Jamie Oliver cambia casa

| A meno di due mesi dal clamoroso crack finanziario che ha decretato la fine dell’impero gastronomico, lo chef inglese si trasferisce in una tenuta principesca costata 6 milioni di sterline. Una scelta che non è piaciuta

+ Miei preferiti
Non è piaciuta molto la decisione di Jamie Oliver, il celebre chef inglese a capo di un impero che lo scorso maggio è finito in amministrazione controllata dopo una perdita pari a oltre 100 milioni di sterline. Un crack che ha fatto il giro del mondo, lasciando a piedi oltre 1.300 dipendenti dell’impero di Jamie. Ma passata la bufera, Jamie Oliver e famiglia hanno deciso di trovare consolazione trasferendosi in una nuova residenza per cui – a due mesi dal crollo - ha sborsato 6 milioni di sterline. Il celebre chef e la sua famiglia si sono trasferiti nell’impressionante proprietà Tudor nell’Essex, una delle sue due multimilionarie residenze: una villa del XVI secolo con sei camere da letto e circondata da una tenuta di una trentina di ettari disseminata da fontane. Era stato lo stesso chef ad avviare gli imponenti lavori di ristrutturazione, per trasformare le antiche scuderie in studi attrezzati per registrare i suoi celebri programmi televisivi e ospitare le sue masterclass di cucina. La coppia ha cinque figli (Poppy, 17 anni, Daisy, 16, Petal, 10, Buddy Bear, 8, e River di 2).

Il trasloco ha suscitato feroci polemiche, con Jamie accusato di insensibilità e menefreghismo di fronte alle migliaia di persone rimaste senza lavoro, riprese più volte dai giornali in lacrime mentre chiudeva per l’ultima volta i ristoranti della catena. Jamie Oliver aveva commentato la situazione “Un momento difficile per tutti. Sono profondamente rattristato da tutto questo e vorrei ringraziare tutto il personale e i nostri che da oltre un decennio si dedicano a questa attività con il cuore e l’anima. Vorrei anche ringraziare tutti i clienti che ci hanno apprezzato e sostenuto: è stato un vero piacere servirvi”.

Solo tre ristoranti rimarranno aperti, ambedue all’interno del’aerporto di Gatwick, a fronte dei 22 di cui è stata confermata la chiusura. Oliver ha aperto il suo primo “Jamie’s Italian” nel 2008, iniziando un’espansione che ha toccato tutto il Regno Unito, ma lo scorso anno è emerso che lo chef era in debito di 2,2 milioni di sterline con il personale ed era in debito con le tasse di di 71,5 milioni di sterline. “Jamie’s Italian” ha chiuso 12 dei suoi 37 locali come parte di un accordo volontario, mentre la catena di steakhouse “Barbecoa” è entrata in amministrazione controllata.

Esteri
GB, lo scandalo Cummings travolge BoJo
GB, lo scandalo Cummings travolge BoJo
Il premier si rifiuta di chiedere le dimissioni del suo fidato consigliere, che durante il lockdown ha impunemente attraversato l’Inghilterra con la famiglia
GB: il ritorno dei «covidiot»
GB: il ritorno dei «covidiot»
Migliaia di persone, attirato da caldo e bel tempo, hanno letteralmente invaso le spiagge di diverse località di villeggiatura. Durante la notte, tende e camper sono spuntate ovunque
La pandemia ha allargato le crepe del Regno Unito
La pandemia ha allargato le crepe del Regno Unito
Inghilterra, Galles, Scozia e Irlanda del Nord, i quattro paesi che compongono il Regno Unito, hanno un approccio opposto alla crisi del coronavirus. Una divisione che dopo la Brexit mette sempre più in discussione il futuro del Paese
Francia, monta la rabbia delle banlieue
Francia, monta la rabbia delle banlieue
Intere comunità si sono sentite abbandonate e minacciate da una crisi economica che si annuncia devastante. L’Eliseo teme il ritorno di disordini sociali
Il ritorno di BoJo
Il ritorno di BoJo
Dopo aver combattuto in prima persona contro il coronavirus, il premier torna ai posti di comando mettendo in guardia il Paese: “Non è il momento di allentare le misure di contenimento”
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità
GB, uscire di casa per comprare alcolici incluso nelle necessità
È vietato acquistare vernici e pennelli per ridipingere casa, ma non fare scorta di birra e vino, oltre ad una passeggiata rilassante dopo un litigio. Le stranezze della Gran Bretagna
Gli allegri vacanzieri di Cannes
Gli allegri vacanzieri di Cannes
Un jet privato e tre elicotteri atterrano a Marsiglia: a bordo un gruppo di persone invitate per una vacanza pasquale da un ricco croato. Tutti rispediti al mittente dalle autorità francesi
La proposta di due medici francesi: test per il vaccino in Africa
La proposta di due medici francesi: test per il vaccino in Africa
Sommersi da critiche, minacce, insulti e accuse di razzismo piovute da tutto il mondo, due stimati medici francesi sono costretti a fare marcia indietro sulla proposta di testare i vaccini dove la popolazione è più debole
Russia: durante l’isolamento uccide 5 vicini
Russia: durante l’isolamento uccide 5 vicini
Un uomo di un villaggio della Russia occidentale infastidito dal chiasso dei vicini, ha iniziato un litigio che è sfociato in tragedia
L’Alta Corte australiana assolve il cardinale Pell
L’Alta Corte australiana assolve il cardinale Pell
Accusato da un uomo che afferma di essere stato violentato insieme ad un compagno di coro, morto suicida, l’alto prelato scagionato al terzo grado di giustizia. La sentenza non è appellabile