La donna che ha messo in crisi la politica francese

| Alexandra De Taddeo ha polverizzato la carriera politica del candidato sindaco di Parigi Benjamin Griveaux: il fidanzato, l’artista russo Piotr Pavlensky, ha diffuso immagini porno della love story con il fedele collaboratore di Macron

+ Miei preferiti
Esperta di politica russa, 29 anni, poliglotta, figlia di una famiglia agiata di Metz, studi a Oxford, una laurea in diritto internazionale a Parigi, ex stagista all’Unesco: Alexandra De Taddeo ha tutte le credenziali della “Mata Hari”, la spia perfetta, che trasuda così tanto fascino da voler correre ogni genere di pericoli, pur di illudersi di averla conquistata.

La donna che ha distrutto la carriera di Benjamin Griveaux, candidato sindaco di Parigi per “En Marche”, politico della cerchia più ristretta e fidata di Macron, si racconta per la prima volta dallo scandalo che ha minato la politica francese. L’ha fatto concedendo un’intervista al canale francese “M6” dove racconta l’antefatto della love story con Griveaux.

Tutto è iniziato nell’aprile del 2018, ma solo virtualmente, con messaggi attraverso i social parlando di politica, lentamente trasformati nella voglia di conoscersi di persona: lei è bella, libera, moderna, disinibita, lui un giovane ministro con una brillante carriera davanti.

Si incontrano a Parigi, a casa di lei, dove va in scena il solo e unico rapporto sessuale di questa vicenda, perfino “un po’ deludente - confida Alexandra – ma capita spesso quando ci si conosce prima in modo virtuale”. Dopo quell’incontro, il rapporto tra i due prosegue com’era iniziato, ma con un po’ di pepe in più: video e messaggi a sfondo erotico che lei decide di conservare sullo smartphone come prova, “Per poter eventualmente dimostrare un giorno che era lui a insidiarmi”.

È Alexandra a voler chiudere la storia un anno dopo, annunciando al politico di aver conosciuto l’uomo della sua vita, Piotr Pavlensky, un controverso artista russo più volte finito sulle pagine di cronaca per esibizioni di nudità e autolesionismo, nonché editore della rivista “Political Propaganda”. Da quando è esploso lo scandalo Griveaux, lo stesso giudice che li ha incriminati per violazione della privacy e diffusione di immagini di natura sessuale senza consenso, le ha ordinato di non avere più contatti con Pavlensky: “È molto dura – ammette – perché lo amo. Ma so che tutto questo finirà per unirci ancora di più”.

Rischiano due anni di carcere e 60mila euro di multa, ma Alexandra è tranquilla, continua ad affermare che non sapeva delle intenzioni del fidanzato, che ha diffuso le immagini sul sito PornoPolitique”: “Sul principio mi sono arrabbiata, poi ho capito che il gesto è anche nel solco delle mie convinzioni politiche”. Poche e sferzanti le uniche parole riservate alla vittima, Benjamin Griveaux, sposato con tre figli di 7 e 5 anni, più uno di 8 mesi, “costretto a farsi da parte prendendo atto della sua ipocrisia. Forse questa storia costringerà la classe politica ad essere un po’ più onesta, pensando bene a quello che racconta in pubblico e a ciò che fa in privato”.

Galleria fotografica
La donna che ha messo in crisi la politica francese - immagine 1
La donna che ha messo in crisi la politica francese - immagine 2
Esteri
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
È successo lo scorso gennaio: Ayesha Basharat stava radunando gli effetti personali di un paziente appena morto per Covid e ha usato la sua carta di credito per comprare bibite e snack
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson
L’ex braccio destro del premier si prepara a deporre davanti alla commissione che indaga sulla gestione della pandemia da parte del governo. E promette di far saltare in aria Downing Street
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
Il via libera a viaggi e spostamenti si scontra con un sistema di classificazione dei paesi a semaforo: quelli che rappresentano le mete turistiche tradizionali sono tutti in giallo, quindi sconsigliati
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Un ex militare armato è scomparso dopo aver giurato di voler uccidere un noto virologo belga. Sulle sue tracce più di 400 agenti e il timore che voglia scatenare “una piccola guerra”
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente