GB, lo scandalo Cummings travolge BoJo

| Il premier si rifiuta di chiedere le dimissioni del suo fidato consigliere, che durante il lockdown ha impunemente attraversato l’Inghilterra con la famiglia

+ Miei preferiti
Non si placa, la tempesta che coinvolge Dominic Cummings, consigliere senior del premier Boris Johnson finito sotto i riflettori per le visite ai familiari fatte durante il periodi del più duro lockdown.

Forte della strenua difesa del premier, che si è schierato dalla parte del suo collaboratore rimediando aspre critiche, Cummings si è anche rifiutato di scusarsi per aver impunemente attraversato l’Inghilterra durante il periodo di isolamento. “Non mi pento di quello che ho fatto”, ha confermato Cummings nel corso di una conferenza stampa. Anzi, è ancora convinto quei viaggi fossero “la cosa migliore da fare”, scaricando la colpa sui media per aver creato “una campagna diffamatoria” nei suoi confronti. Cummings ha anche confermato di non aver comunicato al premier la decisione di spostarsi: “Forse avrei dovuto, non lo so”. A ruota, è arrivata la conferma di Jonhson: “Se non ricordo male è accaduto mentre ero malato e mi avviavo verso un aggravamento delle mie condizioni di salute. Abbiamo avuto una breve conversazione telefonica in cui credo che Dominic Cummings abbia menzionato dove si trovava. Ma in quella particolare fase avevo molto da fare e non mi sono concentrato sulla questione fino a quando questa storia non ha cominciato ad emergere”.

Insomma, uno scandalo in piena regola che ha messo in ombra i metodi di Johnson di affrontare l’epidemia.  Il premier è ancora vittima di forti pressioni da Westminster per licenziare Cummings, enigmatico aiutante spesso descritto come la mente che si cela dietro al suo messaggio populista, dopo che ne sono emersi i suoi spostamenti verso il nord dell’Inghilterra mentre sua moglie era malata di Covid-19. Johnson all’epoca esortava gli inglesi a “stare a casa” e spiegava come autoisolarsi se fossero stati esposti ai sintomi. Ma il premier è rimasto comunque al fianco del suo alleato, dicendo che non aveva “altra alternativa” se non quella di mettersi in viaggio “responsabilmente, legalmente e con integrità”. Johnson ha tuttavia espresso rammarico per la controversia, e “la confusione e la rabbia e il dolore che la gente prova”.

“So che milioni di persone in questo paese hanno sofferto, migliaia sono morte e molti sono arrabbiati per le mie azioni”, ha dichiarato Cummings, illustrando poi alla stampa i dettagli del suo viaggio di due settimane a Durham.

“Tutto questo è doloroso - ha twittato la vice leader laburista Angela Rayner – Cummings ha chiaramente infranto le regole con l’avallo del premier, che non ha agito nell’interesse nazionale. Non avrebbe mai dovuto permettere questa situazione ad un membro del suo staff, perché è chiaro a tutti che non ci può essere una regola per Dominic Cummings e un’altra per il popolo britannico. Il dovere primario di ogni governo è quello di dare ai suoi cittadini chiari consigli sulla salute pubblica: Cummings ha appena confuso l’intera nazione, dimostrando che il potere permette di non sottostare alle leggi”.

Secondo i dati della Johns Hopkins University, il Regno Unito ha subito il colpo più mortale d’Europa, con oltre 36.000 morti. Il Paese potrebbe trovarsi nell’ultima settimana di isolamento: a partire dal 1° giugno, il governo cercherà di eliminare alcune restrizioni, aprendo la strada verso un ritorno alla normalità.

Esteri
Per sempre Putin
Per sempre Putin
Si avvia alla conclusione il referendum costituzionale voluto dal Cremlino per eliminare il limite dei mandati presidenziali: Vladimir può restare al comando fino al 2036
«Il castello non è un gabinetto»
«Il castello non è un gabinetto»
Gli immensi giardini della tenuta di Balmoral, in Scozia, residenza estiva della Regina, sono aperti al pubblico. Ma gli addetti ai giardini si lamentano: troppa gente fa i propri bisogni dove capita
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
ONU: lo scandalo del sesso a bordo
Un breve video diventato virale mostra un rapporto sessuale fra un uomo e una probabile prostituta consumato su un Suv bianco dell’organizzazione umanitaria
Londra: la festa diventata rivolta
Londra: la festa diventata rivolta
A Brixton, nel sud di Londra, una festa di strada si è trasformata in enorme rissa all’arrivo degli agenti
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Cédric Chouviat, il George Floyd francese
Un rider padre di 5 figli muore per le conseguenze della “tecnica di soffocamento” della polizia di Parigi. E mentre le proteste aumentano, si scopre un altro caso analogo dimenticato dalle cronache
Blogger russa muore in un incidente in moto
Blogger russa muore in un incidente in moto
Anastasia Tropitsel, 18 anni, in vacanza a Bali, si è schiantata con la sua moto contro una recinzione. Illeso il fidanzato che viaggiava con lei
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
Russia: l’infermiera in bikini diventa modella
L’immagine di Nadezhda Zhukova in costume fra i malati di Covid-19 aveva fatto il giro del mondo. Un’inchiesta l’ha scagionata e ore sogna di diventare medico, ma nel frattempo ha iniziato anche a posare per un marchio sportivo
GB: notte di sangue a Reading
GB: notte di sangue a Reading
Un uomo armato di coltello si è gettato sulla folla che sciamava dopo una manifestazione antirazzismo: prima di essere bloccato è riuscito a uccidere tre persone e ferirne altrettanto. Per la polizia non si tratta di terrorismo
BoJo in difficoltà: troppe decisioni e scelte sbagliate
BoJo in difficoltà: troppe decisioni e scelte sbagliate
La stella dell’uomo forte della Brexit si sta offuscando: invece di pensare ai problemi del Paese, afflitto dal Covid-19 e da una crisi economica pesantissima, si concentra sul altro
Almeno 3.000 vittime di abusi nella chiesa francese
Almeno 3.000 vittime di abusi nella chiesa francese
Sono i risultati parziali delle indagini di una commissione che dopo il lockdown sta riprendendo ogni parrocchia e congregazione francese alla ricerca di casi avvolti nel silenzio