Il principe Andrea sempre più nei guai

| Il “Daily Mail” ha scovato un’ex guardia di Buckingham Palace che ricorda bene la notte del primo rapporto sessuale indicato da Virginia Roberts: “il duca era molto nervoso”

+ Miei preferiti
Secondo gli amici più stretti, Andrea, il duca di York si sente accerchiato, minacciato, insidiato. Non gli basta più rinchiudersi a Buckingham Palace, rinunciando ad ogni apparizione pubblica, per sperare di uscire a piedi uniti dallo scandalo Epstein.

Un grosso schoolbus americano attraversa da giorni il centro di Londra: sul fianco un cartello che recita “Se avvistate quest’uomo ditegli di mettersi in contatto con l’FBI”. L’uomo è lui, il principe che da pochi giorni ha compiuto 60 anni in un silenzio spettrale: una festa privata a corte aperta a pochi, diventati pochissimi perché in tanti hanno deciso di declinare l’invito.

Sempre più solo, privato delle sue fondazioni benefiche e dei sorrisi dei sudditi, su Andrea in queste ore si sta abbattendo l’ennesima violenta tempesta mediatica. Il “DailyMail” ha sbattuto in prima pagina le confidenze di un’ex guardia reale di Buckingham Palace, che ricorda bene la notte dei presunti abusi sessuali indicata da Virginia Roberts Giuffre, la “schiava” di Epstein, convinta a entrare nei letti che lui le indicava per accontentare i suoi amici più influenti. La prima delle tre volte in cui fu costretta a dare piacere al principe, ha sempre detto la Roberts, era avvenuta a Londra tra il 10 e l’11 marzo del 2001, dopo una serata al “Tramp Club”, un locale fra i più esclusivi. Ne seguirono altre due, nelle tenute di Epstein a Miami e ai Caraibi.

L’ex guardia, quella sera se la ricorda bene: era di controllo ai cancelli quando il principe è arrivato a bordo della sua auto, urlando senza motivo di farlo entrare senza perdere tempo. “Era sempre stata una persona gentile, invece quella sera la ricordo bene: potevano essere le prime ore dell’11 marzo 2001, per avere la certezza basterebbe avere accesso ai registri dei turni per verificare se è così, ma non credo di sbagliarmi, ho buona memoria”.

L’uomo, che ha lasciato il servizio anni fa, ha deciso di concedere l’intervista al tabloid inglese, ma soprattutto si è messo a disposizione “perché sia fatta giustizia”. Dagli Stati Uniti, si fa avanti l’avvocato Lisa Bollon, che rappresenta numerose vittime del finanziere morto suicida lo scorso agosto in cella: “Sarei felice di parlare con l’ex guardia: è sempre più importante e impellente che il principe Andrea mantenga quanto promesso pubblicamente testimoniando davanti all’FBI”.

Galleria fotografica
Il principe Andrea sempre più nei guai - immagine 1
Esteri
Irlanda, sesta notte di proteste
Irlanda, sesta notte di proteste
Elementi infiltrati hanno alzato il livello degli scontri, mettendo a ferro e fuoco Belfast: un autobus dato alle fiamme e scontri violenza con la polizia sono proseguiti per tutta la notte
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Un canale televisivo ha filmato con una telecamera nascosta una cena in un ristorante esclusivo a base di caviale e champagne. Fra i partecipanti ci sarebbero anche alcuni ministri, e i francesi pretendono i nomi
Francia, smantellata la banda dei Lego
Francia, smantellata la banda dei Lego
Studiavano nei dettagli i negozi e magazzini da colpire, poi rivendevano i mattoncini sul mercato nero, dove pare siano richiestissimi
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Alla sua prima uscita pubblica dal castello di Windsor, la regina rende omaggio all’aviazione militare australiana. Un cenno verso un Paese che continua a chiedersi che senso ha avere una monarca così distante
Il #MeToo degli studenti inglesi
Il #MeToo degli studenti inglesi
Un sito per segnalazioni anonime ha registrato oltre 7.000 di stupri, violenze e bullismo, scoperchiando un realtà preoccupante su cui adesso tutti vogliono vederci chiaro
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Nei quattro anni di relazione clandestina (in realtà alla luce del sole) con l’allora sindaco di Londra, l’imprenditrice americana avrebbe ricevuto favori e contratti. Un’indagine vuole fare chiarezza, e Jonshon rischia grosso
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
Manifestazioni in tutto il Paese per un pacchetto di misure che sulla carta avrebbero dovuto trasformare ila Francia in un esempio, e che invece son o state riviste e scorrette per non scontentare i poteri forti
Peggiorano le condizioni di Navalny
Peggiorano le condizioni di Navalny
I suoi legali denunciano che l’ex dissidente accusa crescenti problemi di salute. Secondo qualcuno sarebbe ricoverato in ospedale, ma le autorità russe vietato a chiunque di avvicinarlo
Australia, i video hard dei parlamentari
Australia, i video hard dei parlamentari
Trema il governo di Scott Morrison, alle prese con il terzo caso di abusi sessuali nel giro di poche settimane. Questa volta sono emersi video e foto che mostrano i dipendenti mentre hanno rapporti sessuali negli uffici dei vari ministri
La bomba che ha ucciso la giornalista maltese fabbricata in Sicilia
La bomba che ha ucciso la giornalista maltese fabbricata in Sicilia
I 500grammi di esplosivo che hanno fatto saltare in aria l'auto di Daphne Caruana Galizia sarebbero stati preparati in Sicilia. È la rivelazione di un pentito, che conferma gli stretti legami fra la mafia maltese e quella siciliana