Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni

| Avrebbe voluto resistere altri 6-8 mesi, ma le pieghe dell’inchiesta sull’omicidio della giornalista hanno convinto il premier a fare un passo indietro

+ Miei preferiti
Letteralmente travolto dagli sviluppi dell’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, il premier Joseph Muscat sarebbe prossimo alle dimissioni. La decisione, come svela il quotidiano “Times of Malta, era nell’aria, anche se Muscat sembrava in un primo momento intenzionato a resistere altri sei-otto mesi in carica, ma l’improvvisa crisi politica l’avrebbe convinto a comunicare la scelta al suo governo e al presidente George Vella, da cui si sarebbe recato nelle scorse ore. Secondo alcune fonti, il premier avrebbe intenzione di comunicare le sue dimissioni in un discorso televisivo a reti unificate, nel tentativo di prendere le distanze da Yorgen Fenech, il re dei casinò maltesi accusato di essere il mandante dell’omicidio del giornalista 53enne, ma soprattutto in stretti rapporti con il governo in qualità di direttore generale della cordata che si era aggiudicata l’appalto per la costruzione della nuova centrale a gas di Malta.

Non è ancora chiaro se il vice primo ministro Chris Fearne subentrerà alla guida del paese fino a gennaio, quando Malta dovrebbe andare al voto per avere un nuovo governo.

Nato a Pietà, località a pochi km da La Valletta, Joseph Muscat, 45 anni, è stato eletto primo ministro di Malta il 9 marzo del 2013. Il suo nome, insieme a quello della moglie, era comparso nell’inchiesta dei “Panama Papers”, e malgrado sospetti di conti segreti all’estero e di interferenze dei servizi segreti russi, nulla sembra scalfire la sua carriera politica. Il suo mandato, secondo gli analisti, sarà comunque ricordato per una crescita economica impressionante e un basso livello di disoccupazione, anche se offuscato da accuse incessanti di corruzione, clientelismo e danni all’ambiente.

Galleria fotografica
Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni - immagine 1
Malta, il premier Muscat pronto alle dimissioni - immagine 2
Esteri
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Re Williem-Alexander e la regina Maxima sono volati in Grecia in vacanza, ma la decisione non è piaciuta agli olandesi, che hanno messo spalle al muro il premier Mark Rutte e costretto la coppia a rientrare frettolosamente
Il curioso caso della premier scollata
Il curioso caso della premier scollata
Sanna Marin, la 35enne primo ministro finlandese, posa per un servizio mostrando una profonda scollatura e si scatena l’inferno: ma per tanti che la accusano, altrettanti la difendono
Liverpool, la grande festa del lockdown
Liverpool, la grande festa del lockdown
Migliaia di persone in strada per celebrare l’ultima sera di libertà prima dell’entrata in vigore delle misure di contenimento volute dal governo Johnson. Lo sdegno del Regno Unito
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
Nel volume in uscita “Balance ton père”, l’ex direttore tv Eric Brion racconta cosa si prova ad essere considerato il Weinstein d’oltralpe. Aveva commentato il seno di una giornalista invitandola a cena, e la storia era finita in tribunale
Le noie di Harry con il fisco americano
Le noie di Harry con il fisco americano
Superati i 183 giorni di permanenza sul suolo statunitense, chiunque è tenuto al pagamento delle tasse, che per il principe transfugo ammonterebbero a una cifra enorme
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
Letteralmente travolto dall’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, l’uomo che aveva traghettato Malta verso il boom Economico chiude la sua carriera politica
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Svizzera, la maglietta che censura le studentesse
Polemiche e proteste per la decisione di alcuni istituti superiori di adottare t-shirt consegnate all’ingresso delle scuole alle studentesse con abiti provocanti o succinti
Navalny: «Putin mi voleva morto»
Navalny: «Putin mi voleva morto»
“C’è lui dietro al mio avvelenamento”: la pesante accusa lanciata dal dissidente russo in un’intervista in cui ribadisce di voler tornare al suo posto in Russia
La scomoda verità delle spettacolari residenze inglesi
La scomoda verità delle spettacolari residenze inglesi
Dietro la bellezza a volte fiabesca di palazzi immersi nel verde, si nasconde il risvolto meno conosciuto dell’impero britannico, fra schiavitù e colonialismo. Luoghi che il “National Trust” ha censito, scatenando le polemiche
Francia, arriva il braccialetto anti-femminicidi
Francia, arriva il braccialetto anti-femminicidi
Entro la fine dell’anno sarà esteso a tutto il Paese: consente di verificare la posizione della persona soggetta a restrizioni e avvisa la possibile vittima allertando i soccorsi e la polizia