GB: per la polizia, «le nuove regole sono inapplicabili»

| Le forze dell’ordine protestano: le nuove norme sulla pandemia sono confuse e lasciano a ciascuno la possibilità di interpretarle, mentre gli esperti parlano del rischio concreto di una seconda ondata di infezioni

+ Miei preferiti
Nell’ennesima confusione del Regno Unito, questa volta è la polizia ad allargare le braccia e bollare come “inapplicabilIi” le nuove norme post-lockdown emanate da Downing Street.

I vertici delle forze dell’ordine hanno lanciato l’allarme, affermando che la gente si sente libera “di fare ciò che vuole”, visto che è consentito riunirsi in gruppi di sei all’interno di giardini e abitazioni private, purché si rispetti la distanza sociale di due metri. Va da sé che entrare in tutti i giardini e zone verdi per controllare è un’impresa che rende i controlli del tutto impossibili, a meno che non si tratti di scongiurare un raduno di massa”.

Nel fine settimana, complice il gran caldo che sta colpendo il Paese, un gran numero di persone ha affollato spiagge e parchi di tutto il Regno Unito, con immagini che mostrano il totale disprezzo del distanziamento sociale. Ken Marsh, presidente della Metropolitan Police Federation, ha dichiarato al Daily Telegraph: “Non credo che i cittadini stiano facendo molto caso a quello che gli si prospetta: ognuno fa come gli pare, e impedire che lo faccia in casa propria è assai arduo. Quali sono le regole? Questo è quello che continuiamo a chiedere perché per esperienza in questi casi bisogna essere molto chiari, senza lasciare ombre di dubbio. Al contrario, le nuove norme sono ambigue e si prestano a qualsiasi interpretazione, lasciando alla gente la possibilità di fare ciò che gli pare. Siamo preoccupati, perché secondo noi questa sorte di “via libera” è arrivato troppo in fretta, e temiamo che una seconda ondata di contagi sia ancora possibile. Da tre settimane siamo appena sotto di nel tasso R, capiamo che l’economia ne risenta e la necessità di socializzare sia ormai necessaria, ma la situazione ci preoccupa”.

Una fonte autorevole della forze dell’ordine ha aggiunto: “L’isolamento è essenzialmente finito a tutti gli effetti, e chiedere alla polizia di mettere rimedio alla confusione creata dalle istituzioni è sbagliato”.

Diversi esperti e scienziati hanno criticato la scelta suggerendo che sia prematuro abolire le restrizioni e che la situazione potrebbe causare un rapido aumento delle infezioni. Secondo Jeanelle de Gruchy, presidente dell’Associazione dei direttori della sanità pubblica, “Il pubblico non sta mantenendo il distanziamento sociale e siamo sempre più preoccupati che il governo stia sottostimando il rischio di una recrudescenza del virus, allentando le restrizioni troppo rapidamente”.

Dominic Raab, il segretario agli Esteri, ha ammesso che si tratta di “un momento delicato, man non possiamo restare in isolamento per sempre. È necessario un periodo di transizione: le scuole elementari stanno riaprendo, così come i mercati all’aperto e gli autosaloni”.

Galleria fotografica
GB: per la polizia, «le nuove regole sono inapplicabili» - immagine 1
GB: per la polizia, «le nuove regole sono inapplicabili» - immagine 2
Esteri
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Insieme a lui il suo ex avvocato di fiducia Thierry Herzog e il giudice Gilbert Azibert. Il giudice avrebbe fornito informazioni riservate sulle inchieste per finanziamento della campagna elettorale, chiedendo in cambio un posto a Monaco
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Zlatko Sikorsky, 36 anni, è stato aggredito da un altro detenuto nel carcere di Brisbane: stava scontando la condanna per l’omicidio di Larissa Beilby, la fidanzata 16enne uccisa a pugni due anni prima
Francia, vietato filmare la polizia
Francia, vietato filmare la polizia
Un disegno di legge punta a impedire ai cittadini di riprendere le forze di polizia in azione: ai trasgressori 45mila euro di multa. Interviene anche l’Onu: deriva pericolosa che minaccia la libertà di espressione e di stampa
Eravamo quattro amici al pub
Eravamo quattro amici al pub
In Irlanda, 4 amici hanno acquistato un volo a prezzi stracciati per poter accedere all’area partenze dell’aeroporto di Dublino, dove pub e ristoranti sono aperti…
Scettico e no-mask? Niente ricovero
Scettico e no-mask? Niente ricovero
La polemica proposta di Willy Oggier, un economista svizzero che propone un registro nazionale in cui ognuno è libero di dichiarare la propria posizione in merito al virus, ma accettando anche l’idea che non sarà curato
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Dopo la spaccatura fra Johnson e il suo stratega Dominic Cummings, emerge sempre di più la figura della fidanzata del premier. Una donna tosta che sa cosa vuole, e soprattutto come ottenerlo
GB, la faida al 10 di Downing Street
GB, la faida al 10 di Downing Street
Dominic Cummings, il guru della Brexit, silurato da BoJo pare anche su gentile richiesta della fidanzata. Un maremoto che potrebbe costare la poltrona al premier
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Per due anni, il giornalista Valentin Gendrot si è finto un agente per scrivere un libro in cui ha raccontato decine di episodi abusi e razzismo, ma anche le difficili condizioni in cui lavorano i poliziotti
Putin pronto a lasciare
Putin pronto a lasciare
Un tabloid inglese rivela che il presidente russo sarebbe affetto da Parkinson: il Cremlino smentisce, ma tutto lascia pensare ad un passaggio di consegne imminente
I tre eroi della notte di sangue di Vienna
I tre eroi della notte di sangue di Vienna
Tre giovani musulmani, due lottatori di MMA e un dipendente di McDonalds, hanno salvato un’anziana e un poliziotto dalla furia dell’attentatore che ha seminato il terrore nella capitale austriaca