La rabbia del principe Filippo

| Ormai ex baricentro della Royal Family, costretto a letto dall’età, il Duca di Eimborgo si è infuriato per la decisione di Harry e Meghan, ma è preoccupato per l’impatto che questa vicenda può avere su sua moglie, la Regina

+ Miei preferiti
Per i sudditi inglesi, da quando il principe Filippo ha fatto un deciso passo indietro per via dei 98 anni che iniziano a pesare, la Royal Family è allo sbando. Era lui, un passo indietro rispetto a sua moglie la regina Elisabetta, a tirare i fili della “Ditta”, e sicuramente la brutta questione del principe Andrea, finito in ambasce per le sue amicizie pericolose, e soprattutto quella più scottante di Harry e Meghan, avrebbero avuto un esito diverso. Il Duca - definito il “nume tutelare” della monarchia - ha assunto via via un ruolo di secondo piano nella vita familiare, facendo perdere alla Regina la figura importante di “guardiano della porta”. Il ritiro di Filippo è stato seguito dall’improvvisa partenza del potente segretario privato della Regina, Sir Christopher Geidt: secondo gli esperti reali, i due eventi hanno creato un preoccupante vuoto di potere che non sarà facile colmare.

Nel mezzo della tormenta, mentre i tabloid fanno a gara ogni giorno per dipingere i duchi del Sessex come una coppia di avidi capricciosi e viziati, attribuendo a Meghan il ruolo sempre più scomodo di aver lavato il cervello del marito, spunta la reazione furiosa di Filippo.

“A che gioco stanno giocando?”, pare abbia tuonato dopo aver appreso, anche lui di rimbalzo, la decisione di Harry e Meghan di lasciare la famiglia reale. Filippo ha reagito con incredulità mista a rabbia per il trattamento riservato all’intera famiglie e soprattutto alla Regina. Costretto a letto e quasi totalmente confinato nel cottage di Sandringham, Filippo è sempre stato molto vicino a Harry, il suo nipote prediletto e quello con cui aveva un solido rapporto di complicità e amicizia. Lo dimostra la decisione di partecipare ad ogni costo al matrimonio con Meghan nonostante le costole incrinate per una caduta in bagno poco prima del grande giorno. In più, sei settimane prima delle nozze si era sottoposto a un intervento all’anca, mostrandosi anche allora determinato all’idea di essere presente, sia per la devozione al dovere familiare, sia per dimostrare l’affetto ad Harry e alla donna che il nipote aveva scelto.

Secondo una fonte di Buckingham Palace, “Dire che il Duca si sente deluso sarebbe un eufemismo: è profondamente ferito”. A ferirlo era stata anche la decisione dei Sussex di passare il Natale lontano dalla famiglia, in spregio ad una ferrea tradizione a cui Elisabetta tiene moltissimo: “La sua preoccupazione è l’impatto che la faccenda sta avendo sulla Regina. Molta della rabbia di Filippo deriva dal vedere Sua Maestà turbata. Purtroppo non può fare molto di più, non è in buona salute e può passare pochi minuti alla volta in compagnia di qualcuno prima di sentirsi esausto, ma questo non gli ha impedito di sfogare i suoi sentimenti nel modo più chiaro possibile”.

Non è un segreto che Filippo abbia la grande abilità di saper alternare la durezza ai sentimenti: è stato la forza motrice nella modernizzazione della monarchia, permettendo maggiore trasparenza, e come altre volte in vita sua ha accolto Meghan a braccia aperte. Ma più volte, in passato, aveva perso la pazienza quando le donne diventate mogli di figli e nipoti avevano superato il limite: “È stato molto duro quando Diana e Fergie hanno tentato di danneggiare la reputazione della famiglia reale. È un uomo che parla chiaro e che non ha paura di esprimere con fermezza le sue idee, anche a costo di ferire qualcuno”.

Nel frattempo, Meghan è tornata per poche ore nel Regno Unito per poi volare a Vancouver, dove Harry dovrebbe raggiungerla a breve, non prima della riunione che la regina familiare ha fissato con Carlo e suo fratello William, altrettanto furiosi con lui, chiedendo a tutti di risolvere la crisi entro 72 ore, non una di più.

Galleria fotografica
La rabbia del principe Filippo - immagine 1
La rabbia del principe Filippo - immagine 2
La rabbia del principe Filippo - immagine 3
Esteri
Un italiano l’autore del furto a casa di Tamara Ecclestone
Un italiano l’autore del furto a casa di Tamara Ecclestone
Alessandro Donati, milanese, ha ammesso davanti alla corte di Londra di aver svaligiato le residenze di celebrità come la figlia dell’ex patron della F1, di Frank Lampard e di un miliardario thailandese
Irlanda, sesta notte di proteste
Irlanda, sesta notte di proteste
Elementi infiltrati hanno alzato il livello degli scontri, mettendo a ferro e fuoco Belfast: un autobus dato alle fiamme e scontri violenza con la polizia sono proseguiti per tutta la notte
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Le cene clandestine che fanno tremare l’Eliseo
Un canale televisivo ha filmato con una telecamera nascosta una cena in un ristorante esclusivo a base di caviale e champagne. Fra i partecipanti ci sarebbero anche alcuni ministri, e i francesi pretendono i nomi
Francia, smantellata la banda dei Lego
Francia, smantellata la banda dei Lego
Studiavano nei dettagli i negozi e magazzini da colpire, poi rivendevano i mattoncini sul mercato nero, dove pare siano richiestissimi
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Elisabetta rende omaggio all’Australia
Alla sua prima uscita pubblica dal castello di Windsor, la regina rende omaggio all’aviazione militare australiana. Un cenno verso un Paese che continua a chiedersi che senso ha avere una monarca così distante
Il #MeToo degli studenti inglesi
Il #MeToo degli studenti inglesi
Un sito per segnalazioni anonime ha registrato oltre 7.000 di stupri, violenze e bullismo, scoperchiando un realtà preoccupante su cui adesso tutti vogliono vederci chiaro
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Jennifer, l’ex amante che potrebbe costare cara a BoJo
Nei quattro anni di relazione clandestina (in realtà alla luce del sole) con l’allora sindaco di Londra, l’imprenditrice americana avrebbe ricevuto favori e contratti. Un’indagine vuole fare chiarezza, e Jonshon rischia grosso
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
La Francia in piazza contro la legge sull’ambiente di Macron
Manifestazioni in tutto il Paese per un pacchetto di misure che sulla carta avrebbero dovuto trasformare ila Francia in un esempio, e che invece son o state riviste e scorrette per non scontentare i poteri forti
Peggiorano le condizioni di Navalny
Peggiorano le condizioni di Navalny
I suoi legali denunciano che l’ex dissidente accusa crescenti problemi di salute. Secondo qualcuno sarebbe ricoverato in ospedale, ma le autorità russe vietato a chiunque di avvicinarlo
Australia, i video hard dei parlamentari
Australia, i video hard dei parlamentari
Trema il governo di Scott Morrison, alle prese con il terzo caso di abusi sessuali nel giro di poche settimane. Questa volta sono emersi video e foto che mostrano i dipendenti mentre hanno rapporti sessuali negli uffici dei vari ministri