Il discorso di addio della Merkel

| Nel consueto discorso di fine anno rivolto ai tedeschi, la cancelliera annuncia che è “l’ultima volta in cui mi rivolgo a voi in questo ruolo”. Il suo mandato scade il prossimo 23 settembre, e ha già annunciato di non volersi ricandidare

+ Miei preferiti
Sarò un discorso dallo sfondo amaro ma comunque solido e pieno di incoraggiamento, com’è tradizione di Angela Merkel, il cancelliere tedesco che si appresta al discorso di fine anno a reti unificate. Le indiscrezioni che circolano sui media raccontano di un inizio sofferto: “È probabilmente l’ultima volta in cui mi rivolgo a voi come cancelliera, e non credo di esagerare se dico che mai negli ultimi 15 anni abbiamo percepito con tale peso l’anno passato, e mai nonostante le preoccupazioni e gli scetticismi abbiamo guardato con tanta speranza verso l’anno nuovo”.

Il riferimento della cancelliera è al termine del suo mandato, il 26 settembre del prossimo anno, e all’intenzione di non ricandidarsi.

“Sarà un inverno ancora difficile, anche se la speranza ha i volti dei primi vaccinati, che ogni giorno diventano sempre di più”. Poi un po’ di sano orgoglio nazionalista: “Il primo vaccino anti-Covid che ha avuto il via libera in Europa è stato sviluppato in Germania - facendo chiaro riferimento alla BioNTech di Magonza, che ha collaborato con l’americana Pfizer – un’azienda tedesca in cui lavorano persone provenienti da 60 Paesi diversi. E questo dimostra meglio che è la collaborazione europea e internazionale, la vera forza della molteplicità, a portare il progresso. Ma sono tempi difficili per tutti, e lo rimarranno ancora per un po’: ognuno deve dare il proprio contributo perché sappiamo esattamente cosa fare per contrastare il virus. Sono grata ogni volta che vedo con quanta disciplina la maggior parte delle persone indossa la mascherina e si impegna a mantenere le distanze. Un numero immenso di persone ha contribuito a far sì che la nostra vita potesse continuare ad andare avanti nonostante la pandemia: nei supermercati, nel trasporto merci, negli autobus e sui treni, nelle stazioni di polizia, nelle scuole e negli asili, nelle chiese e nelle redazioni”.

Poi il finale, in cui la Merkel annuncia l’intenzione di farsi vaccinare, attendendo il proprio turno e lancia una stoccata a negazionisti e no-vax: “Le teorie cospirazioniste non sono solo pericolose, ma anche ciniche e crudeli verso chi ha perduto i propri cari. La lotta alla pandemia è la sfida politica, sociale ed economica del secolo che necessita di un atto di forza di dimensioni storiche. Il mondo in cui viviamo cambia in modo rapidissimo e radicale, pertanto è fondamentale che la Germania sviluppi idee coraggiose per il futuro, con tutta la sua forza e la sua creatività”.

Esteri
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
Studentessa senegalese considerata una celebrità in Patria, è svanita nel nulla il 4 gennaio scorso, mentre rientrava a Parigi dopo le feste di Natale
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le famiglie in attesa di scoprire il destino dei propri cari raccontano chi erano alcune delle vittime del Boeing 737. Le autorità stanno raccogliendo campioni di Dna per identificare i resti
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
L’esercito indonesiano ha individuato un segnale che ha permesso ai sommozzatori di individuare il punto in cui l’aereo sarebbe esploso. Ancora da chiarire le cause del disastro
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Adamo canto, ex maggiordomo reale, avrebbe rubato un centinaio di oggetti appartenenti alla Royal Family per poi rivenderli su eBay
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Esplode uno scandalo che fa indignare il Paese: una ventina di personaggi illustri sarebbe stato vaccinato perfino prima di medici e infermieri. Il ministro della salute annuncia un’inchiesta
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
Il 2020 appena concluso ha lacerato il tessuto sociale del Regno Unito, mostrando disuguaglianze ed egoismi. Se la Scozia preme per l’indipendenza, cresce il malumore anche in Irlanda e Galles
Lo strappo del padre di BoJo
Lo strappo del padre di BoJo
Mentre Boris festeggia la faticosa conquista della Brexit, suo papà Stanley fa le valigie: “voglio restare europeo”, dice annunciando la richiesta di cittadinanza francese
L’anno difficile di Elisabetta
L’anno difficile di Elisabetta
Una donna sola al comando: più volte nel corso del 2020, la regina ha affrontato questioni pubbliche e scossoni privati. Mai in affanno o sopra le righe, continua a guidare il Paese durante la Brexit e la pandemia come solo lei sa fare
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
Da tre giorni fermi con i loro tir, hanno tentato di forzare un blocco della polizia inglese. La Francia ha annunciato la riapertura delle frontiere, ma l’obbligo di test e tamponi allunga i tempi
Ucciso uno scienziato russo che lavorava sul vaccino
Ucciso uno scienziato russo che lavorava sul vaccino
Alexander Kagansky è precipitato dal 14esimo piano dopo aver ricevuto una coltellata: lavorava al vaccino anti Covid-19 ed era un affermato scienziato di fama internazionale