Harry rompe il silenzio

| Il duca di Sussex racconta la propria versione del divorzio dell’anno nel corso di un evento benefico: “Il Regno Unito è casa mia, e questo non cambierà mai”

+ Miei preferiti
Principe lo è ancora, duca anche, ma Harry - non più Sua Altezza Reale - è “rammaricato” per come si sia conclusa la decisione sua e di Meghan di allontanarsi dalla vita di corte. Per la prima volta, dopo scoop, pareri di esperti e supposizioni giornalistiche, il giovane Windsor ha preso la parola e parlato pubblicamente del clamoroso caso che è riuscito a mettere da parte la Brexit. L’ha fatto parlando nel corso di un evento della “Sentebale”, l’associazione fondata nel 2006 con il principe del Lesotho per dare un seguito alla missione di sua madre Diana nel portare aiuto ai malati di Aids.

“Il Regno Unito è casa mia e il posto che amo di più: questo non cambierà mai. La decisione che ho preso per me e mia moglie di fare un passo indietro non è stata semplice. È la conclusione di tanti mesi di discorsi, dopo anni di sfide. So di non aver sempre fatto bene, ma non c’era davvero nessun’altra opzione. La nostra speranza era di continuare a servire la Regina, il Commonwealth e le mie associazioni militari, ma senza finanziamenti pubblici. Purtroppo non è stato possibile”.

All’inizio di questo mese, la coppia ha annunciato che si sarebbe ritirata dai ruoli di membri anziani della famiglia reale, dividendo il proprio tempo tra il Regno Unito e il Nord America, lavorando per essere indipendenti finanziariamente.

Secondo l’accordo annunciato sabato, Harry e Meghan restituiranno anche 2,4 milioni di sterline ai contribuenti britannici, denaro utilizzato per ristrutturare la loro residenza nella tenuta di Windsor, il Frogmore Cottage.

“Ho accettato tutto questo, ben sapendo che non cambia chi sono o il mio impegna. Ma spero che questo vi aiuti a capire a cosa si è giunti arrivare al passo indietro della mia famiglia da tutto ciò che è stata la mia vita finora, per fare un passo avanti in quella che spero possa essere una vita più serena. È stato e continua ad essere un grande onore servire il mio Paese e la Regina. Ma quando ho perso mia madre, 23 anni fa, ho capito che i media sono una forza potente, e la mia speranza è che un giorno il nostro sostegno possa esserlo ancora di più. Avrò sempre il massimo rispetto per mia nonna, il mio comandante in capo, e sono incredibilmente grato a lei e al resto della mia famiglia per il sostegno che hanno mostrato a me e Meghan negli ultimi mesi”.

Sulla vicenda, per i sudditi resta ancora da chiarire chi si accollerà le spese della loro sicurezza, anche se l’ipotesi che si fa strada con più insistenza è che a pagarla sia Carlo, padre il Harry, almeno in un primo periodo, fin quando H&M non troveranno il modo di essere indipendenti.

Esteri
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
È successo lo scorso gennaio: Ayesha Basharat stava radunando gli effetti personali di un paziente appena morto per Covid e ha usato la sua carta di credito per comprare bibite e snack
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
L’ex braccio destro del premier si prepara a deporre davanti alla commissione che indaga sulla gestione della pandemia da parte del governo. E promette di far saltare in aria Downing Street
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
Il via libera a viaggi e spostamenti si scontra con un sistema di classificazione dei paesi a semaforo: quelli che rappresentano le mete turistiche tradizionali sono tutti in giallo, quindi sconsigliati
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Un ex militare armato è scomparso dopo aver giurato di voler uccidere un noto virologo belga. Sulle sue tracce più di 400 agenti e il timore che voglia scatenare “una piccola guerra”
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente