Elisabetta rende omaggio all’Australia

| Alla sua prima uscita pubblica dal castello di Windsor, la regina rende omaggio all’aviazione militare australiana. Un cenno verso un Paese che continua a chiedersi che senso ha avere una monarca così distante

+ Miei preferiti
Perché la Gran Bretagna ha una monarchia? È una domanda vecchia quanto l’istituzione stessa, che ciclicamente torna a rodere l’opinione pubblica, a volta accompagnata da un’altra domanda, ancora più interessante: perché altri paesi, oltre al Regno Unito, hanno la stessa monarchia?

Elisabetta II è capo di stato in altri 15 paesi che un tempo erano sotto il dominio britannico, fino all’Australia e alla Nuova Zelanda, letteralmente dall’altra parte del pianeta. A causa dell’età, Sua Maestà non viaggia in questi paesi da anni, il che rende ancora più incredibile il fatto che abbia mantenuto le sue posizioni. Più di recente, alti reali come suo figlio, il principe Edoardo, e i nipoti, i Sussex e i Cambridges, l’hanno visitato per suo conto, ma non è lo stesso. Quindi come fa a mantenere forti le proprie relazioni? Lo ha dimostrato questa settimana con una comparsa fugace ma simbolica lungo la strada del castello di Windsor. La 94enne ha visitato il Memoriale delle Forze Aeree a Runnymede per celebrare il centenario della “Royal Australian Air Force”, l’apparizione a sorpresa della monarca è stato il primo impegno pubblico in persona di quest’anno.

Dall'inizio della pandemia, Elisabetta ha lasciato di rado i confini del castello di Windsor, preferendo videochiamate quotidiane per assolvere ai suoi doveri. In parte per via dell’età che avanza (compirà 95 anni tra poche settimane, il 21 aprile), ma anche per proteggere il pubblico dal radunarsi in massa per vederla, con l’inevitabile rischio di contagi.

Questa settimana ha mosso i primi cauti passi dall’isolamento ricevendo anche la prima dose di vaccino. Ma il fatto che abbia optato per il suo primo impegno fisico del 2021 per onorare un paese del Commonwealth, dove la questione della sua rilevanza è riemersa di recente, è significativo.

Mantenere la sua posizione non è qualcosa che Elisabetta può dare per scontato. Nel settembre dello scorso anno, le Barbados hanno annunciato l’intenzione di lasciarsi alle spalle il proprio “passato coloniale”, scegliendo di rimuovere Elizabeth come capo di stato. Diventerà una repubblica a novembre, quando celebrerà il suo 55° anniversario di indipendenza dall’impero britannico.

La sua scelta di uscita non è passata inosservata ai media australiani: “La regina fa un cenno all’Australia nella prima apparizione pubblica dopo l’intervista di Meghan e Harry”, titola il sito web News.com.au. 

Molti paesi hanno abbandonato Elisabetta come capo di stato dopo aver ottenuto l’indipendenza, ma in Australia la regina è famosa per essere sopravvissuta all’ultimo referendum nel 1999, subito dopo la crisi di Diana.

A proposito della Principessa del Galles, in una nota Buckingham Palace ha annunciato che la memoria di Diana sarà omaggiata con una delle famose targhe blu nel corso di quest'anno. L’insegna sarà posta fuori da “Coleherne Court”, il vecchio condominio a Earl’s Court, a ovest di Londra, dove ha vissuto con alcune amiche prima di sposare il principe Carlo. Il fratello di Diana, Charles Spencer, ha ringraziato l’English Heritage – l’ente che supervisiona gli edifici storici – ricordando che si trattava di “un posto felice” per sua sorella.

Esteri
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente
La talpa del 10 di Downing Street
La talpa del 10 di Downing Street
I tabloid inglesi continuano ad essere inondati di rivelazioni scottanti sugli atteggiamenti e il comportamento del premier Johnson. Sospettato numero uno David Cummings, l'ex braccio destro in cerca di vendetta
40 giorni sottoterra
40 giorni sottoterra
Si è concluso il “Deep Time”, l’esperimento di chiudere 15 volontari francesi in una grotta senza orologi, telefoni e luce del sole. L’obiettivo è di studiare il grado di adattamento fisico e mentale
«Non restituite gli ex terroristi all’Italia»
«Non restituite gli ex terroristi all’Italia»
Un appello degli intellettuali francesi, pubblicato su Le Monde, ribadisce la visione democratica e soprattutto umana la Dottrina Mitterand. Nei giorni scorsi, la ministra Cartabia aveva avuto colloqui con l'omologo francese
A Liverpool un esperimento di musica live
A Liverpool un esperimento di musica live
A godersi il concerto dei “Blossoms” sul palco dello Sefton Park saranno 5.000 persone senza mascherina e distanziamento. Si tratta di un progetto voluto dal ministero della salute per verificare eventuali casi di trasmissione