Niente Natale a Notre-Dame

| L’incendio dello scorso aprile ha costretto i parigini a rinunciare per la prima volta ad una delle tradizioni più antiche e amate

+ Miei preferiti
Qualcuno a Parigi l’ha sperato fino alla fine, ma malgrado gli sforzi immensi, per la prima volta in 216 anni, la cattedrale di Notre-Dame non ospiterà la Messa di Natale. Un silenzio a cui uno dei simboli assoluti di Parigi è costretto dopo il devastante incendio dello scorso 15 aprile.

La Messa di Natale a Notre-Dame era una tradizione amatissima dai parigini, che secondo le indicazioni del comune possono rivolgersi alla chiesa di Saint-Germain-l’Auxerrois, di fronte al Louvre, dove dal 1° settembre scorso sono state trasferite le funzioni ordinarie di Notre-Dame. Dopo una prima messa per le famiglie alle 18:30, alle 23:30 è annunciata una veglia di preghiera con la Maîtrise di Notre-Dame, ma quest’anno non è un Natale facile: al momento la presenza del coro non è certa: dal 17 dicembre scorso gli studenti che formano il coro degli adulti di Notre-Dame de Paris hanno cancellato tutte le esibizioni natalizie per protestare contro il licenziamento di cinque insegnanti dell’associazione “Musique sacrée à Notre-Dame de Paris”.

Dopo l'incendio della cattedrale, le celebrazioni presiedute dall’arcivescovo di Parigi si sono svolte a Saint-Sulpice, che è in grado di accogliere un numero maggiore di fedeli.

Da qualche giorno, Notre-Dame ospita i pezzi di un’enorme gru che servirà per smontare l’impalcatura che la minaccia: uno ad uno, circa 10.000 tubi metallici, 250 tonnellate in totale, che l’incendio del 15 aprile aveva saldato insieme. 

Esteri
La Scozia pretende
un secondo referendum
La Scozia pretende<br>un secondo referendum
La vittoria dei nazionalisti alle elezioni riaccende il sogno dell’indipendenza. Ma Johnson non vuole saperne
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Regno Unito: l’esercito a caccia delle nuove varianti del virus
Un laboratorio chimico-batteriologico militare finanziato per scovare e individuare i ceppi del virus che circolano nel Paese: ne hanno trovati quattro, tutti coperti dal vaccino
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Iniziato a Parigi il processo per l’estradizione dei terroristi italiani
Si prevede un lungo e difficile percorso, mentre gli imputati si presentano in aula per la prima volta e si susseguono gli appelli a Macron per bloccare la richiesta italiana
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
La guerra dell’Oktoberfest fra Monaco e Dubai
Con la prossima edizione ancora a rischio apertura, la Germania è insorta contro una notizia che voleva l’evento di Monaco spostato a Dubai. In realtà si tratta di una copia, anche se lo zampino tedesco pare ci sia
Cambio d'immagine dell'Mi5: «Non siamo come James Bond»
Cambio d
Il celebre servizio segreto inglese apre un profilo Instagram per raccontarsi e sfatare i luoghi comuni legati al lavoro delle spie. Ma senza rivelare nulla di compromettente
La talpa del 10 di Downing Street
La talpa del 10 di Downing Street
I tabloid inglesi continuano ad essere inondati di rivelazioni scottanti sugli atteggiamenti e il comportamento del premier Johnson. Sospettato numero uno David Cummings, l'ex braccio destro in cerca di vendetta
40 giorni sottoterra
40 giorni sottoterra
Si è concluso il “Deep Time”, l’esperimento di chiudere 15 volontari francesi in una grotta senza orologi, telefoni e luce del sole. L’obiettivo è di studiare il grado di adattamento fisico e mentale
«Non restituite gli ex terroristi all’Italia»
«Non restituite gli ex terroristi all’Italia»
Un appello degli intellettuali francesi, pubblicato su Le Monde, ribadisce la visione democratica e soprattutto umana la Dottrina Mitterand. Nei giorni scorsi, la ministra Cartabia aveva avuto colloqui con l'omologo francese
A Liverpool un esperimento di musica live
A Liverpool un esperimento di musica live
A godersi il concerto dei “Blossoms” sul palco dello Sefton Park saranno 5.000 persone senza mascherina e distanziamento. Si tratta di un progetto voluto dal ministero della salute per verificare eventuali casi di trasmissione
Francia: il caso di Mia, fatta rapire dalla madre
Francia: il caso di Mia, fatta rapire dalla madre
È il colpo di scena di una vicenda più intricata di quel che sembra. I tre rapitori, arrestati dalla polizia, hanno confessato che il mandante del sequestro era la madre, una donna con gravi problemi comportamentali