Francia, il peso dell’omicidio del professore

| Il presidente Macron annuncia un giro di vite contro le sacche di separatismo islamico che cova nel Paese. Sette persone fermate per la morte del professor Paty rischiano l’accusa di favoreggiamento

+ Miei preferiti
La Francia stenta a riprendersi dall’incubo per l’orribile morte di Samuel Paty, il professore di storia e geografia decapitato da un estremista di 18 anni perché aveva mostrato in classe le vignette di “Charlie Hebdo” su Maometto.

Il presidente Macron, che si è sempre espresso in modo molto duro contro il separatismo islamico che cova in seno nella società francese, ha annunciato la chiusura di un’associazione filo-palestinese un pacchetto di misure che sarà presentato il prossimo 9 dicembre, che fra le altre cose prevede la fine dei finanziamenti esteri per la costruzione delle moschee in Francia e lo stop alla formazione degli imam che, secondo un’indagine dell’intelligence, riceverebbero fondi dal Paesi stranieri per conservare il sufficiente “distacco” dalle istituzioni francesi. Il report ha censito circa 300 imam inviati dall’estero: 70 algerini, 50 dal Marocco e 130 dalla Turchia.

Decisioni che hanno già alzano il tono delle reazioni di Ankara, con cui i rapporti sono difficili da tempo, giudicate dal presidente Erdogan “Una retorica anti-islamista che è solo un mezzo per coprire i fallimenti politici di Macron”.

Sul fronte delle indagini per l’orribile omicidio del professore, nelle prossime ore compariranno davanti ai giudici sette persone, tra cui due minorenni, che rischiano l’incriminazione per complicità nell’omicidio. I due minorenni, in particolare, avrebbero ricevuto dall’aggressore 300 euro in contanti per farsi indicare con precisione chi fosse Samuel Paty. Del gruppo fa anche parte Abdelhakim Sefrioui, soggetto noto ai servizi segreti, e tre amici del 18enne autore del gesto, sospettati di aver organizzato la parte logistica dell’attentato.

Il professore, contro cui era stata lanciata una “fatwa”, riceverà la “Legion d’Onore”, il più alto riconoscimento francese, istituito da Napoleone nel 1802.

Esteri
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Insieme a lui il suo ex avvocato di fiducia Thierry Herzog e il giudice Gilbert Azibert. Il giudice avrebbe fornito informazioni riservate sulle inchieste per finanziamento della campagna elettorale, chiedendo in cambio un posto a Monaco
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Zlatko Sikorsky, 36 anni, è stato aggredito da un altro detenuto nel carcere di Brisbane: stava scontando la condanna per l’omicidio di Larissa Beilby, la fidanzata 16enne uccisa a pugni due anni prima
Francia, vietato filmare la polizia
Francia, vietato filmare la polizia
Un disegno di legge punta a impedire ai cittadini di riprendere le forze di polizia in azione: ai trasgressori 45mila euro di multa. Interviene anche l’Onu: deriva pericolosa che minaccia la libertà di espressione e di stampa
Eravamo quattro amici al pub
Eravamo quattro amici al pub
In Irlanda, 4 amici hanno acquistato un volo a prezzi stracciati per poter accedere all’area partenze dell’aeroporto di Dublino, dove pub e ristoranti sono aperti…
Scettico e no-mask? Niente ricovero
Scettico e no-mask? Niente ricovero
La polemica proposta di Willy Oggier, un economista svizzero che propone un registro nazionale in cui ognuno è libero di dichiarare la propria posizione in merito al virus, ma accettando anche l’idea che non sarà curato
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Dopo la spaccatura fra Johnson e il suo stratega Dominic Cummings, emerge sempre di più la figura della fidanzata del premier. Una donna tosta che sa cosa vuole, e soprattutto come ottenerlo
GB, la faida al 10 di Downing Street
GB, la faida al 10 di Downing Street
Dominic Cummings, il guru della Brexit, silurato da BoJo pare anche su gentile richiesta della fidanzata. Un maremoto che potrebbe costare la poltrona al premier
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Per due anni, il giornalista Valentin Gendrot si è finto un agente per scrivere un libro in cui ha raccontato decine di episodi abusi e razzismo, ma anche le difficili condizioni in cui lavorano i poliziotti
Putin pronto a lasciare
Putin pronto a lasciare
Un tabloid inglese rivela che il presidente russo sarebbe affetto da Parkinson: il Cremlino smentisce, ma tutto lascia pensare ad un passaggio di consegne imminente
I tre eroi della notte di sangue di Vienna
I tre eroi della notte di sangue di Vienna
Tre giovani musulmani, due lottatori di MMA e un dipendente di McDonalds, hanno salvato un’anziana e un poliziotto dalla furia dell’attentatore che ha seminato il terrore nella capitale austriaca