Lo strappo del padre di BoJo

| Mentre Boris festeggia la faticosa conquista della Brexit, suo papà Stanley fa le valigie: “voglio restare europeo”, dice annunciando la richiesta di cittadinanza francese

+ Miei preferiti
Nell’assurda e dolorosa corsa della separazione fra Regno Unito e Unione Europea, spunta a margine la storia di una faida familiare che – anche quella – arriva alla conclusione.

Succede che Stanley Johnson, padre del premier, si è accorto di essersi svegliato dalla parte sbagliata della Manica, annunciando di voler lasciare le sponde inglesi per chiedere cittadinanza alla Francia.

Ex deputato europeo, 80 anni, Stanley Johnson è sempre stato un europeista convinto, in netto contrasto con la voglia di chiudere le porte in faccia a Bruxelles che smuove il sangue di suo figlio Boris. “Se ho capito bene sono francese. Mia madre è nata in Francia, perché i miei nonni erano francesi. Quindi per me si tratta di reclamare ciò che già mi appartiene. E questo mi rende assai felice”. Dociumenti alla mano, Marie Louise de Pfeffel, bisnonna di Boris, era una donna francese andata in sposa all’inglese Stanley Williams: dal loro matrimonio nacque Irene, che marita un Johnson che rende padre di Stanley, il padre di Boris.

Tutto questo va in scena mentre BoJo riempie le prime pagine dei tabloid inglesi si frasi epiche - “Il destino di questo Paese è finalmente nelle nostre mani” – ma a tenere banco è più il curioso strappo di papà Johnson, seguito pare da Rachel, la sorella di Boris, anche lei intenzionata a “restare europea”. Nulla si sa invece sulle decisioni degli altri due fratelli Johnson: Jo e Leo.

Esteri
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
È un giallo la scomparsa di Diary Sow
Studentessa senegalese considerata una celebrità in Patria, è svanita nel nulla il 4 gennaio scorso, mentre rientrava a Parigi dopo le feste di Natale
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le vite che il volo Sriwijaya Air si è portato via
Le famiglie in attesa di scoprire il destino dei propri cari raccontano chi erano alcune delle vittime del Boeing 737. Le autorità stanno raccogliendo campioni di Dna per identificare i resti
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
Boeing inabissato, trovati detriti e resti umani
L’esercito indonesiano ha individuato un segnale che ha permesso ai sommozzatori di individuare il punto in cui l’aereo sarebbe esploso. Ancora da chiarire le cause del disastro
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Condannato il ladro di Buckingham Palace
Adamo canto, ex maggiordomo reale, avrebbe rubato un centinaio di oggetti appartenenti alla Royal Family per poi rivenderli su eBay
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Polonia, il vaccino prima ai Vip
Esplode uno scandalo che fa indignare il Paese: una ventina di personaggi illustri sarebbe stato vaccinato perfino prima di medici e infermieri. Il ministro della salute annuncia un’inchiesta
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
2021, l’anno in cui il Regno Unito potrebbe andare in pezzi
Il 2020 appena concluso ha lacerato il tessuto sociale del Regno Unito, mostrando disuguaglianze ed egoismi. Se la Scozia preme per l’indipendenza, cresce il malumore anche in Irlanda e Galles
Il discorso di addio della Merkel
Il discorso di addio della Merkel
Nel consueto discorso di fine anno rivolto ai tedeschi, la cancelliera annuncia che è “l’ultima volta in cui mi rivolgo a voi in questo ruolo”. Il suo mandato scade il prossimo 23 settembre, e ha già annunciato di non volersi ricandidare
L’anno difficile di Elisabetta
L’anno difficile di Elisabetta
Una donna sola al comando: più volte nel corso del 2020, la regina ha affrontato questioni pubbliche e scossoni privati. Mai in affanno o sopra le righe, continua a guidare il Paese durante la Brexit e la pandemia come solo lei sa fare
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
La rabbia esplode tra i camionisti fermi a Dover
Da tre giorni fermi con i loro tir, hanno tentato di forzare un blocco della polizia inglese. La Francia ha annunciato la riapertura delle frontiere, ma l’obbligo di test e tamponi allunga i tempi
Ucciso uno scienziato russo che lavorava sul vaccino
Ucciso uno scienziato russo che lavorava sul vaccino
Alexander Kagansky è precipitato dal 14esimo piano dopo aver ricevuto una coltellata: lavorava al vaccino anti Covid-19 ed era un affermato scienziato di fama internazionale