Il principe Andrea sempre più nei guai

| Il “Daily Mail” ha scovato un’ex guardia di Buckingham Palace che ricorda bene la notte del primo rapporto sessuale indicato da Virginia Roberts: “il duca era molto nervoso”

+ Miei preferiti
Secondo gli amici più stretti, Andrea, il duca di York si sente accerchiato, minacciato, insidiato. Non gli basta più rinchiudersi a Buckingham Palace, rinunciando ad ogni apparizione pubblica, per sperare di uscire a piedi uniti dallo scandalo Epstein.

Un grosso schoolbus americano attraversa da giorni il centro di Londra: sul fianco un cartello che recita “Se avvistate quest’uomo ditegli di mettersi in contatto con l’FBI”. L’uomo è lui, il principe che da pochi giorni ha compiuto 60 anni in un silenzio spettrale: una festa privata a corte aperta a pochi, diventati pochissimi perché in tanti hanno deciso di declinare l’invito.

Sempre più solo, privato delle sue fondazioni benefiche e dei sorrisi dei sudditi, su Andrea in queste ore si sta abbattendo l’ennesima violenta tempesta mediatica. Il “DailyMail” ha sbattuto in prima pagina le confidenze di un’ex guardia reale di Buckingham Palace, che ricorda bene la notte dei presunti abusi sessuali indicata da Virginia Roberts Giuffre, la “schiava” di Epstein, convinta a entrare nei letti che lui le indicava per accontentare i suoi amici più influenti. La prima delle tre volte in cui fu costretta a dare piacere al principe, ha sempre detto la Roberts, era avvenuta a Londra tra il 10 e l’11 marzo del 2001, dopo una serata al “Tramp Club”, un locale fra i più esclusivi. Ne seguirono altre due, nelle tenute di Epstein a Miami e ai Caraibi.

L’ex guardia, quella sera se la ricorda bene: era di controllo ai cancelli quando il principe è arrivato a bordo della sua auto, urlando senza motivo di farlo entrare senza perdere tempo. “Era sempre stata una persona gentile, invece quella sera la ricordo bene: potevano essere le prime ore dell’11 marzo 2001, per avere la certezza basterebbe avere accesso ai registri dei turni per verificare se è così, ma non credo di sbagliarmi, ho buona memoria”.

L’uomo, che ha lasciato il servizio anni fa, ha deciso di concedere l’intervista al tabloid inglese, ma soprattutto si è messo a disposizione “perché sia fatta giustizia”. Dagli Stati Uniti, si fa avanti l’avvocato Lisa Bollon, che rappresenta numerose vittime del finanziere morto suicida lo scorso agosto in cella: “Sarei felice di parlare con l’ex guardia: è sempre più importante e impellente che il principe Andrea mantenga quanto promesso pubblicamente testimoniando davanti all’FBI”.

Galleria fotografica
Il principe Andrea sempre più nei guai - immagine 1
Esteri
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Il presidente Macron annuncia un giro di vite contro le sacche di separatismo islamico che cova nel Paese. Sette persone fermate per la morte del professor Paty rischiano l’accusa di favoreggiamento
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Re Williem-Alexander e la regina Maxima sono volati in Grecia in vacanza, ma la decisione non è piaciuta agli olandesi, che hanno messo spalle al muro il premier Mark Rutte e costretto la coppia a rientrare frettolosamente
Il curioso caso della premier scollata
Il curioso caso della premier scollata
Sanna Marin, la 35enne primo ministro finlandese, posa per un servizio mostrando una profonda scollatura e si scatena l’inferno: ma per tanti che la accusano, altrettanti la difendono
Liverpool, la grande festa del lockdown
Liverpool, la grande festa del lockdown
Migliaia di persone in strada per celebrare l’ultima sera di libertà prima dell’entrata in vigore delle misure di contenimento volute dal governo Johnson. Lo sdegno del Regno Unito
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
Nel volume in uscita “Balance ton père”, l’ex direttore tv Eric Brion racconta cosa si prova ad essere considerato il Weinstein d’oltralpe. Aveva commentato il seno di una giornalista invitandola a cena, e la storia era finita in tribunale
Le noie di Harry con il fisco americano
Le noie di Harry con il fisco americano
Superati i 183 giorni di permanenza sul suolo statunitense, chiunque è tenuto al pagamento delle tasse, che per il principe transfugo ammonterebbero a una cifra enorme
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
Letteralmente travolto dall’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, l’uomo che aveva traghettato Malta verso il boom Economico chiude la sua carriera politica
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Polemiche e proteste per la decisione di alcuni istituti superiori di adottare t-shirt consegnate all’ingresso delle scuole alle studentesse con abiti provocanti o succinti
Navalny: «Putin mi voleva morto»
Navalny: «Putin mi voleva morto»
“C’è lui dietro al mio avvelenamento”: la pesante accusa lanciata dal dissidente russo in un’intervista in cui ribadisce di voler tornare al suo posto in Russia
La scomoda verità delle spettacolari residenze inglesi
La scomoda verità delle spettacolari residenze inglesi
Dietro la bellezza a volte fiabesca di palazzi immersi nel verde, si nasconde il risvolto meno conosciuto dell’impero britannico, fra schiavitù e colonialismo. Luoghi che il “National Trust” ha censito, scatenando le polemiche