I Gilet Jaunes si riprendono Parigi

| Dopo una calma apparente, il movimento di protesta è tornato in piazza in forze devastando la celebra arteria parigina. Quello di oggi è considerato l’ultimatum a Macron

+ Miei preferiti
Sembrava smorzarsi, l’onda di protesta dei “Gilet Jaunes”, il movimento che dall’inizio dell’anno trasforma ogni sabato in un appuntamento di violenza e devastazione. Nelle scorse settimane, le presenze dei gilet gialli si erano ridotte a poche centinaia di manifestanti, ma questa volta la risposta alla chiamata in piazza è stata nuovamente massiccia.

Sugli Champs-Élysées, per il 18esimo atto della protesta, si sono registrati scontri violenti fra black-bloc e forze dell’ordine fin dalle prime ore del mattino: si calcolano fra i 7 e gli 8.000 manifestanti, di cui almeno 1.500 della frangia più violenta, contro cui l’Eliseo ha schierato oltre 5.000 agenti. A rimetterci è stato “Fouquet’s”, storica brasserie inserita fra i monumenti nazionali al 99 di Avenue des Champs-Élysées, devastato e vittima di un pesante saccheggio. Non è l’unica attività a pagare il conto più salato: al momento, comunica la polizia, sono diversi i negozi presi d’assalto e svuotati di tutto, fra cui il flagship store “Hugo Boss” e il "Disneystore", mentre sono salite a 44 le persone fermate.

Sprezzante il commento del ministro dell’interno, Christophe Castagner: “È il loro canto del cigno, hanno deciso di attaccare Parigi ma li abbiamo anticipati e stiamo rispondendo colpo su colpo”. Quello di oggi è considerato “l’ultimatum a Macron” dopo la conclusione del dibattito nazionale voluto dal presidente.

Video
Galleria fotografica
I Gilet Jaunes si riprendono Parigi - immagine 1
Esteri
GB: la road map per l’uscita dall’incubo pandemia
GB: la road map per l’uscita dall’incubo pandemia
Il premier Boris Johnson ha anticipato il piano messo a punto per la graduale riapertura di attività e socialità nel Regno Unito
Elisabetta, l’ultima sovrana del Regno Unito
Elisabetta, l’ultima sovrana del Regno Unito
Sono in molti, a chiedersi se dopo la regina più amata di sempre non sarebbe più giusto ripensarsi come repubblica. Per gli esperti il dubbio quel giorno sarà inevitabile, a meno di non dare una nuova immagine più “light”
Francia, lo scandalo degli incesti
Francia, lo scandalo degli incesti
Un libro shock svela le violenze subite all’interno di una famiglia di intellettuali, ben nota negli ambienti della Riva Gauche. La pubblicazione ha scatenato l’hashtag #MeTooIncest, che ha portato alla luce migliaia di casi
«Inglesi, scordatevi le vacanze all’estero»
«Inglesi, scordatevi le vacanze all’estero»
Il governo del Regno Unito avverte: non correte a prenotare vacanze all’estero, è assai difficile che potrete farle. Nuova stretta sui documenti necessari per l’ingresso nel Paese, specie per i paesi nella “lista rossa”
Elisabetta e le leggi «ad personam»
Elisabetta e le leggi «ad personam»
Un’inchiesta giornalistica, con tanto di documenti scritti, svela che negli anni 70 gli avvocati della regina avrebbero fatto pressioni per escludere i sovrani dalla norma sulla trasparenza finanziaria
Navalny condannato, la Russia tenta di soffocare il dissenso
Navalny condannato, la Russia tenta di soffocare il dissenso
In una lunga dichiarazione dopo la lettura della sentenza, il dissidente russo chiede ai suoi concittadini di non arrendersi: “Il piccolo ladro chiuso nel suo bunker non può rinchiudere milioni di persone”
La cannabis factory nel cuore di Londra
La cannabis factory nel cuore di Londra
Grazie a diverse segnalazioni, la polizia ha scoperto una serra con più di 800 piantine in un seminterrato del distretto finanziario della capitale inglese
Brexit effect: le star britanniche si lamentano
Brexit effect: le star britanniche si lamentano
Nell’accordo stipulato fra Londra e Bruxelles non c’è traccia ai viaggi senza visto concessi agli artisti. Senza quello, dicono 100 celebri firmatari, organizzare tournée europee sarà difficile
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
Studentessa senegalese considerata una celebrità in Patria, è svanita nel nulla il 4 gennaio scorso, mentre rientrava a Parigi dopo le feste di Natale
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le famiglie in attesa di scoprire il destino dei propri cari raccontano chi erano alcune delle vittime del Boeing 737. Le autorità stanno raccogliendo campioni di Dna per identificare i resti