Il poliziotto e i porno davanti al cadavere

| Un agente della polizia di Londra di guardia al corpo di un ragazzino morto suicida, ha ingannato il tempo acquistando film porno attraverso l’account della famiglia. È stato condannato a un anno di carcere e licenziato

+ Miei preferiti
La notte dell’11 febbraio del 2018, in attesa della scientifica, del coroner e dell’impresa di pompe funebri, l’agente della polizia di Londra Avi Maharaj era rimasto da solo a sorvegliare il corpo di Harry Miller, un ragazzino di 14 anni morto suicida nell’abitazione di famiglia a Earlfield, a sud della capitale inglese. Si è guardato in giro, ha spulciato fra i libri e i videogiochi del ragazzino e curiosato qua e là, mentre da un’altra parte Graham e Allison, i genitori, venivano aiutati da un team di psicologi a superare lo shock iniziale. Scene a cui il poliziotto era abituato, a tal punto da decidere di ingannare l’attesa nel più subdolo dei modi: ha preso lo smartphone della vittima, e con quello ha acquistato quattro film porno, spendendo 25,96 sterline, ovviamente attraverso l’account della famiglia Miller attivo su “Virgin Media”.

A insospettire il padre del ragazzino è stato l’arrivo dell’estratto conto della carta di credito, dove risultava l’acquisto di quattro film porno proprio nel giorno della morte del figlio. Dopo un primo istante, in cui ha pensato che fosse stato un acquisto del figlio, a raccontare la verità sono stati gli orari degli acquisti, effettuati tra le 23 e le 23:42, tutti successivi alla morte di Harry.

La famiglia Miller ha presentato un esposto, seguito da un’inchiesta interna dell’Indipendent Office for Police Conduct: Avi Maharaj, 44 anni, ha tentato di giustificarsi, falsificando addirittura gli orari sul registro delle presenze e affermando di essere andato via prima dell’ora in cui risultano gli acquisti. Ma alla fine ha ceduto, confessando tutto. 

Il giudice della Southwark Crown Court Deborah Taylor lo ha condannato a 12 mesi di reclusione per frode e truffa, oltre al licenziamento dal corpo di polizia. “Mentre i genitori del giovane venivano consolati altrove, lei aveva la responsabilità di custodire la casa fino all’arrivo dell’impresario delle pompe funebri per rimuovere il corpo. Ma invece di svolgere il compito con rispetto e professionalità, ha passato il suo tempo a indovinare la password dell’account e usarla per acquistare, scaricare e visualizzare quattro film pornografici. La famiglia era vulnerabile, traumatizzata dalla perdita del figlio, e si affidava a lei per custodire la loro casa. Le sue azioni li hanno condotti a una falsa comprensione delle ultime ore del figlio e hanno esacerbato notevolmente il loro dolore e la loro sofferenza: è stata una grossolana mancanza di decenza e di rispetto”.

Esteri
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
È successo lo scorso gennaio: Ayesha Basharat stava radunando gli effetti personali di un paziente appena morto per Covid e ha usato la sua carta di credito per comprare bibite e snack
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
L’ex braccio destro del premier si prepara a deporre davanti alla commissione che indaga sulla gestione della pandemia da parte del governo. E promette di far saltare in aria Downing Street
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
Il via libera a viaggi e spostamenti si scontra con un sistema di classificazione dei paesi a semaforo: quelli che rappresentano le mete turistiche tradizionali sono tutti in giallo, quindi sconsigliati
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Un ex militare armato è scomparso dopo aver giurato di voler uccidere un noto virologo belga. Sulle sue tracce più di 400 agenti e il timore che voglia scatenare “una piccola guerra”
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente