Rogo Grenfell Tower, 55 condannati a morte

| Un documentario riaccende accuse e polemiche sul devastante incendio del grattacielo londinese: alla maggior parte delle vittime fu detto di restare in casa

+ Miei preferiti
Sono scioccanti, i risultati di un’indagine che riguarda il devastante rogo della Grenfell Tower di Londra, il grattacielo andato a fuoco la notte del 14 giugno 2017. Secondo quanto risulterebbe dall’inchiesta, almeno 55 delle 72 persone uccise nel rogo era stato detto di rimanere nei loro appartamenti mentre l’incendio continuava ad avanzare.

Un documentario andato in onda su “Channel 4” ha scoperto un problema nelle comunicazioni tra gli operatori che ricevevano centinaia di chiamate di soccorso e la squadra dei pompieri che tentava di salvare vite umane. Lo speciale, intitolato “Grenfell: did the Fire Brigade fail?” (I Vigili del Fuoco hanno fallito?), ha anche rivelato che i pompieri non avevano l’addestramento necessario per evacuare l’edificio, evento che in presenza di una squadra addestrata avrebbe richiesto solo sette minuti. Un vigile del fuoco, che ha preferito mantenere l’anonimato, ha raccontato che Michael Dowden, il comandante delle squadre di soccorso intervenute la notte del 14 giugno 2017, non aveva neanche le giuste indicazioni. “C’è una linea di intervento che dice di considerare l'evacuazione di massa, non dice come farlo. E Michael Dowden non aveva gli strumenti per affrontare l’incendio, non aveva l’esperienza per dire cos’era giusto e cosa no”.

Il documentario ha anche evidenziato il dettaglio che quando le indicazioni di restare fermi è cambiata, verso le 2:30 del mattino, gli operatori che avevano ricevuto chiamate dai residenti non li hanno richiamati per avvisarli. Anche i vigili del fuoco hanno faticato a rispondere perché la linea attendista si basava sull’idea di riuscire contenere l’incendio in una parte dell’edificio.

Parlando nel corso della recente inchiesta pubblica, Dany Cotton, il Commissario per gli incendi di Londra, ha affermato che nessuno avrebbe potuto essere pronto ad un caso come quello della Grenfell Tower, in cui l’incendio si è propagato rapidamente da piano a piano.

Ma il documentario evidenzia che nel 2009 altre sei persone sono rimaste uccise nell’incendio di in un altro condominio, il “Lakanal House” di Camberwell, South London, quando il tentativo di contenete un incendio in una parte dell’edificio è fallito.

Un coroner ha evidenziato che il corpo dei vigili del fuoco dovrebbe riqualificare i comandanti degli incidenti, ma la risposta è stata che l’addestramento esistente era più che sufficiente.

L’anonimo pompiere ha concluso: “Tutti ripetevano che si trattava di un incendio senza precedenti. Ma credo che questo suggerisca che nessuno è responsabile”.

Un anno fa, Giannino Gottardi, padre di Marco, il 28enne morto insieme alla fidanzata Gloria Trevisan nell’incendio della Grenfell Tower, ha rivelato l’ultimo messaggio del figlio: “Dura otto secondi, diceva ‘Non riesco a capire perché cade la linea. Vi voglio bene a tutti e due, a te e alla mamma’. Ho allontanato mia moglie perché non lo sentisse: aveva capito di dover morire”.

Galleria fotografica
Rogo Grenfell Tower, 55 condannati a morte - immagine 1
Esteri
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
È successo lo scorso gennaio: Ayesha Basharat stava radunando gli effetti personali di un paziente appena morto per Covid e ha usato la sua carta di credito per comprare bibite e snack
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
L’ex braccio destro del premier si prepara a deporre davanti alla commissione che indaga sulla gestione della pandemia da parte del governo. E promette di far saltare in aria Downing Street
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
Il via libera a viaggi e spostamenti si scontra con un sistema di classificazione dei paesi a semaforo: quelli che rappresentano le mete turistiche tradizionali sono tutti in giallo, quindi sconsigliati
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Un ex militare armato è scomparso dopo aver giurato di voler uccidere un noto virologo belga. Sulle sue tracce più di 400 agenti e il timore che voglia scatenare “una piccola guerra”
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente