La vicenda del caso simbolo del MeToo francese

| Nel volume in uscita “Balance ton père”, l’ex direttore tv Eric Brion racconta cosa si prova ad essere considerato il Weinstein d’oltralpe. Aveva commentato il seno di una giornalista invitandola a cena, e la storia era finita in tribunale

+ Miei preferiti
Per tre anni, Eric Brion ha incarnato il simbolo del maschio prepotente, quella razza che seduta su poltrone di potere si sentono autorizzati a trattare le donne come pezzi di carne fresca. Tre anni fa esatti, nell’ottobre del 2017, il viso di Eric Brion diventa l’equivalente francese di Harvey Weinstein, crocifisso dal movimento “BalanceTonPorc” (Denuncia il tuo porco), l’equivalente del MeToo in salsa francese.

Ma a tre anni di distanza, e dopo un numero interminabile di udienze in tribunale, Brion è stato completamente assolto da ogni accusa: non ci fu alcuna molestia e nessun abuso di potere. Al contrario, la sua accusatrice, Sandra Miller, è stata condannata a pagare 15mila euro di spese processuali.

Una magra vittoria per Brion, dirigente di un canale televisivo che nel giro di un soffio ha visto volar via la famiglia, la carriera e il futuro, per sempre macchiato dall’essere stato il “maiale” numero uno di tutta la Francia.

La vicenda inizia nel 2017, quando Brion incrocia la giornalista americana Sandra Muller e sciorina una frase poco elegante lodandone il seno abbondante: “Sei il mio tipo”. Segue un invito a cena per la sera stessa. La donna rifiuta, lui risponde “peccato” e il giorno dopo, pentito, le invia un sms in cui si scusa per essere stato troppo diretto e per la mancanza di eleganza.

Sembra finita qui, ma la Muller lo denuncia per “molestia sessuale ripetuta in quadro professionale”. È l’inizio di un calvario che si è concluso poche settimane fa, in cui Eric Brion ha ammesso di aver anche pensato al suicidio, tale e tanta è stata la valanga di insulti, minacce e male parole che si è dovuto sorbire in tre anni di gogna. “È una giustizia che tenta di imbavagliare le donne”, ha commentato Sandra Muller.

Poche ore fa, Eric Brion ha annunciato la pubblicazione di “Balance ton père” (denuncia tuo padre), un libro in cui racconta nel dettaglio la sua vicenda e il sollievo di poter guardare di nuovo negli occhi le sue figlie.

Galleria fotografica
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese - immagine 1
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese - immagine 2
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese - immagine 3
Esteri
Francia, arrestato stupratore seriale italiano
Francia, arrestato stupratore seriale italiano
Cosimo Chionna, su cui pensava un mandato di cattura internazionale, è accusato di oltre 160 stupri in 14 anni
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Il presidente Macron annuncia un giro di vite contro le sacche di separatismo islamico che cova nel Paese. Sette persone fermate per la morte del professor Paty rischiano l’accusa di favoreggiamento
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Re Williem-Alexander e la regina Maxima sono volati in Grecia in vacanza, ma la decisione non è piaciuta agli olandesi, che hanno messo spalle al muro il premier Mark Rutte e costretto la coppia a rientrare frettolosamente
Il curioso caso della premier scollata
Il curioso caso della premier scollata
Sanna Marin, la 35enne primo ministro finlandese, posa per un servizio mostrando una profonda scollatura e si scatena l’inferno: ma per tanti che la accusano, altrettanti la difendono
Liverpool, la grande festa del lockdown
Liverpool, la grande festa del lockdown
Migliaia di persone in strada per celebrare l’ultima sera di libertà prima dell’entrata in vigore delle misure di contenimento volute dal governo Johnson. Lo sdegno del Regno Unito
Le noie di Harry con il fisco americano
Le noie di Harry con il fisco americano
Superati i 183 giorni di permanenza sul suolo statunitense, chiunque è tenuto al pagamento delle tasse, che per il principe transfugo ammonterebbero a una cifra enorme
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
Letteralmente travolto dall’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, l’uomo che aveva traghettato Malta verso il boom Economico chiude la sua carriera politica
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Polemiche e proteste per la decisione di alcuni istituti superiori di adottare t-shirt consegnate all’ingresso delle scuole alle studentesse con abiti provocanti o succinti
Navalny: «Putin mi voleva morto»
Navalny: «Putin mi voleva morto»
“C’è lui dietro al mio avvelenamento”: la pesante accusa lanciata dal dissidente russo in un’intervista in cui ribadisce di voler tornare al suo posto in Russia
La scomoda verità delle spettacolari residenze inglesi
La scomoda verità delle spettacolari residenze inglesi
Dietro la bellezza a volte fiabesca di palazzi immersi nel verde, si nasconde il risvolto meno conosciuto dell’impero britannico, fra schiavitù e colonialismo. Luoghi che il “National Trust” ha censito, scatenando le polemiche