GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità

| È vietato acquistare vernici e pennelli per ridipingere casa, ma non fare scorta di birra e vino, oltre ad una passeggiata rilassante dopo un litigio. Le stranezze della Gran Bretagna

+ Miei preferiti
La Gran Bretagna è un paese curioso: dalla Brexit al modo di affrontare le prime avvisaglie della pandemia, al pari di Boris Johnson - che fino a quando non ha vissuto sulla pelle la paura del contagio non ci credeva – i sudditi di Sua Maestà continuano a dare prova di quanto siano unici. Ma soprattutto curiosamente strani.

Il ministro degli Esteri Dominic Raab, che sostituisce BoJo ancora in convalescenza, ha annunciato l’estensione del lockdown di altre tre settimane. Una decisione che ha gettato nello sconforto il Paese intero, convinto di essere alla fine del tunnel malgrado i numeri di morti e contagi dicano l’esatto contrario. Ma in compenso, per rendere meno amara la pillola, sono state emanate nuove linee guida sui “validi motivi” per uscire di casa che le forze dell’ordine sono tenute ad accettare.

Uno di questi, di gran lunga il più apprezzato, riguarda l’acquisto di alcolici, eventualità inclusa nel nuovo elenco di “scuse accettabile” per uscire di casa durante il blocco. A scanso di equivoci si aggiunge che la concessione di fare scorta di birra e vino è un modo per rendere meno angosciante l’isolamento forzato, ma questo non include la possibilità di organizzare feste o party. Il riferimento, per nulla causale, è ai numerosi interventi della polizia per mettere fine a centinaia di feste e festicciole registrate ovunque: da un affollato 18esimo a Londra a un party completo di buffet e karaoke a Derby.

Il governo ha nuovamente raccomandato di non uscire di casa più di una volta al giorno e solo per motivi essenziali, ma si è creata po’ di confusione su ciò che è o non è permesso. Per dare una mano agli agenti a capire chi sta infrangendo la legge e chi invece è in regola, il “National Police Chief’s Council and College of Policing” (altrimenti detto NPCC) ha stilato un elenco di motivi da considerare validi. Un documento assai necessario, visto che tra il 27 marzo e il 13 aprile sono state inflitte più di 3.200 multe a chi non aveva un motivo valido per uscire di casa. L’elenco include l’acquisto di cibo per “diversi giorni”, compresi articoli di lusso e alcolici: nessuno deve temere che la bottiglia di gin o pinot nero gli sia sequestrata alla cassa, nonostante circolasse la voce di carrelli della spesa controllati in cui venivano lasciati solo gli articoli essenziali.

Ma se la sbronza casalinga è implicitamente concessa, in compenso sono vietati il bricolage e il fai-da-te: le direttive vietano di uscire di casa per acquistare vernici e pennelli, mentre è consentito l’acquisto di attrezzi per riparare “una recinzione danneggiata” o riparazioni essenziali per la casa. Sono considerate “scuse ragionevoli” anche le uscite dopo un litigio casalingo, portare gli animali dal veterinario e aiutare le persone considerate più vulnerabili.

Galleria fotografica
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità - immagine 1
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità - immagine 2
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità - immagine 3
Esteri
Francia: il caso di Mia, fatta rapire dalla madre
Francia: il caso di Mia, fatta rapire dalla madre
È il colpo di scena di una vicenda più intricata di quel che sembra. I tre rapitori, arrestati dalla polizia, hanno confessato che il mandante del sequestro era la madre, una donna con gravi problemi comportamentali
L’ultimo addio a Filippo
L’ultimo addio a Filippo
Il principe di Edimburgo aveva previsto tuttoo: dall’auto che accompagna il feretro alle musiche che risuoneranno nella Cappella di San Giorgio, a Windsor. Presente di persona solo famiglia reale, ma con diretta televisiva in tutto il mondo
Un italiano l’autore del furto a casa di Tamara Ecclestone
Un italiano l’autore del furto a casa di Tamara Ecclestone
Alessandro Donati, milanese, ha ammesso davanti alla corte di Londra di aver svaligiato le residenze di celebrità come la figlia dell’ex patron della F1, di Frank Lampard e di un miliardario thailandese
Irlanda, sesta notte di proteste
Irlanda, sesta notte di proteste
Elementi infiltrati hanno alzato il livello degli scontri, mettendo a ferro e fuoco Belfast: un autobus dato alle fiamme e scontri violenza con la polizia sono proseguiti per tutta la notte
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Un canale televisivo ha filmato con una telecamera nascosta una cena in un ristorante esclusivo a base di caviale e champagne. Fra i partecipanti ci sarebbero anche alcuni ministri, e i francesi pretendono i nomi
Francia, smantellata la banda dei Lego
Francia, smantellata la banda dei Lego
Studiavano nei dettagli i negozi e magazzini da colpire, poi rivendevano i mattoncini sul mercato nero, dove pare siano richiestissimi
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Alla sua prima uscita pubblica dal castello di Windsor, la regina rende omaggio all’aviazione militare australiana. Un cenno verso un Paese che continua a chiedersi che senso ha avere una monarca così distante
Il #MeToo degli studenti inglesi
Il #MeToo degli studenti inglesi
Un sito per segnalazioni anonime ha registrato oltre 7.000 di stupri, violenze e bullismo, scoperchiando un realtà preoccupante su cui adesso tutti vogliono vederci chiaro
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Nei quattro anni di relazione clandestina (in realtà alla luce del sole) con l’allora sindaco di Londra, l’imprenditrice americana avrebbe ricevuto favori e contratti. Un’indagine vuole fare chiarezza, e Jonshon rischia grosso
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
Manifestazioni in tutto il Paese per un pacchetto di misure che sulla carta avrebbero dovuto trasformare ila Francia in un esempio, e che invece son o state riviste e scorrette per non scontentare i poteri forti