Parigi e Birmingham, sangue e dubbi

| Mentre si fa sempre più strada l’ipotesi di scontri fra gang che hanno insanguinato il sabato sera della città inglese, a Parigi un uomo è stato accoltellato sui binari della Gare du Nord di Parigi

+ Miei preferiti
Erano da poco passate le 17 di ieri, quando un uomo di origini afghane sui 30 anni è stato accoltellato al gola mentre stava per salire su un treno all’interno della stazione ferroviaria Gare di Nord di Parigi. La vittima è stata ricoverata e versa in gravi condizioni, colpita con un fendente “che ha interessato la vena giugulare, dal mento all’orecchio”, mentre l’assalitore è tutt’ora in fuga, lasciando il dubbio alla polizia sulla matrice del gesto.

È invece ormai chiara l’entità della notte di violenza scatenata intorno al quartiere Gay di Birmigham, costata la vita a una persone e con sette feriti, di cui due in condizioni gravi.

Secondo le prime ricostruzioni della polizia, che ha avvitato un’indagine, le aggressioni e gli accoltellamenti non avrebbero una matrice terroristica, ma il risultato di una battaglia fra gang giovanili. Il primo accoltellamento sarebbe avvenuto intorno a mezzanotte nella zona di Snow Hill, seguito una mezzora dopo da una maxi rissa fra gruppi di giovani che hanno dato vita ad attacchi in altre zone centrali della città inglese.

La polizia, che sta vagliando le immagini delle telecamere di sorveglianza, ha deciso di non diffondere nomi e informazioni delle persone coinvolte, invitando eventuali testimoni a presentarsi spontaneamente alle stazioni di polizia per fornire informazioni utili alla ricostruzione della nottata di sangue.

Articoli correlati
Esteri
Boris e l'incubo del Natale in lockdown
Boris e l
Gli esperti sanitari avvertono: chiudiamo tutto o sarà un inferno. Ma il premier deve vedersela con una parte del suo partito che non vuol sentir parlare di fermare il Paese
GB, polemiche per la pedofila graziata
GB, polemiche per la pedofila graziata
Monica McCanch, condannata nel 2007 per abusi su minori e uscita di galera, ha ottenuto la revoca del divieto di avere contatti con minori di 16 anni. Secondo il tribunale non sarebbe più un soggetto a rischio
Francia, arrestato stupratore seriale italiano
Francia, arrestato stupratore seriale italiano
Cosimo Chionna, su cui pensava un mandato di cattura internazionale, è accusato di oltre 160 stupri in 14 anni
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Francia, il peso dell’omicidio del professore
Il presidente Macron annuncia un giro di vite contro le sacche di separatismo islamico che cova nel Paese. Sette persone fermate per la morte del professor Paty rischiano l’accusa di favoreggiamento
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Polemiche per la vacanza dei reali olandesi
Re Williem-Alexander e la regina Maxima sono volati in Grecia in vacanza, ma la decisione non è piaciuta agli olandesi, che hanno messo spalle al muro il premier Mark Rutte e costretto la coppia a rientrare frettolosamente
Il curioso caso della premier scollata
Il curioso caso della premier scollata
Sanna Marin, la 35enne primo ministro finlandese, posa per un servizio mostrando una profonda scollatura e si scatena l’inferno: ma per tanti che la accusano, altrettanti la difendono
Liverpool, la grande festa del lockdown
Liverpool, la grande festa del lockdown
Migliaia di persone in strada per celebrare l’ultima sera di libertà prima dell’entrata in vigore delle misure di contenimento volute dal governo Johnson. Lo sdegno del Regno Unito
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
La vicenda del caso simbolo del MeToo francese
Nel volume in uscita “Balance ton père”, l’ex direttore tv Eric Brion racconta cosa si prova ad essere considerato il Weinstein d’oltralpe. Aveva commentato il seno di una giornalista invitandola a cena, e la storia era finita in tribunale
Le noie di Harry con il fisco americano
Le noie di Harry con il fisco americano
Superati i 183 giorni di permanenza sul suolo statunitense, chiunque è tenuto al pagamento delle tasse, che per il principe transfugo ammonterebbero a una cifra enorme
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
L’ex premier maltese Muscat lascia la politica
Letteralmente travolto dall’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, l’uomo che aveva traghettato Malta verso il boom Economico chiude la sua carriera politica