La vendetta di Cummings: affossare Boris Johnson

| L’ex braccio destro del premier si prepara a deporre davanti alla commissione che indaga sulla gestione della pandemia da parte del governo. E promette di far saltare in aria Downing Street

+ Miei preferiti
La vendetta di Dominic Cummings, ex braccio destro di Boris Johnson cacciato da Downing Street, sta per compiersi. Nelle prossime ore, la discussa eminenza grigia della politica inglese comparirà davanti alla commissione parlamentare incaricata di indagare sulla gestione della pandemia da parte del governo. E pregustando il sapore della vendetta, ha sparso qua e là indizi su cosa è pronto a raccontare per fare a pezzi l’immagine del premier.

BoJo, ad esempio, nei primi tempi della pandemia chiamava il virus “Kung-Flu” e - prima di essere contagiato lui stesso finendo in ospedale – aveva in mente di farsi infettare in diretta TV per “mostrare che non c’era nulla di cui aver paura”. Il pezzo forte sarà però l’accusa di ritenerlo responsabile di “migliaia di morti” quando aveva tardato in modo colpevole a imporre lo scorso inverno un nuovo lockdown quando la seconda ondata del virus ha colpito il Regno Unito. Secondo Cummings, la lentezza nelle decisione di Johnson era il risultato di una semplice distrazione: una “vacanza” nel Kent con la compagna Carrie Symonds. Al suo ritorno, non ancora convinto, BoJo continuava a ripetere che “il virus sta uccidendo solo gli ottantenni”, e ancora “basta con le chiusure, piuttosto che ammazzare l’economia lasciamo che i corpi si accumulino a migliaia”.

Il termine “Kung-Flu” era stato coniato da Donald Trump nel giugno dello scorso anno, quando la pandemia non aveva ancora colpito l’America con forza ma, al contrario, aveva già fatto 40.000 vittime nel Regno Unito. 

Secondo Cummings, mentre Johnson esortava pubblicamente tutti a prendere sul serio la pandemia, in privato ne minimizzava i rischi, al punto da essersi pentito di aver ordinato il primo lockdown.

Ma nel mirino di Cummings finirà anche il segretario alla salute Matt Hancock, quando a nome del governo affermava di prediligere la strada “dell’immunità di gregge”: un piano per cui erano stati stimati 250.000 morti.

Cummings non sarebbe in possesso di registrazioni di conversazioni private con il premier e gli alti funzionari del suo governo, ma gran numero di messaggi WhatsApp anche vocali.

Ieri sera, in procinto della bufera, un portavoce di Downing Street ha diffuso una nota: “Nel corso della pandemia, la priorità del governo è stata di salvare vite umane, proteggere il servizio sanitario nazionale e sostenere il lavoro e i mezzi di sostentamento delle famiglie in tutto il Regno Unito. Adesso siamo concentrati sul recupero dai danni lasciati dalla pandemia muovendoci attraverso una tabella di marcia stabilita e proseguendo nella vaccinazione di massa”.

Esteri
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
L’infermiera che ha rubato la carta di credito ad un paziente morto
È successo lo scorso gennaio: Ayesha Basharat stava radunando gli effetti personali di un paziente appena morto per Covid e ha usato la sua carta di credito per comprare bibite e snack
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
I britannici possono viaggiare (ma non sanno dove andare)
Il via libera a viaggi e spostamenti si scontra con un sistema di classificazione dei paesi a semaforo: quelli che rappresentano le mete turistiche tradizionali sono tutti in giallo, quindi sconsigliati
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Belgio, caccia al Rambo negazionista
Un ex militare armato è scomparso dopo aver giurato di voler uccidere un noto virologo belga. Sulle sue tracce più di 400 agenti e il timore che voglia scatenare “una piccola guerra”
È morto il «Mostro delle Ardenne»
È morto il «Mostro delle Ardenne»
Michel Fourtinet, serial kliller francese accusato di aver ucciso 9 ragazzine e dell’omicidio di altre 10 persone, on la complicità della moglie, è morto in carcere a 79 anni
La Scozia pretende un secondo referendum
La Scozia pretende un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente
La talpa del 10 di Downing Street
La talpa del 10 di Downing Street
I tabloid inglesi continuano ad essere inondati di rivelazioni scottanti sugli atteggiamenti e il comportamento del premier Johnson. Sospettato numero uno David Cummings, l'ex braccio destro in cerca di vendetta