GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità

| È vietato acquistare vernici e pennelli per ridipingere casa, ma non fare scorta di birra e vino, oltre ad una passeggiata rilassante dopo un litigio. Le stranezze della Gran Bretagna

+ Miei preferiti
La Gran Bretagna è un paese curioso: dalla Brexit al modo di affrontare le prime avvisaglie della pandemia, al pari di Boris Johnson - che fino a quando non ha vissuto sulla pelle la paura del contagio non ci credeva – i sudditi di Sua Maestà continuano a dare prova di quanto siano unici. Ma soprattutto curiosamente strani.

Il ministro degli Esteri Dominic Raab, che sostituisce BoJo ancora in convalescenza, ha annunciato l’estensione del lockdown di altre tre settimane. Una decisione che ha gettato nello sconforto il Paese intero, convinto di essere alla fine del tunnel malgrado i numeri di morti e contagi dicano l’esatto contrario. Ma in compenso, per rendere meno amara la pillola, sono state emanate nuove linee guida sui “validi motivi” per uscire di casa che le forze dell’ordine sono tenute ad accettare.

Uno di questi, di gran lunga il più apprezzato, riguarda l’acquisto di alcolici, eventualità inclusa nel nuovo elenco di “scuse accettabile” per uscire di casa durante il blocco. A scanso di equivoci si aggiunge che la concessione di fare scorta di birra e vino è un modo per rendere meno angosciante l’isolamento forzato, ma questo non include la possibilità di organizzare feste o party. Il riferimento, per nulla causale, è ai numerosi interventi della polizia per mettere fine a centinaia di feste e festicciole registrate ovunque: da un affollato 18esimo a Londra a un party completo di buffet e karaoke a Derby.

Il governo ha nuovamente raccomandato di non uscire di casa più di una volta al giorno e solo per motivi essenziali, ma si è creata po’ di confusione su ciò che è o non è permesso. Per dare una mano agli agenti a capire chi sta infrangendo la legge e chi invece è in regola, il “National Police Chief’s Council and College of Policing” (altrimenti detto NPCC) ha stilato un elenco di motivi da considerare validi. Un documento assai necessario, visto che tra il 27 marzo e il 13 aprile sono state inflitte più di 3.200 multe a chi non aveva un motivo valido per uscire di casa. L’elenco include l’acquisto di cibo per “diversi giorni”, compresi articoli di lusso e alcolici: nessuno deve temere che la bottiglia di gin o pinot nero gli sia sequestrata alla cassa, nonostante circolasse la voce di carrelli della spesa controllati in cui venivano lasciati solo gli articoli essenziali.

Ma se la sbronza casalinga è implicitamente concessa, in compenso sono vietati il bricolage e il fai-da-te: le direttive vietano di uscire di casa per acquistare vernici e pennelli, mentre è consentito l’acquisto di attrezzi per riparare “una recinzione danneggiata” o riparazioni essenziali per la casa. Sono considerate “scuse ragionevoli” anche le uscite dopo un litigio casalingo, portare gli animali dal veterinario e aiutare le persone considerate più vulnerabili.

Galleria fotografica
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità - immagine 1
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità - immagine 2
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità - immagine 3
Esteri
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
Studentessa senegalese considerata una celebrità in Patria, è svanita nel nulla il 4 gennaio scorso, mentre rientrava a Parigi dopo le feste di Natale
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le famiglie in attesa di scoprire il destino dei propri cari raccontano chi erano alcune delle vittime del Boeing 737. Le autorità stanno raccogliendo campioni di Dna per identificare i resti
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
L’esercito indonesiano ha individuato un segnale che ha permesso ai sommozzatori di individuare il punto in cui l’aereo sarebbe esploso. Ancora da chiarire le cause del disastro
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Adamo canto, ex maggiordomo reale, avrebbe rubato un centinaio di oggetti appartenenti alla Royal Family per poi rivenderli su eBay
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Esplode uno scandalo che fa indignare il Paese: una ventina di personaggi illustri sarebbe stato vaccinato perfino prima di medici e infermieri. Il ministro della salute annuncia un’inchiesta
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
Il 2020 appena concluso ha lacerato il tessuto sociale del Regno Unito, mostrando disuguaglianze ed egoismi. Se la Scozia preme per l’indipendenza, cresce il malumore anche in Irlanda e Galles
Lo strappo del padre di BoJo
Lo strappo del padre di BoJo
Mentre Boris festeggia la faticosa conquista della Brexit, suo papà Stanley fa le valigie: “voglio restare europeo”, dice annunciando la richiesta di cittadinanza francese
Il discorso di addio della Merkel
Il discorso di addio della Merkel
Nel consueto discorso di fine anno rivolto ai tedeschi, la cancelliera annuncia che è “l’ultima volta in cui mi rivolgo a voi in questo ruolo”. Il suo mandato scade il prossimo 23 settembre, e ha già annunciato di non volersi ricandidare
L’anno difficile di Elisabetta
L’anno difficile di Elisabetta
Una donna sola al comando: più volte nel corso del 2020, la regina ha affrontato questioni pubbliche e scossoni privati. Mai in affanno o sopra le righe, continua a guidare il Paese durante la Brexit e la pandemia come solo lei sa fare
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
Da tre giorni fermi con i loro tir, hanno tentato di forzare un blocco della polizia inglese. La Francia ha annunciato la riapertura delle frontiere, ma l’obbligo di test e tamponi allunga i tempi