Gli allegri vacanzieri di Cannes

| Un jet privato e tre elicotteri atterrano a Marsiglia: a bordo un gruppo di persone invitate per una vacanza pasquale da un ricco croato. Tutti rispediti al mittente dalle autorità francesi

+ Miei preferiti
Non è ancora chiaro a tutti, che l’epoca dei furbetti e del “lei non sa chi sono io” non esiste più, spazzata via dal coronavirus, malattia democratica che non guarda in faccia e non risparmia nessuno.

Ma c’è un male che serpeggia ovunque, quella sensazione secondo cui le regole servano, siano giuste e vanno osservate, ma dagli altri: per se stessi vale l’assoluzione. E se in Italia riusciamo a vergognarci per i palermitani accalcati sul tetto di un palazzo nel giorno di Pasqua, intenti a grigliare, ballare e bere birra alla salute del virus, non va meglio da altre parti del mondo. Una curiosa vicenda accaduta in Francia, ad esempio, è venuta fuori in queste ore.

Racconta di un jet privato, roba per gente che può, atterrato all’aeroporto di Marsiglia lo scorso 4 aprile. A bordo 10 persone di diverse nazionalità, croati, tedeschi, francesi, rumeni e ucraini. Per l’esattezza sette uomini fra i 40 ed i 50 anni e due donne decisamente più giovani, sui 25. Un’allegra accolita che alla faccia di ogni divieto era volata nel sud della Francia per godersi qualche giorno di vacanzina pasquale a Cannes.

Va da sé: la Francia sta combattendo una battaglia altrettanto aspra con il contagio, e ha imposto un lockdown decisamente rigido per riuscire ad uscirne quanto prima. L’ingresso degli stranieri è bloccato, a meno che non si tratti di un comprovato motivo urgente ed essenziale, come il trasporto di attrezzature mediche o di personale ospedaliero volontario di rinforzo alle strutture sanitarie nazionali.

Poco prima dell’arrivo del jet, tre elicotteri di una compagnia specializzata negli spostamenti di Vip, provenienti dalla regione del Var, erano atterrati allo stesso aeroporto. Quando l’intera combriccola è sbarcata, con trolley e camicie a fiori, si è trovata la Gendarmerie francese schierata di tutto punto: hanno spiegato che il viaggio era stato organizzato da un cittadino croato che lavora nel settore immobiliare e finanziario. A spese sue aveva affittato l’aereo, tre elicotteri e una grossa villa privata a Cannes. Come se non bastasse, alle autorità francesi ha raccontato di avere “un sacco di soldi” ed era disposto a pagare qualsiasi multa pur di poter raggiungere Cannes.

Ai cittadini stranieri è stato rifiutato l’ingresso in Francia, e in nove sono tornati a Londra, compresi i tre cittadini francesi, mentre un ucraino ha noleggiato un aereo per Berlino.

La polizia ha inflitto una multa anche ai tre piloti degli elicotteri perché viaggiavano senza un valido motivo, ma non ha potuto arrestare nessuno, perché non erano ancora entrati legalmente in territorio francese.

Esteri
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
È successo lo scorso gennaio: Ayesha Basharat stava radunando gli effetti personali di un paziente appena morto per Covid e ha usato la sua carta di credito per comprare bibite e snack
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
L’ex braccio destro del premier si prepara a deporre davanti alla commissione che indaga sulla gestione della pandemia da parte del governo. E promette di far saltare in aria Downing Street
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
Il via libera a viaggi e spostamenti si scontra con un sistema di classificazione dei paesi a semaforo: quelli che rappresentano le mete turistiche tradizionali sono tutti in giallo, quindi sconsigliati
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Un ex militare armato è scomparso dopo aver giurato di voler uccidere un noto virologo belga. Sulle sue tracce più di 400 agenti e il timore che voglia scatenare “una piccola guerra”
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente