Niente Natale a Notre-Dame

| L’incendio dello scorso aprile ha costretto i parigini a rinunciare per la prima volta ad una delle tradizioni più antiche e amate

+ Miei preferiti
Qualcuno a Parigi l’ha sperato fino alla fine, ma malgrado gli sforzi immensi, per la prima volta in 216 anni, la cattedrale di Notre-Dame non ospiterà la Messa di Natale. Un silenzio a cui uno dei simboli assoluti di Parigi è costretto dopo il devastante incendio dello scorso 15 aprile.

La Messa di Natale a Notre-Dame era una tradizione amatissima dai parigini, che secondo le indicazioni del comune possono rivolgersi alla chiesa di Saint-Germain-l’Auxerrois, di fronte al Louvre, dove dal 1° settembre scorso sono state trasferite le funzioni ordinarie di Notre-Dame. Dopo una prima messa per le famiglie alle 18:30, alle 23:30 è annunciata una veglia di preghiera con la Maîtrise di Notre-Dame, ma quest’anno non è un Natale facile: al momento la presenza del coro non è certa: dal 17 dicembre scorso gli studenti che formano il coro degli adulti di Notre-Dame de Paris hanno cancellato tutte le esibizioni natalizie per protestare contro il licenziamento di cinque insegnanti dell’associazione “Musique sacrée à Notre-Dame de Paris”.

Dopo l'incendio della cattedrale, le celebrazioni presiedute dall’arcivescovo di Parigi si sono svolte a Saint-Sulpice, che è in grado di accogliere un numero maggiore di fedeli.

Da qualche giorno, Notre-Dame ospita i pezzi di un’enorme gru che servirà per smontare l’impalcatura che la minaccia: uno ad uno, circa 10.000 tubi metallici, 250 tonnellate in totale, che l’incendio del 15 aprile aveva saldato insieme. 

Esteri
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Nicolas Sarkozy alla sbarra per corruzione
Insieme a lui il suo ex avvocato di fiducia Thierry Herzog e il giudice Gilbert Azibert. Il giudice avrebbe fornito informazioni riservate sulle inchieste per finanziamento della campagna elettorale, chiedendo in cambio un posto a Monaco
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Australia, ucciso in carcere l’assassino di una sedicenne
Zlatko Sikorsky, 36 anni, è stato aggredito da un altro detenuto nel carcere di Brisbane: stava scontando la condanna per l’omicidio di Larissa Beilby, la fidanzata 16enne uccisa a pugni due anni prima
Francia, vietato filmare la polizia
Francia, vietato filmare la polizia
Un disegno di legge punta a impedire ai cittadini di riprendere le forze di polizia in azione: ai trasgressori 45mila euro di multa. Interviene anche l’Onu: deriva pericolosa che minaccia la libertà di espressione e di stampa
Eravamo quattro amici al pub
Eravamo quattro amici al pub
In Irlanda, 4 amici hanno acquistato un volo a prezzi stracciati per poter accedere all’area partenze dell’aeroporto di Dublino, dove pub e ristoranti sono aperti…
Scettico e no-mask? Niente ricovero
Scettico e no-mask? Niente ricovero
La polemica proposta di Willy Oggier, un economista svizzero che propone un registro nazionale in cui ognuno è libero di dichiarare la propria posizione in merito al virus, ma accettando anche l’idea che non sarà curato
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Carrie Symonds, la regina del 10 di Downing Street
Dopo la spaccatura fra Johnson e il suo stratega Dominic Cummings, emerge sempre di più la figura della fidanzata del premier. Una donna tosta che sa cosa vuole, e soprattutto come ottenerlo
GB, la faida al 10 di Downing Street
GB, la faida al 10 di Downing Street
Dominic Cummings, il guru della Brexit, silurato da BoJo pare anche su gentile richiesta della fidanzata. Un maremoto che potrebbe costare la poltrona al premier
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Il libro denuncia sulla polizia che sta scuotendo la Francia
Per due anni, il giornalista Valentin Gendrot si è finto un agente per scrivere un libro in cui ha raccontato decine di episodi abusi e razzismo, ma anche le difficili condizioni in cui lavorano i poliziotti
Putin pronto a lasciare
Putin pronto a lasciare
Un tabloid inglese rivela che il presidente russo sarebbe affetto da Parkinson: il Cremlino smentisce, ma tutto lascia pensare ad un passaggio di consegne imminente
I tre eroi della notte di sangue di Vienna
I tre eroi della notte di sangue di Vienna
Tre giovani musulmani, due lottatori di MMA e un dipendente di McDonalds, hanno salvato un’anziana e un poliziotto dalla furia dell’attentatore che ha seminato il terrore nella capitale austriaca