Erdogan perde Istanbul: vince Imamoglu

| Cocente sconfitta per il presidente, che dopo 25 anni si vede strappare la città motore della Turchia dal candidato dell’opposizione

+ Miei preferiti
Questa volta, il “Sultano” è costretto ad ammettere la sconfitta: Ekrem Imamoglu, candidato dell’opposizione, è il nuovo sindaco di Istanbul. Non è servito a nulla pretendere che fossero annullate le elezioni dello scorso 31 marzo per presunte irregolarità, con Imamoglu vincitore sul candidato presidenziale Binali Yildrim con uno scarto di appena 14mila voti su 10 milioni. Anche alla seconda tornata, i risultati parlano da soli, con un 55% delle preferenze andate a quello che in tanti vedono come l’astro nascente della politica turca. Storicamente, la poltrona di primo cittadino di Istanbul è considerata il trampolino che precede la candidatura alle presidenziali: era stato così anche per lo stesso Recep Erdogan, sindaco della città sul Bosforo dal 1994 al 1998 e subito dopo premier per tre mandati consecutivi.

Il primo commento del vincitore, che dopo 25 anni riporta il Partito Popolare Repubblicano alla guida della città più popolosa della Turchia, non sembra voler dichiarare guerra: “Signor presidente, sono pronto a lavorare in armonia con lei per servire Istanbul”, dichiarazione seguita dai complimenti dello stesso Erdogan: “Mi congratulo con Ekrem Imamoglu: la volontà della nazione si è manifestata ancora una volta”. Nel suo discorso, il neo sindaco non ha evitato comunque di mandare qualche stoccata al presidente, ringraziando sua moglie per Dilek il supporto.

Galleria fotografica
Erdogan perde Istanbul: vince Imamoglu - immagine 1
Esteri
Germania, tutti con il «Rambo» della Foresta Nera
Germania, tutti con il «Rambo» della Foresta Nera
Da giorni gli danno la caccia centinaia di agenti di polizia, ma conosce talmente bene la zona da sfuggire alla cattura. Sconosciuti i motivi della fuga
GB: stupri e violenze alla St. Andrew University
GB: stupri e violenze alla St. Andrew University
Il prestigioso ateneo scozzese al centro di diverse denunce per violenza sessuale avvenute all’interno di una confraternita in stile campus americano
Olanda, i container per le torture
Olanda, i container per le torture
In coordinamento con la polizia europea, le forze dell’ordine olandesi hanno sgominato una banda che aveva attrezzato sei container per torturare
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Scandalo in Ungheria: niente carcere per il diplomatico pedofilo
Finito al centro di un’indagine internazionale per possesso di materiale pedopornografico pedofilia, all’ex ambasciatore ungherese in Perù vicino al presidente Orban è stato garantito un trattamento giudiziario di favore
Per sempre Putin
Per sempre Putin
Si avvia alla conclusione il referendum costituzionale voluto dal Cremlino per eliminare il limite dei mandati presidenziali: Vladimir può restare al comando fino al 2036
«Il castello non è un gabinetto»
«Il castello non è un gabinetto»
Gli immensi giardini della tenuta di Balmoral, in Scozia, residenza estiva della Regina, sono aperti al pubblico. Ma gli addetti ai giardini si lamentano: troppa gente fa i propri bisogni dove capita
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
Un breve video diventato virale mostra un rapporto sessuale fra un uomo e una probabile prostituta consumato su un Suv bianco dell’organizzazione umanitaria
Londra: la festa diventata rivolta
Londra: la festa diventata rivolta
A Brixton, nel sud di Londra, una festa di strada si è trasformata in enorme rissa all’arrivo degli agenti
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Un rider padre di 5 figli muore per le conseguenze della “tecnica di soffocamento” della polizia di Parigi. E mentre le proteste aumentano, si scopre un altro caso analogo dimenticato dalle cronache
Blogger russa muore in un incidente in moto
Blogger russa muore in un incidente in moto
Anastasia Tropitsel, 18 anni, in vacanza a Bali, si è schiantata con la sua moto contro una recinzione. Illeso il fidanzato che viaggiava con lei