cuore di Londra
La cannabis factory nel cuore di Londra
Grazie a diverse segnalazioni, la polizia ha scoperto una serra con più di 800 piantine in un seminterrato del distretto finanziario della capitale inglese
Brexit effect: le star britanniche si lamentano
Brexit effect: le star britanniche si lamentano
Nell’accordo stipulato fra Londra e Bruxelles non c’è traccia ai viaggi senza visto concessi agli artisti. Senza quello, dicono 100 celebri firmatari, organizzare tournée europee sarà difficile
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
Studentessa senegalese considerata una celebrità in Patria, è svanita nel nulla il 4 gennaio scorso, mentre rientrava a Parigi dopo le feste di Natale