Rogo Grenfell Tower, 55 condannati a morte

| Un documentario riaccende accuse e polemiche sul devastante incendio del grattacielo londinese: alla maggior parte delle vittime fu detto di restare in casa

+ Miei preferiti
Sono scioccanti, i risultati di un’indagine che riguarda il devastante rogo della Grenfell Tower di Londra, il grattacielo andato a fuoco la notte del 14 giugno 2017. Secondo quanto risulterebbe dall’inchiesta, almeno 55 delle 72 persone uccise nel rogo era stato detto di rimanere nei loro appartamenti mentre l’incendio continuava ad avanzare.

Un documentario andato in onda su “Channel 4” ha scoperto un problema nelle comunicazioni tra gli operatori che ricevevano centinaia di chiamate di soccorso e la squadra dei pompieri che tentava di salvare vite umane. Lo speciale, intitolato “Grenfell: did the Fire Brigade fail?” (I Vigili del Fuoco hanno fallito?), ha anche rivelato che i pompieri non avevano l’addestramento necessario per evacuare l’edificio, evento che in presenza di una squadra addestrata avrebbe richiesto solo sette minuti. Un vigile del fuoco, che ha preferito mantenere l’anonimato, ha raccontato che Michael Dowden, il comandante delle squadre di soccorso intervenute la notte del 14 giugno 2017, non aveva neanche le giuste indicazioni. “C’è una linea di intervento che dice di considerare l'evacuazione di massa, non dice come farlo. E Michael Dowden non aveva gli strumenti per affrontare l’incendio, non aveva l’esperienza per dire cos’era giusto e cosa no”.

Il documentario ha anche evidenziato il dettaglio che quando le indicazioni di restare fermi è cambiata, verso le 2:30 del mattino, gli operatori che avevano ricevuto chiamate dai residenti non li hanno richiamati per avvisarli. Anche i vigili del fuoco hanno faticato a rispondere perché la linea attendista si basava sull’idea di riuscire contenere l’incendio in una parte dell’edificio.

Parlando nel corso della recente inchiesta pubblica, Dany Cotton, il Commissario per gli incendi di Londra, ha affermato che nessuno avrebbe potuto essere pronto ad un caso come quello della Grenfell Tower, in cui l’incendio si è propagato rapidamente da piano a piano.

Ma il documentario evidenzia che nel 2009 altre sei persone sono rimaste uccise nell’incendio di in un altro condominio, il “Lakanal House” di Camberwell, South London, quando il tentativo di contenete un incendio in una parte dell’edificio è fallito.

Un coroner ha evidenziato che il corpo dei vigili del fuoco dovrebbe riqualificare i comandanti degli incidenti, ma la risposta è stata che l’addestramento esistente era più che sufficiente.

L’anonimo pompiere ha concluso: “Tutti ripetevano che si trattava di un incendio senza precedenti. Ma credo che questo suggerisca che nessuno è responsabile”.

Un anno fa, Giannino Gottardi, padre di Marco, il 28enne morto insieme alla fidanzata Gloria Trevisan nell’incendio della Grenfell Tower, ha rivelato l’ultimo messaggio del figlio: “Dura otto secondi, diceva ‘Non riesco a capire perché cade la linea. Vi voglio bene a tutti e due, a te e alla mamma’. Ho allontanato mia moglie perché non lo sentisse: aveva capito di dover morire”.

Galleria fotografica
Rogo Grenfell Tower, 55 condannati a morte - immagine 1
Esteri
Schumacher, il giallo delle foto rubate
Schumacher, il giallo delle foto rubate
Un tabloid inglese denuncia di aver ricevuto l’offerta di un “pacchetto di immagini” che ritraggono Schumy nel letto della sua residenza di Ginevra. La moglie Corinna ha allertato avvocati e forze dell’ordine per bloccare la diffusione
Harry rompe il silenzio
Harry rompe il silenzio
Il duca di Sussex racconta la propria versione del divorzio dell’anno nel corso di un evento benefico: “Il Regno Unito è casa mia, e questo non cambierà mai”
Andrea non avrà più agenti a proteggerlo
Andrea non avrà più agenti a proteggerlo
La polemica sui costi della sicurezza di Harry e Meghan ha coinvolto anche il duca di York: secondo alcune fonti vicine a Scotland Yard, “spendere tanti soldi per qualcuno che non ha più ruoli pubblici è immorale”
I Sussex in Canada? E chi li vuole?
I Sussex in Canada? E chi li vuole?
Nel paese nordamericano infiamma il dibattito: Harry e Meghan non pensino di arrivare qui e sentirsi reali perché non lo sono. E non da ultimo, chi pagherà l’apparato di cui si circondano, valutato in 10 milioni di dollari ogni anno?
Yamaha: non nascondetevi nelle custodie
Yamaha: non nascondetevi nelle custodie
Dopo il clamore della rocambolesca fuga di Carlo Ghosn, il colosso giapponese di strumenti e attrezzature musicali avvisa: non provateci, è molto pericoloso
Il villaggio dove apparivano i soldi
Il villaggio dove apparivano i soldi
Per anni, decine di abitanti di un piccolo centro inglese hanno ritrovato per strada mazzette da 2.000 sterline, riconsegnandole tutte alla polizia. Ma ora, il mistero è stato svelato…
Lady Kitty, il nuovo imbarazzo reale
Lady Kitty, il nuovo imbarazzo reale
La sexy nipote di Lady Diana, 28 anni, pronta a sposare il fidanzato 61enne. Una relazione poco gradita alla famiglia, che si aggiunge agli altri guai
Bielorussia, condannati a morte due fratelli
Bielorussia, condannati a morte due fratelli
Stanislaw e Illya Kostsew, 19 e 21 anni, saranno fucilati, ma secondo la legge non si sa dove e quando. Hanno ucciso selvaggiamente una delle loro insegnanti
La rabbia del principe Filippo
La rabbia del principe Filippo
Ormai ex baricentro della Royal Family, costretto a letto dall’età, il Duca di Eimborgo si è infuriato per la decisione di Harry e Meghan, ma è preoccupato per l’impatto che questa vicenda può avere su sua moglie, la Regina
Il Regno Unito chiede l’estradizione della moglie di un diplomatico americano
Il Regno Unito chiede l’estradizione della moglie di un diplomatico americano
Lo scorso agosto, la donna ha travolto e ucciso un ragazzo di 19 anni con la propria auto, ma è tornata negli Stati Uniti avvalendosi dell’immunità diplomatica