La principessa saudita condannata per violenze

| Una delle sorelline di MbS ha sorpreso un idraulico a fare foto nel lussuoso appartamento di famiglia a Parigi, ordinando al bodyguard di picchiarlo e minacciarlo

+ Miei preferiti
La principessa Hassa bint Salman Al Saud, sorella del principe ereditario Mohammed bin Salman, nonché uno dei 13 figli avuti da 5 mogli diverse del re dell’Arabia Saudita Salman bin Abd al-Azīz Al Saʿūd, non è esattamente una personcina accomodante. Qualche ora fa, un tribunale di Parigi l’ha dichiarata colpevole di lesioni, violenza privata e sequestro di persona nei confronti di Ashraf Eid,un idraulico che tre anni fa si era occupato della ristrutturazione del suo lussuoso appartamento nella capitale francese. Non contenta di alcuni atteggiamenti del povero Eid, la principessina ha ordinato alla sua guardia del corpo di picchiare e umiliare l’artigiano. La nobildonna è stata condannata in contumacia a 10 mesi con la condizionale e multata di 10.000 euro, mentre il bodyguard a otto mesi di reclusione con sospensione della condanna e ad un risarcimento pari a 5.000 euro.

Ashraf Eid, cittadino francese di origine egiziane, aveva raccontato che il bodyguard della principessa l’aveva prima accusato di aver scattato delle foto senza autorizzazione, quindi colpito e immobilizzato: gli ha puntato una pistola alla testa e gli ha ordinato di baciare i piedi della principessa.

Emmanuel Moyne, l’avvocato della principessa, ha dichiarato: “Con grande incredulità e indignazione abbiamo ricevuto questa sentenza. Impugneremo la decisione dimostrando che la principessa è totalmente innocente delle accuse che le sono mosse”.

Eid stava lavorando in uno dei bagni dell’appartamento affacciato sull’esclusiva Avenue Foch, nel centro di Parigi, di proprietà del re saudita Salman bin Abdulaziz Al Saud, e ha fotografato alcuni mobili “per avere un riferimento delle tinte”, quando ha notato il riflesso della principessa sullo specchio. Immediatamente, la principessa ha ordinato alla sua guardia di requisirgli il telefono: “Siete tutti uguali, bastardi, cani. Imparerai come ci si deve rivolgere ad una principessa membro della famiglia reale”. Il bodyguard gli avrebbe puntato una pistola alla nuca lasciandogli due scelte: “Baciare i piedi della principessa o rischiare un’altra dose di botte”.

Quando è riuscito ad uscire dall’appartamento, l’idraulico è corso alla polizia, che nei giorni successivi ha interrogato la principessa rilasciandola. Tre giorni dopo, lei ha lasciato la Francia. Un giudice ha tentato di contattarla più volte senza mai riuscire a raggiungerla: alla fine è stato costretto a emettere un mandato di cattura internazionale.

Esteri
Londra, la città delle coltellate
Londra, la città delle coltellate
La capitale del Regno Unito ha toccato quota 100 morti: un’ondata di violenza che nessuno riesce ad arginare, secondo alcuni figlia anche delle politiche del sindaco Sadiq Khan
David Cameron: chiedo scusa per la Brexit
David Cameron: chiedo scusa per la Brexit
In un’intervista al Times, l’ex premier che ha indetto il famigerato referendum si dichiara pentito: non poteva immaginare che il suo paese si sarebbe pericolosamente diviso come invece è successo
Schumacher, la speranza delle staminali
Schumacher, la speranza delle staminali
Un quotidiano francese rivela che l’ex campione di F1 si starebbe sottoponendo ad un’innovativa cura attraverso l’infusione di cellule staminali. Intorno al celebre paziente il massimo riserbo
Si dimette John Bercow, l’unico eroe della Brexit
Si dimette John Bercow, l’unico eroe della Brexit
Il variopinto speaker della House of Commons inglese si è dimesso: il 31 ottobre, quando la Brexit sarà definitiva, preferisce non esserci. Un personaggio a tutto tondo, amato dalla gente e mal sopportato dai parlamentari
13mila a terra per il fallimento di Aigle Azur
13mila a terra per il fallimento di Aigle Azur
Quella che era la terza compagnia aera francese è in amministrazione controllata dagli inizi di settembre: venerdì ha interrotto tutte le attività. L’intervento del governo francese
Il primo sciopero della British Airways
Il primo sciopero della British Airways
Oggi e domani restano a terra 1.700 voli e 300mila passeggeri, che secondo la compagnia hanno trovato soluzioni alternative. Alla base della protesta rivendicazioni sindacali ed economiche
Il poliziotto e i porno davanti al cadavere
Il poliziotto e i porno davanti al cadavere
Un agente della polizia di Londra di guardia al corpo di un ragazzino morto suicida, ha ingannato il tempo acquistando film porno attraverso l’account della famiglia. È stato condannato a un anno di carcere e licenziato
Due condanne per il peggior caso di pedofilia della Germania
Due condanne per il peggior caso di pedofilia della Germania
Per almeno 10 anni, due uomini hanno approfittato di centinaia di bambini all’interno di un camper in cui uno dei condannati viveva insieme ad una bimba di sei anni avuta in affidamento. La Germania è sconcertata
Boris Johnson: più Erdogan o più Trump?
Boris Johnson: più Erdogan o più Trump?
Analizzando quanto successo in Turchia con la salita al potere di Erdogan, si potrebbero evitare in altre nazioni governi dittatoriali o populisti e nazionalisti? Che effetti avrà il colpo di stato “soft” di Boris Johnson in Gran Bretagna?
UK: al boia dell’Isis il sussidio di disoccupazione
UK: al boia dell’Isis il sussidio di disoccupazione
Accusato di aver decapitato oltre 100 persone, Anouar Haddouchi si era trasferito a Birmingham chiedendo e ottenendo l'assegno sociale, con cui pare abbia anche finanziato gli attentati di Parigi e Bruxelles